"Liberiamo la Basilicata da Pd e sinistra": Salvini 'rompe' (di nuovo) il silenzio elettorale

Il vicepremier twitta: "Fatemi e fatevi questo regalo!". Salvini di fatto sfrutta le lacune della legge sul silenzio elettorale, che non cita esplicitamente i social network

"Amici Lucani, siete andati a votare? E se sì, da dove? C'è tempo fino alle 23 per liberare la Basilicata da Pd e sinistra, fatemi e fatevi questo regalo!". Con un tweet, il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini, rompe il silenzio elettorale e invita i lucani, chiamati a scegliere il futuro governatore, a votare Lega con un hashtag coniato per l'occasione, #oggivotolega.

Elezioni Basilicata, Salvini rompe il silenzio elettorale

Era già successo in occasione delle elezioni regionali in Sardegna. In realtà le cose sono più complesse di quel che può apparire. La legge sul silenzio elettorale prevede infatti che nel giorno precedente ed in quelli stabiliti per le elezioni sono"vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, la nuova affissione di stampati, giornali murali o altre e manifesti di propaganda. Nei giorni destinati alla votazione altresì è vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di 200 metri dall’ingresso delle sezioni elettorali". Nel corso degli anni sono state pensate disposizioni riguardanti le tv e le radio, ma i social network non sono mai stati presi in considerazione nella norma. 

Silenzio elettorale, la norma è lacunosa sulla propaganda social

A tal proposito l’Agcom ha stabilito alcune linee guida "per la parità di accesso alle piattaforme online durante la campagna elettorale per le elezioni politiche 2018". Viene ribadito che la legge "vieta di fatto ogni forma di propaganda elettorale (in tv e attraverso comizi pubblici) nel giorno del voto e in quello precedente", e quindi "sarebbe pertanto auspicabile che anche sulle piattaforme in questi due giorni fosse evitata, da parte dei soggetti politici, ogni forma di propaganda, per evitare di influenzare con pressioni indebite l’elettorato ancora indeciso". Salvini non tiene quindi conto del parere dell’Agcom, scatenando ogni volta le reazioni dei suoi avversari politici. Ma le norme, come abbiamo visto, sono a dir poco lacunose.

Perché le elezioni in Basilicata sono più di un "semplice" voto regionale per Lega, M5s e Pd

Guarda anche

In giro per Milano spuntano tanti "baby-Salvini": la nuova opera di Cristina Donati Meyer

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Ci piacerebbero dei politici che lavorano per risolvere i problemi del Paese e della povera gente, francamente di cosa mangiano e di quanto sono simpatici e sarcastici, non ce ne importa granché", scrive l'artista

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • anche quelli che lo sostenete vi accorgerete che non va bene che lui può e gli altri no.che i giudici non sono eletti e se vogliono ....si candidino alle elezioni e dopo possono parlare....che il ragazzo Ramy...prima si candidi ,si faccia eleggere e poi ....che in veste di ministro degli interni è anche ministro della minoranza e non ancora segretario della lega...non vi ricorda un poco qualcuno del passato?????

  • La norma non è "lacunosa" come piace scrivere a voi sinistrati: semplicemente non si applica ai Social, in quanto precedente alla loro diffusione capillare. Ah, BTW: lo stesso uso propagandistico lo fanno i piddoti, ma quello va bene immagino...

  • Non ci si puo' fidare di chi non rispetta le regole.. Molti italiani bisogna che se lo mettano in testa....... Io penso sia ora di intervenire .. Non e' normale........ Ci sta ridicolizzando ed il bello e' che gli diamo anche 20 mila euro al mese.... Siccome sono soldi pubblici, veda di restituirli, se non altro per onorare il suo slogan . "Prima gli Italiani".....

    • bravo Paolo, sono d'accordo con tutto quello che hai scritto e aggiungo che più passa il tempo più queste persone al governo creeranno leggi a loro uso e consumo, calpestando i diritti di molti italiani, anche di quelli che accettano o peggio sostengono a gran voce le argomentazioni retrograde e opprimenti di questi finti salvatori di una patria che non esiste

      • bravo Paolo, sono d'accordo con tutto quello che hai scritto e aggiungo che più passa il tempo più queste persone al governo creeranno leggi a loro uso e consumo, calpestando i diritti di molti italiani, anche di quelli che accettano o peggio sostengono a gran voce le argomentazioni retrograde e opprimenti di questi finti salvatori di una patria che non esiste

        Immagino tu stia parlando del governo Gentiloni e delle laggi "salva-cognato" fatte per il renzicolo maldestro...

        • fantastico steel ;-)

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni con il rebus affluenza: chi brinda (e chi piange) se si alza l'astensione

  • Politica

    La lettera di De Vito dal carcere: "Il M5s ha perso i suoi valori fondanti"

  • Economia

    Il prezzo della benzina ha sfondato i 2 euro al litro

  • Economia

    Decreto crescita, dal "mini condono di bollo e multe" agli sgravi fiscali: cosa c'è e cosa manca

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 20 aprile 2019

  • Muore soffocato durante il pranzo di Pasqua

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 18 aprile 2019

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 23 aprile 2019

  • SuperEnalotto Pasqua 100x100: l'elenco completo delle ricevitorie vincenti

Torna su
Today è in caricamento