Rai, nuova polemica: il biografo di Salvini alla conduzione di UnoMattina

Roberto Poletti, ex direttore di Radio Padania e primo biografo di Salvini, assunto per la conduzione di UnoMattina. Anzaldi (Pd): "Occupano il servizio pubblico con giornalisti palesemente di parte, e c'è danno erariale per costosi contratti esterni"

Telelombardia, un programma condotto da Roberto Poletti in passato

La "nuova" Rai di Salini e Foà alle prese con una nuova polemica "in salsa leghista", dopo quella relativa al compenso di Gad Lerner per la trasmissione L'Approdo e quelle su Fabio Fazio. Il nodo del contendere? Roberto Poletti, ex direttore di Radio Padania e primo biografo di Matteo Salvini, è stato assunto per la conduzione di UnoMattina, lo storico contenitore di informazione di Rai Uno. Poletti è stato l'autore del libro "Salvini & Salvini, Il Matteo Pensiero dalla A alla Z, scritto nel 2015". Ha lavorato anche a Mediaset come inviato nei programmi di Paolo Del Debbio. Il suo debutto in Rai sarà a UnoMattina Estate. Un caso che scatena subito una polemica politica.

UnoMattina, alla conduzione biografo di Salvini ed ex direttore di Radio Padania

Non ci sta il dem Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai, che attacca il Movimento 5 stelle: "Nel silenzio del presidente della Camera Fico, del vicepresidente della commissione di Vigilanza Primo Di Nicola, dei senatori M5s Alberto Airola e Gianluigi Paragone, la Rai avrebbe proceduto ad assumere il biografo di Salvini ed ex direttore di Radio Padania, Roberto Poletti, per consegnargli la conduzione di un contenitore di informazione come 'Uno Mattina', trasformata in 'Uno Salvini' a spese di tutti i contribuenti".

"Un'assunzione che rientra - commenta Anzaldi - in una imbarazzante infornata di esterni, tra autori e conduttori, che vengono assunti per condurre e gestire le principali trasmissioni estive di Rai1. Come fa la Corte dei Conti, che ha un proprio rappresentante che partecipa alle riunioni del Cda Rai, a non intervenire? Come fa la magistratura contabile a non dire nulla?". Per Anzaldi non c'è soltanto "la vergogna di occupare l'informazione del servizio pubblico con giornalisti palesemente di parte, ma l'evidente danno erariale di ricorrere a costosi contratti esterni".

Quanto costa (per davvero) l'Approdo di Gad Lerner in Rai 

La Rai ha 13mila dipendenti e oltre 1.700 giornalisti: in  tanti si domandano per quale motivo si debba ricorrere a un esterno, con tutti i costi del caso, per guidare una delle trasmissioni di punta della prima rete nazionale. Solo la scorsa settimana Matteo Salvini attaccava la Rai e i conduttori Fabio Fazio e Gad Lerner, chiedendo un "cambiamento". "Poi dicono che siamo noi a controllare la Rai". 

Il ministro dellinterno e vicepremier Matteo Salvini durante il dibattito in aula al senato sul voto di fiducia, Roma, 05 giugno 2018. ANSAANGELO CARCONI-2

Salvini, che attacco a Fabio Fazio: "In un mese guadagna quanto me in un anno"

Potrebbe interessarti

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di sabato 15 giugno 2019

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 17 al 23 giugno 2019

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 18 giugno 2019

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 giugno 2019

  • Bollo auto, con la pace fiscale c’è il condono (e vale per 10 anni)

Torna su
Today è in caricamento