Terzi alla Camera: "troppi tagli, poche risorse"

Il ministro degli Esteri chiamato a riferire sui casi Nigeria e marò attacca il precedente governo. "Farnesina depotenziata, mancano personale e fondi"

"Negli ultimi due anni il personale di ruolo è diminuito di circa mille unità e altre 1.300 unità, su un totale di 4900 impiegati di ruolo, saranno perse nel 2012 e nel 2013".

E' sulle risorse della Farnesina in forte e rapida diminuzione il campanello di allarme suonato questa mattina dal ministro degli Esteri Giulio Terzi durante l'audizione alla Camera sui due casi del momento: il blitz in Nigeria e i marò in India. Venendo agli stanziamenti di bilancio per l'Unità di crisi, questi "sono diminuiti da oltre 7milioni e mezzo di euro nel 2006 a circa 5 nel 2011".

E' chiaro l'attacco al precedente governo Berlusconi: "Le integrazioni attribuite dal decreto missioni si sono ridotte da 15 milioni di euro nel 2009 agli 11 attuali, di cui 10 assorbiti totalmente dalle missioni di protezione e scorta". E considerando che "maggiore è la realtà di globalizzazione di un paese, più si è esposti, soprattutto noi che abbiamo collettività così grandi e lavoratori così numerosi all'estero", mai come oggi "è necessario investire per la sicurezza dei nostri connazionali nel mondo".

Si è trasformata così in una questione di scelte politiche e stanziamenti economici l'informativa del ministro Terzi chiamato a riferire alla Camera sui due casi del momento.  Mettere i numeri uno di fianco all'altro è stato il modo scelto dal ministro per rispondere a quanti, soprattutto dai banchi della Lega Nord, hanno chiesto a Terzi di fare chiarezza "per capire come e se il nostro Paese è in grado di tutelare i nostri cittadini che in altre parti del mondo sono vittime di sequestri di bande criminali".

Venendo poi al caso Nigeria, Terzi ha spiegato che per quanto riguarda il blitz in cui è stato ucciso Franco Lamolinara, "Italia e Regno Unito continueranno a essere fianco a fianco nella lotta contro ogni forma di terrorismo" confermando che il 22 marzo il ministro degli Esteri britannico, William Hauge, sarà a Roma.

Per quanto riguarda i marò detenuti in India, Terzi ha voluto esprimere "profondo cordoglio e solidarietà" per le famiglie dei due pescatori indiani uccisi nell'incidente. Solidarietà e cordoglio che esprimerà personalmente alle famiglie "non appena le tensioni e l'emotività del momento si saranno attenuate". 

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

I più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Tina Cipollari pazza d'amore, regalo super lusso per i 50 anni di Vincenzo Ferrara (FOTO)

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

  • Incidente tra auto e camion: morti tre amici, tutti giovanissimi

Torna su
Today è in caricamento