Sondaggi chiari: Pd in scia ai 5 stelle (e cala anche Salvini)

Le primarie hanno fatto bene al Partito Democratico: secondo gli ultimi sondaggi il nuovo segretario può contare su un trend in crescita, rosicchiando consensi ai delusi pentastellati. La Lega pare invece aver raggiunto il suo massimo

Crisi di governo o governo in crisi? gli ultimi sondaggi politici certificano un trend innegabile: il Partito Democratico dopo mesi di crollo quasi costante è in netta crescita. Certo i dem possono contare sull'effetto primarie che ha riacceso i riflettori su un partito incapace di mettere in piedi un'opposizione al Governo, mentre marzo si appresta a diventare il mese decisivo per gli equilibri tra Lega e Movimento 5 stelle. Salvini e Di Maio, divisi sulla Tav, si troveranno a dare attuazione a tante delle promesse che passano dalla legge sulla legittima difesa (contestata dalla sinistra 5stelle), agli ultimi nodi da derimere su quota 100 e Reddito di cittadinanza ancora in attesa di una formulazione definitiva. Se tutto andrà bene il voto su Salvini per il caso Diciotti e la fiducia su Toninelli sigilleranno la pax pentaleghista.

L'acuirsi delle tensioni tra 5stelle e Lega sono figlie della necessità del Movimento di fermare il lento dissanguamento di consensi: a Di Maio serve portare a casa un risultato tangibile dopo il reddito di cittadinanza, misura che si è rilevata meno incisiva di quanto propagandato prima delle elezioni.

Parliamo di sondaggi e torniamo quindi ai numeri: l’ultimo sondaggio Index Research per Piazza Pulita, andato in onda giovedì sera su La7. I dati parlano di una Lega stabile abbondantemente oltre quota 34%, mentre il Movimento 5 stelle viene visto in calo verso il 21%.

sondaggi index piazza pulita 7 marzo 2019

Il Partito Democratico ritornerebbe invece addirittura agli stessi livelli delle politiche 2018, unica forza delle opposizioni a trarre vantaggio. 

Allargando lo spettro e tenendo in consideraziona anche i dati che arrivano da altri istituti demoscopici, si possono rendere più espliciti alcuni trend in corso. 

Come spiega l'agenzia Quorum/Youtrend nella sua Supermedia su base quindicinale, è evidente il calo dei 5 stelle: una costante da tre settimane che ha portato il Movimento al 22,3%.

Sondaggi, la supermedia Youtrend

Un altro dato importante rigurda la Lega di Matteo Salvini che dopo aver raggiunto il consenso di un terzo degli italiani, rimane stabile, quasi a confermare l'approdo ad un livello difficilmente superabile a meno di un netto cambio di orientamento dell'opinione pubblica.

Il calo del M5S si riflette nella crescita del PD che cresce di un punto e mezzo in due settimane, raggiungendo il 19,1%.

zingaretti salvini-2

Il Partito Democratico, che forse beneficia del cosiddetto “effetto primarie” (in particolare la mobilitazione che precede gli ultimi giorni prima del voto ai gazebo) e cresce di un punto e mezzo in due settimane, raggiungendo il 19,1%.

L’area di Governo scende al di sotto del 56% (in calo di un punto e mezzo in due settimane), mentre l’opposizione di centrosinistraarriva quasi a eguagliare il dato aggregato che ottenne alle Politiche 2018 (quando la coalizione guidata dal PD e LeU raggiunsero complessivamente il 26,3%).

Stabile l’opposizione di centrodestra intorno al 15%, che - con il dato aggregato della Lega - oggi varrebbe oltre il 48% dei consensi.

Ultimi sondaggi: dal calo dei 5 Stelle al balzo in avanti del Pd, ecco i trend in atto 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento