Sondaggi, "febbre Salvini": è al 37 per cento (e nessuno crede più alla crisi di governo)

Il Carroccio vola al nuovo record storico secondo l'ultimo sondaggio di Swg per il Tg La7. M5s risale al 18,4 e Pd al 22,8. Vertice a Palazzo Chigi, governo avanti. Salvini: "Mai avuto dubbi". Nel centrodestra Fratelli d'Italia e Forza Italia, entrambe in calo, sono appaiate

ANSA/DAL ZENNARO

Secondo l'ultimo sondaggio di Swg per il Tg di La7 condotto da Enrico Mentana, la Lega vola nei sondaggi e sfonderebbe addirittura quota 37. Il partito guidato da Matteo Salvini è al 37,3 per cento, record storico (un altro, dopo quello della scorsa settimana) in crescita di quasi un punto percentuale in sette giorni. Ma nel centrodestra la vera notizia è che se si votasse oggi, Fratelli d'Italia ha ormai affiancato Forza Italia. Il partito di Silvio Berlusconi è al 6,3 per cento, in calo di uno 0,6 in una settimana, mentre la formazione politica di Giorgia Meloni perde lo 0,3 per attestarsi anch'essa al 6,3 per cento. Di fatto, la Lega prosciuga consenso a entrambi i partiti.

Ultimi sondaggi: M5s al 18,4 e Pd al 22,8 per cento

Il Movimento 5 stelle risale fino al 18,4 per cento, guadagnando quasi un intero punto in soli sette giorni. Una buona notizia in casa pentastellata dopo il brusco stop delle elezioni europee. Ma resta la terza forza, perché il Partito democratico, in calo, lo precede al 22,8 per cento. 

1-72-73

Nulla da segnalare sul fronte dei partiti minori, +Europa, Verdi e Sinistra sono tutti al di sotto del 3 per cento. +Europa guadagna lo 0,1 e "balza" al 2,8 per cento, i Verdi lo 0,2 (e sono ora al 2,8 per cento) e la Sinistra perde lo 0,2 scendendo all'1,5 per cento. Da segnalare che il 35 per cento degli interpellati da Swg per quest'ultimo sondaggio politico "non si esprime". 

2-9-31

Vertice a Palazzo Chigi: governo avanti

Unità ritrovata nella squadra di governo (per adesso). "Obiettivo comune è evitare l'infrazione garantendo la crescita, il diritto al lavoro e il taglio delle tasse". Sono le parole del vicepremier Matteo Salvini al termine del vertice, durato quasi due ore, con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e Luigi Di Maio. E' andato "tutto bene", aggiunge Salvini, "l'incontro" è stato "positivo". Alla domanda se il governo andrà avanti, il ministro dell'Interno replica: "Mai avuto dubbi". "Non ci sarà nessuna manovra correttiva e nessun aumento di tasse" assicura. Stessi toni anche dall'altro vicepremier Luigi Di Maio. "Lo spirito è buono, di chi vuole lavorare al massimo per l'Italia'' ha detto, ribadendo che ''la priorità in questo momento è abbassare le tasse e lavoreremo per questo''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello di ieri sera è stato il primo confronto a tre dopo le elezioni europee del 26 maggio scorso. "Nel corso della riunione è stata operata una ricognizione delle questioni più urgenti e delle iniziative necessarie a rilanciare l'azione di governo per il resto della legislatura" si legge in una nota di Palazzo Chigi. "Il confronto - viene spiegato - è stato aperto e molto concreto". Nel corso del vertice "si è concordato di portare" mercoledì "in Consiglio dei ministri il decreto sicurezza bis, considerato che su di esso era già stata anticipata dal Presidente la disponibilità a portarlo all'esame del primo Consiglio utile, nella versione da ultimo concordata proprio a ridosso della consultazione elettorale europea". "Si è", inoltre, "concordato di accelerare sulla proposta legislativa sul salario minimo, attualmente in discussione presso la competente Commissione al Senato". "Il Presidente e i Vicepresidenti torneranno a riunirsi nei prossimi giorni per completare il piano di azione da perseguire sino alla fine della legislatura". Sarà necessario, infine, "un incontro con i tecnici del Mef e il ministro Tria per mettere a punto una strategia da adottare nell'interlocuzione con l'Europa, volta a evitare una procedura di infrazione per il nostro Paese, e per impostare una manovra economica condivisa".

Dai sondaggi una spinta al partito di Conte: "Può puntare al 12 per cento"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

  • Ritrovano il figlio rapito 32 anni fa: la gioia incontenibile dei genitori

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 21 maggio 2020

  • Test sierologici, solo 1 su 4 finora ha detto sì: "Se ricevete una chiamata da questo numero rispondete"

Torna su
Today è in caricamento