Sondaggi, dal boom dei 5 Stelle al 40% di Renzi: quando hanno fatto flop

Se riusciamo a cogliere i cambiamenti di umore dell'elettorato gran parte del merito va proprio ai sondaggi, ma in passato le sorprese alle urne non sono mancate

Luigi Di Maio (ANSA)

I sondaggi sono sempre affidabili? Ovviamente no, lo abbiamo già visto in passato. È però altrettanto vero che se riusciamo a cogliere i cambiamenti di umore dell’elettorato gran parte del merito va proprio al prezioso lavoro dei sondaggisti. E del resto sono gli stessi addetti ai lavori ad ammettere che nei sondaggi un margine di errore è fisiologico. Questo margine solitamente si aggira intorno al 3%, ma è capitato che nei fatti si sia poi rivelato più ampio. 

Le politiche del 2013 sono in questo senso un caso esemplare: prima delle elezioni non c’era sondaggio che attribuisse al M5s una percentuale di consensi superiore al 17%. Il centrosinistra (Pd + Sel) veniva al contrario accreditato del 35-40% dei voti, mentre la coalizione di centro-destra veniva data al 26-27%. 

sondaggi elezioni 2013-2

Sappiamo come andò a finire: la coalizione guidata da Berlusconi riuscì ad ottenere il 29,18 % dei voti alla Camera, contro il 29,55 % della coalizione Italia Bene Comune. Un clamoroso pareggio. E il M5s? Con il 25,56 % il Movimento di Grillo ottenne un consenso che nessuno aveva previsto. Ad onor del vero però già prima delle elezioni il sondaggista Nicola Piepoli dell’Istituto omonimo avvertiva che per quanto riguarda i nuovi partiti i sondaggi elettorali "sono da prendere con le pinze". Insomma, per ammissione degli stessi addetti ai lavori il boom di 5 Stelle era difficilmente prevedibile. 

Le europee del 2014 e il 40% di Renzi (non previsto dai sondaggi)

Alle elezioni europee del 25 maggio 2014 i sondaggi fecero però ancora una volta flop sottostimando - e di molto - l’exploit del Pd. Secondo Ixè il distacco tra Pd e 5 Stelle era di poco più di 4 punti percentuali (32 contro 27,4), mentre per Tecnè si riduceva a due soli punti (29 contro 27). Anche in questo caso sappiamo com’è andata a finire. Renzi ottenne il 40% dei consensi doppiando di fatto i 5 Stelle (21,16%) e polverizzando gli altri partiti. 

Sondaggi, le politiche del 2018 e il nuovo boom dei 5 Stelle

Torniamo a tempi più recenti. Prima delle politiche del 4 marzo 2018, la media dei valori degli ultimi sondaggi elaborata da YouTrend vedeva il M5s al 28,1%, il Pd al 22,8, la Lega al 13,4 e Forza Italia al 16,1%. Le urne hanno restituito un risultato diverso, ma non drasticamente diverso. A conti fatti possiamo dire che 5 Stelle e Lega sono stati sottostimati, mentre il Pd è stato leggermente sovrastimato.  Il M5s ha raccolto infatti il 32,6% di voti alla Camera, con i dem inchiodati al 18,7. Ma in questo caso il margine di errore – nell’ordine di 3-4 punti percentuali - è più o meno in linea con l'indicazione contenuta negli stessi sondaggi. 

sondaggi elezioni 2018-2

Verso le elezioni europee

E poi, come dicevamo, c’è l’altra faccia della medaglia: sono stati proprio i sondaggisti a prevedere il boom della Lega – un partito che prima dell’elezione di Salvini a segretario sembrava morto e sepolto – e sono stati sempre i sondaggi a certificare, alla fine della scorsa legislatura, che le fortune di Renzi e del Pd stavano scemando. Cosa succederà alle prossime europee? Per ora la tendenza fotografata dagli istituti di sondaggi è chiara ed evidente: c’è un partito che vola (la Lega) e tutti gli altri che arrancano. Ma la strada da qui al 26 maggio è ancora lunga. 

Tutti gli ultimi sondaggi

Sondaggi, dalle (cinque) stelle alle stalle: M5s in crollo costante, l'incubo è il 20 per cento

Sondaggi Europee, doccia fredda per Di Maio e Salvini: c'è una sola maggioranza possibile

Sondaggi, Lega al 33% e M5s al 23%

Sondaggio 31 gennaio 2019 ("Il reddito non basta, nuovo calo del M5s")

Sondaggio 29 gennaio 2019 ("Di Maio surclassato da Salvini")

Sondaggio 28 gennaio 2019 ("Si allarga la forbice tra Lega e 5 Stelle")

Sondaggio 24 gennaio 2019 ("Governo per la prima volta in sofferenza")

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il concorso “per tutti” (o quasi): 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Imu e Tasi, ci sono novità: rischio stangata, ma per alcuni sarà conveniente

Torna su
Today è in caricamento