Pd batte M5s 181 seggi a 172: per le proiezioni Lega terzo partito nella nuova Camera

Secondo le elaborazioni di Index Research il tripolarismo della nuova Camera sarà esasperato anche grazie al sistema di ripartizione dei seggi della nuova legge elettorale riformata dal Rosatellum: questo il parlamento secondo gli ultimi sondaggi

Lo chiamano stallo messicano, ma se i sondaggi saranno confermati sarà difficile che dalle elezioni di primavera possa uscire una maggioranza di governo. Secondo le elaborazioni di Index Research il tripolarismo della nuova Camera sarà esasperato anche grazie al sistema di ripartizione dei seggi della nuova legge elettorale così come riformata dal Rosatellum (ora in attesa del voto definitivo al Senato).

In dote al Partito Democratico potrebbero andare 181 seggi, contro i 172 del Movimento 5 Stelle. Forti dei favori dei sondaggisti tuttavia Lega Nord e Forza Italia con Fratelli d'Italia si troverebbero a mancare la maggioranza di ben 100 seggi: a quota 361 infatti non si arriva sommando i 114 seggi del Carroccio, i 110 in dote al partito di Berlusconi e i 37 della Meloni. Dall'altra parte dell'emiciclo siederebbero 16 deputati della Sinistra extra-Pd, tra bersaniani e dalmiani sempre più in rotta contro il segretario Pd Matteo Renzi e che hanno già rifiutato una eventuale alleanza.

Le intenzioni di voto

Il centrodestra unito sfiora il 36%, M5S primo partito ma il centrosinistra unito arriverebbe oltre il 31%. E' la fotografia delle intenzioni di voto, rilevata dal sondaggio dell'istituto di ricerca Index Research.

Alla domanda “Se ieri si fossero tenute le elezioni politiche, lei per quale partito avrebbe più probabilmente votato?” il 26,9% degli intervistati ha indicato il Movimento 5Stelle (+0,3), il 26% per il Partito Democratico (+0,5%), il 14,7% avrebbe messo la croce sulla Lega Nord, il 14,3% su Forza Italia, passo indietro per Fratelli d'Italia al 5%.

Complessivamente lo schieramento più avanti è quello del centrodestra che mette insieme il 35,8%, Pd e Alternativa Popolare arrivano al 31,1. La Sinistra extra-pd di Mdp Articolo 1 e Sinistra Italiana raggiungono il 5,8%.

In Sicilia l'M5s insegue il centrodestra ma pesa la disaffezione: "Sarà record dell'astensione"

Gli analisti di Index Research hanno anche indagato le sensibilità degli italiani in merito ad un tema molto dibattuto in queste ore, il testamento biologico e il trattamento di fine vita. Le indicazioni sono nette: solo un italiano su quattro è contrario o ancora si astiene sulle tema del fine vita, mentre la maggioranza degli intervistati conserva l'opinione già indagata a marzo scorso, esprimendosi in modo favorevole sulla necessità che anche l'Italia si doti di una disciplina normativa su Eutanasia e Suicidio Assistito per i malati terminali che ne fanno richiesta.

biotestamento-2

Metodo di raccolta: Interviste telefoniche con metodologia C.A.T.I. con questionario strutturato. Interviste complete 800, totale contatti effettuati: 3.164

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento