L'ex ministro Trenta lascia la casa delle polemiche: "Ma è tutto in regola"

L'annuncio dell'ex ministro della Difesa dopo le polemiche: "Mio marito ha rinunciato al diritto all'alloggio. Sono una persona perbene. Forse da ministro ho dato fastidio". E sul Movimento 5 stelle: "Non sono stata trattata bene, ma Di Maio ha capito le mie ragioni"

L'ex ministro della Difesa Elisabetta Trenta al Senato durante il question time, Roma, 18 luglio 2019. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

"Mio marito, pur essendo tutto regolare, e sentendosi in imbarazzo, per salvaguardare la famiglia ha presentato istanza di rinuncia per l'alloggio". Così, intervistata su Radio 24, l'ex ministro della Difesa Elisabetta Trenta, dopo le polemiche sulla permanenza nella casa che le era stata assegnata quando era stata nominata alla guida della Difesa. "Lasceremo l’appartamento nel tempo che ci sarà dato per fare un trasloco e mettere a posto la mia vita da un’altra parte. Sono una cittadina come gli altri, chiedo e pretendo rispetto", ha dichiarato.

L'ex ministro Trenta lascia la casa delle polemiche a Roma

"Forse da ministro ho dato fastidio, ma non voglio alimentare polemiche", ha aggiunto Trenta, sottolineando che la vicenda dell’alloggio di servizio è stata strumentalizzata, così come l’intervista pubblicata ieri dal Corriere della Sera. "Sono una persona perbene. La mia faccia è pulita, non smetto di fare politica e di essere del Movimento 5 stelle: uno vale uno. Se decido di prendermi una pausa di riflessione, poi capirò cosa fare", ha sottolineato per cercare di chiarire la vicenda dell'alloggio di servizio che le era stato assegnato quando era al governo e che da lei sarebbe passato al marito militare dopo la fine del suo mandato.

A proposito di Movimento, l'ex ministro ha voluto chiarire: "Non sono stata trattata bene, ma io nei valori del Movimento ci credo e non ho nessuna intenzione di abbandonarlo". E sul leader Luigi Di Maio: "Abbiamo parlato e lui ha capito le mie ragioni".

Sulla questione dell'alloggio a Roma, la Trenta ha voluto infine precisare: "Si sta lasciando passare l'idea che l'ex ministro abbia mantenuto la casa di servizio: è falso. Quell'alloggio è stato assegnato temporaneamente a mio marito. Ci dormo perché sono la moglie. E' stato assegnato a mio marito perché lo prevede un regolamento, ha le caratteristiche per usufruire di quella assegnazione. Mentre c'è Venezia che affoga, e sappiamo il motivo, si parla per giorni sul nulla di un ex ministro. Vorrei che la stampa avesse un ruolo diverso", ha concluso.

La Procura militare, intanto, ha aperto un fascicolo a modello 45, senza indagati né ipotesi di reato: secondo quanto si apprende, si tratta di un’indagine meramente conoscitiva per compiere i dovuti accertamenti sul caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 14 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento