Salvini detta le condizioni al governo poi annuncia: "Crediti per gli studenti che donano sangue"

Il quasi ultimatum del vicepremier leghista arriva dopo le tensioni sull'approvazione della flat tax. Servono coperture -spiegava il ministro dell'economia- ma il leader della Lega passa all'incasso dopo le elezioni: "Ecco i dossier urgenti"

Il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini durante la conferenza stampa al termine del Consiglio federale della Lega, Milano, 14 giugno 2019. ANSA / MATTEO BAZZI

"Il governo ci sarà se scommette sull'impresa di tagliare le tasse". Più di altre volte il vicepremier leghista Matteo Salvini dà la linea e, dopo le tensioni con il ministro dell'economia sulle coperture da destinare all'introduzione della flat tax annuncia: "Se qualcuno dicesse facciamo la manovra economica e non tagliamo le tasse, non la farebbe con me la manovra".

Si va avanti solo con il taglio delle tasse: parole forti che il vicepremier pronuncia durante il consiglio federale della Lega che si è tenuto a Milano. 

"Abbiamo ribadito all'unanimità che i due dossier su cui lavorare e ottenere risultati concreti nelle prossime settimane sono taglio delle tasse e riforma della giustizia".

Il segretario del Carroccio ipotizza "un forte taglio delle tasse, una rivoluzione fiscale alla Trump, e una riforma della giustizia civile, penale e tributaria" spiega il vicepremier ricordando come "le cronache delle ultime settimane ci dicono che è urgente recuperare la fiducia degli italiani nei confronti di una magistratura che nell'ultimo periodo qualche problemino dimostra di averlo". 

Capitolo caldo quello della procedura di infrazione minacciata dalla Ue. La posizione ribadita, a quanto apprende l'AdnKronos, è che la partita è soprattutto politica, che l'accordo va trovato, ma bisogna trattare con pari dignità. L'accordo si è sempre raggiunto, anche in passato, sembra sia stato il ragionamento del leader e ministro dell'Interno. La procedura di infrazione, sui nostri conti pubblici, nel passato non è mai stata aperta e non succederà neanche questa volta.

"Ci confronteremo settimana prossima con gli amici dei 5stelle" spiega ancora Salvini che vuole passare all'incasso forte degli ultimi sondaggi e dei risultati delle recenti tornate elettorali.

Salvini, in una delle sue proverbiali invasioni di campo, suggerisce al ministro del Lavoro di affrontare e risolvere nell'immediato le vertenze Ilva ed Alitalia: "L'ultima delle cose immaginabili è mettere in difficoltà 25mila lavoratori e famiglie quindi occorre affrontare il tema senza pregiudizi e senza barriere, quindi scegliere la migliore soluzione per Alitalia e scegliere la migliore soluzione per Ilva, coniugando il rispetto per l'ambiente alla garanzia occupazionale". Poi boccia anche l'ipotesi Lotito per la cordata che dovrebbe salvare la compagnia aerea italiana: "Lotito da quel che mi risulta al momento si occupa di far giocare dei ragazzi a pallone, con alterne vicende e fortune. Li vedo due mondi abbastanza lontani. Se ci sono partner che si occupano di infrastrutture e trasporti io sono più tranquillo". 

Proprio oggi è arrivata in merito l'ennesima proroga al 15 luglio del termine ultimo per presentare un'offerta su Alitalia,

Tornando alle invasioni di campo, sicuramente desterà polemiche il suggerimento che Salvini ha voluto indirizzare al ministro dell'Istruzione Marco Bussetti affinché vengano introdotti crediti formativi per gli studenti che donano sangue "sia nei licei, che negli istituti tecnici che nelle università la donazione di sangue comporti agevolazioni".

"È un atto di civiltà, utilità e generosità, e ritengo che vada premiato soprattutto per i giovani che hanno paura dell'ago o hanno qualche dubbio. Quindi la formalizzerò".

Intanto Salvini si prepara a sbarcare in America: Lunedì 17 giugno il vicepremier e leader della Lega farà tappa a Washington, dove alle ore 9 locali è in programma un incontro con il segretario di Stato Usa Micheal Pompeo. A seguire Salvini vedrà il presidente di Americans for Tax Reform, Grover Norquist, e alla Casa Bianca il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence.

Guarda anche

Salvini a Bologna: in 5mila al Paladozza, diecimila nella piazza delle "sardine"

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Lucia Borgonzoni e Matteo Salvini al Paladozza per l'evento ufficiale di apertura della campagna per le elezioni regionali. Dall'altro lato, un fiume di persone scese in strada: sono le 'sardine' di Piazza Maggiore. BolognaToday ha indagato gli umori degli schieramenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Busta paga più ricca da luglio: cambia anche il bonus Renzi, gli 80 euro diventano 100

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 16 Gennaio 2020

Torna su
Today è in caricamento