Salvini brutalizza una "sardina" e gli fa perdere il lavoro: "Querelo il leader della Lega"

Alla manifestazione delle "sardine" di San Pietro in Casale prende parola un ragazzo: molti lo conoscono e sanno che Sergio è affetto da DSA ma un post di Salvini lo ridicolizza pubblicamente. Intanto a Bibbiano è sfida per la piazza tra Lega e Sardine

"Mi sento orgoglioso del mio imbarazzo" Così Sergio Echamanov, del Movimento delle Sardine, risponde a Matteo Salvini, che, in un post su Facebook, ironizzava sul discorso pronunciato dal 21enne durante una manifestazione a San Pietro in Casale, a dieci giorni dal voto per le elezioni regionali in Emilia Romagna.

Le "incertezze" che il leader della Lega sottolineava sui social hanno una storia che il banale post del senatore milanese finiscono per brutalizzare. 

Perché Sergio è affetto da DSA, disturbi specifici dell'apprendimento. "E ne sono orgoglioso - spiega - non avevo preparato il discorso, ma ho comunque parlato in pubblico. So cosa vuol dire essere presi di mira, io sono gay e alle superiori ero oggetto di bullismo. Ora sono un uomo forte, Salvini non mi ferisce. Ma partirà una querela nei suoi confronti".

"Credo in una politica che non brutalizzi l'umano, ma che renda libero ogni essere umano di essere ciò che è. Grazie Matteo, ma a me l'unica cosa che hai tolto è il lavoro"

Sì perché Sergio fa il rappresentante porta a porta e nelle ultime ore ha ricevuto così tanti insulti da obbligarlo a licenziarsi per paura di essere malmenato fisicamente vista l'esposizione del suo lavoro.

Poco fa sul suo account Facebok è apparso un post dove Sergio spiega: "Le tante chiamate che mi state facendo mi ricordano che esiste un Italia diversa da quella di Salvini. Grazie di cuore, siete la ragione per cui continuo a lottare e ad andare #Avanti".

Qui il video postato dal segretario della Lega Matteo Salvini

Qui il post della Rete Universitaria Attiva dell'Unione degli Univesitari di Ferrara

Bibbiano, sfida per la piazza tra Sardine e Salvini

Intanto a Bibbiano va in scena la sfida per la piazza elettorale. Matteo Salvini sarà a Bibbiano giovedì prossimo, alle 18, insieme a Lucia Borgonzoni, senatrice leghista in corsa per il centrodestra alla presidenza della Regione Emilia Romagna. Ma nello stesso giorno e nella stessa piazza (della Repubblica) si danno appuntamento anche le Sardine che lanciano un evento su facebook (non dalla pagina ufficiale), dalle 19 alle 23, accompagnato dallo slogan 'Gli sciacalli passano, le sardine restano. Bibbiano non abbocca'.

"Noi Sardine scendiamo in piazza della Repubblica a Bibbiano - spiegano gli organizzatori dell'evento, Youness Warhou e Giulia Sarcone - luogo simbolo della strumentalizzazione politica e dello sciacallaggio messi in atto dalla Lega per puri fini elettorali".

La patata bollente ora passa a Prefettura e Questura di Reggio Emilia che decideranno a chi concedere la piazza. Le Sardine l'hanno già prenotata ma, tecnicamente, la Lega di Matteo Salvini ha la precedenza, in quanto partito politico all'interno della competizione elettorale. 

Bibbiano, che cosa (davvero) si è scoperto durante le indagini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento