Salvini si prende la Lega: 82,7% di voti. Bossi valuta l'addio: “E’ peggio di Renzi”

Un plebiscito di consensi conferma Matteo Salvini alla guida della Lega Nord: “Grazie, adesso andiamo contro Renzi e la Boschi”. Il Senatur non prende bene il risultato delle primarie e medita un clamoroso addio: “Con lui la Lega è finita”

Matteo Salvini e Umberto Bossi

Matteo Salvini si conferma leader della Lega Nord, sbaragliando con l’82,7% di preferenze la concorrenza di Gianni Fava, suo avversario alle primarie del Carroccio. Un trionfo in piena regola per Salvini, che al termine dello scrutinio ha subito ringraziato il suo elettorato, prima di puntare il dito contro i suoi nuovi avversari: “Abbiamo superato l’80% dei voti. In una sola parola: grazie. Adesso l’obiettivo è quello di mandare a casa Renzi, la Boschi, la Boldrini e Alfano, per poi fermare l’invasione dei clandestini e rilanciare il lavoro in Italia”. Chiariti i prossimi “bersagli”, Salvini ha lanciato il suo personale messaggio ai militanti della Lega: “Se voi siete pronti, io ci sono. Insieme si vince!”. 

BOSSI NON LA PRENDE BENE

Ma per un leghista che sorride, ce n’è un altro che storce il naso. Si tratta di Umberto Bossi, ex leader del Carroccio, che nel “day after” ha esternato i suoi dubbi sulla riconferma di Salvini: “E’ la brutta copia di Renzi, se porta la Lega al Sud siamo finiti”. 
Una leadership che non piace a Bossi, che a questo punto sta seriamente pensando all’addio: “Migliaia di espulsi e fuoriusciti dalla Lega stanno formando un nuovo partito intorno a Bernardelli, potrei valutare questa situazione”.  Una possibilità tutt’altro che remota, visto che l’imprenditore milanese, alla guida dell’associazione “Per fare il Nord” ha da poco annuncia la nascita di un nuovo movimento.

“Con la vittoria di Salvini la Lega è finita”: le affermazioni di Bossi non lasciano spazio a seconde interpretazioni, descrivendo uno strappo che a questo punto sembra insanabile: “Non lascerò che la richiesta di libertà del Nord finisca nel nulla. Sappiamo che la questione settentrionale alla fine vincerà, è una causa che va servita fino alla fine”.  Anche sull’aumento dei consensi portato da Salvini alla Lega, il Senatur si dice scettico: “Io pigliavo 4 milioni di voti, nei suoi sondaggi lui ne prende molti meno”.

L’intervento di Bossi sul Corriere della Sera si conclude sul tema del Sud e dei Migranti: “Ho fatto notare a Salvini che al Sud non frega niente degli immigrati, perché sbarcano lì ma poi vengono qui al Nord. Il problema del Sud è sempre lo stesso, lo sviluppo industriale che non è mai avvenuto. Ho tentato di capire il suo programma, ma a questo punto credo che non ne abbia uno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento