Sondaggi, ride solo Renzi: l'autunno inizia male per Pd e Movimento 5 stelle

Italia Viva al 6,4 per cento secondo D'Alimonte. Lega primo partito al 33,5 per cento, ma con la concreta impossibilità di poter "passare all'incasso" alle urne. Il Pd dopo la scissione perde il 2,6 per cento e per il M5s l'effetto galvanizzante del Conte bis è già finito

Ansa

Buone notizie per Matteo Renzi dagli ultimi sondaggi politici. Italia Viva potrebbe contare già su un interessante 6,4 per cento secondo un sondaggio Winpoll-Sole 24 Ore del professor Roberto D’Alimonte. Più di quel 5 per cento di cui si è parlato fino a oggi e comunque in crescita. Il 75 per cento dei voti sarebbero di fatto sottratti a +Europa, Pd e Forza Italia.

Sondaggio Winpoll-Sole24Ore: Italia Viva al 6,4 per cento

Italia viva dimezzerebbe gli elettori potenziali di Emma Bonino secondo le intenzioni di voto rilevate nella giornata di sabato. La nascita di Italia Viva si fa sentire in casa dem. Il Pd dopo la scissione perde infatti il 2,6 per cento (dal 23,3 per cento del 14 settembre passa al 20,7 per cento del 21 settembre). L'effetto Renzi quindi dimezza i consensi + Europa ma fa perdere consenso anche a quel che resta di Forza Italia. Gli elettori di Italia Viva nel dettaglio provengono: 23,4 per cento da Forza Italia, 25 per cento dal Partito Democratico, 28,1 per cento da + Europa.

Ultimi sondaggi: Lega al 33,5 per cento, M5s al 15,1 per cento

La Lega resta ampiamente il primo partito nello scenario politico attuale, almeno sul fronte sondaggi, con il suo 33,5 per cento, ma con la concreta possibilità di non poter "passare all'incasso", alle urne, ancora a lungo. Secondo D'Alimonte il M5s non cresce, e tiene a fatica un 15,1 per cento. Non un bel segnale per i pentastellati, perché solitamente nelle prime settimane di vita di un esecutivo i sondaggi premiano e non poco i partiti della maggioranza 

“A livello di schieramenti, l’area di centro sinistra, prima dell’arrivo di Italia Viva - sottolinea il professor D’Alimonte per il quotidiano di Confindustria  - valeva il 27,7, ora vale il 29,7 per cento”. 

D’Alimonte poi osserva: “Il partito di Renzi avrebbe avuto bel altra consistenza se fosse nato nel 2012 all’indomani della sua sconfitta nelle primarie contro Bersani. A quell’epoca la sua immagine era quella dell’uomo nuovo, il rottamatore. Aveva intercettato lo spirito dei tempi. Avrebbe potuto essere l’antesignano di Macron”.

Il mondo moderato però pensa positivo: "Sono sempre più convinto di aver aderito a Italia Viva. E` un movimento giovane, che sarà scelto da milioni di italiani non con la pancia, ma con la testa, per il suo programma e per quello che farà per il paese". Lo afferma in una nota il leader dei Moderati, Giacomo Portas. "Da addetto ai lavori - aggiunge - dico che i sondaggi, quelli veri, già stanno rivelando piacevolissime sorprese".

sondaggio winpoll sole 24 ore-2

Fonte: Sole24Ore/Winpoll

Conte ospite a casa Meloni, il grido dalla platea: "Elezioni, elezioni"

Guarda anche

Renzi silura Bankitalia e Consob: in tour affronta i contestatori delle banche venete

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il concorso “per tutti” (o quasi): 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Imu e Tasi, ci sono novità: rischio stangata, ma per alcuni sarà conveniente

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

Torna su
Today è in caricamento