Tridico all'Inps: per il dopo Boeri c'è il papà del reddito di cittadinanza

Pasquale Tridico è il consulente di Luigi Di Maio per il reddito di cittadinanza. Con Tridico alla direzione dell'Inps Di Maio avrà un proprio uomo nella stanza dei bottoni dell'istituto di previdenza da cui dipenderà la gestione concreta del sussidio

Pasquale Tridico commissario Inps, Francesco Verbaro subcommissario, pronti - in seconda battuta - ad assumere la governance dell'Istituto di previdenza. Sarebbe questo l'accordo raggiunto dal Movimento 5 stelle e Lega per la sostituzione di Tito Boeri alla guida dell'Inps il cui mandato è scaduto sabato.

A quanto apprende l'Adnkronos da fonti di governo, il vicepremier e ministro Luigi Di Maio ha firmato il decreto ministeriale con le nomine. Tridico e Verbaro assumeranno poi -trascorsi 45 giorni- il ruolo, rispettivamente, di presidente e vicepresidente. Quello in cdm, viene spiegato, non è un passaggio obbligato.

Chi è Pasquale Tridico

A Marzo prima delle elezioni politiche Pasquale Tridico era stato indicato dal leader del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio come ministro del Lavoro e del Welfare di un eventuale governo pentastellato. Dopo le elezioni aveva rifiutato l'incarico per l'assenza, nel contratto di governo, del ritorno dell'articolo 18.

Nato il 21 settembre del 1975 a Scala Coeli, un piccolo comune in provincia di Cosenza, Pasquale Tridico è stato il super consulente di Luigi Di Maio sul reddito di cittadinanza. Del nuovo sussidio disse:

"Grazie alla nostra misura almeno 1 milione di persone che attualmente non cercano lavoro ma sarebbero disponibili a lavorare (i cosiddetti ‘inattivi’ e scoraggiati) verranno spinti alla ricerca del lavoro attraverso l’iscrizione ai Centri per l’Impiego e andranno così ad aumentare il tasso di partecipazione della forza lavoro".

Con Tridico alla direzione dell'Inps Di Maio avrà un proprio uomo nella stanza dei bottoni dell'istituto di previdenza da cui dipenderà la gestione concreta della nuova misura di contrasto alla povertà.

Economista e professore all'università di Roma Tre ha partecipato spesso a eventi e convegni del MoVimento 5 Stelle. Del Jobs Act disse: "L'occupazione non viene creata da norme ma da investimenti".

Un altro cavallo di battaglia del professor Tridico era il salario minimo orario. "Una mossa per sradicare sfruttamento e precarietà, che negli ultimi anni sono cresciuti enormemente, e dare anche un impulso alla domanda interna".

Pasquale Tridico

Come si legge nel curriculum pubblicato online Tridico dopo la laurea in Scienze politiche alla Sapienza ha conseguito un master in Economia e relazioni internazionali .

Quattro le monografie a sua firma. L'ultima, “Economia del lavoro”, è appena stata pubblicata da Mondadori Università. Come ricorda ilsole24 Ore "contro la stagnazione, che ora è diventata recessione tecnica, Tridico suggerisce tre ricette: usare la leva di politica fiscale, invece della politica monetaria e del Qe; attuare politiche di redistribuzione del reddito e aumenti salariali che compensino la scarsa domanda aggregata; sviluppare un programma di investimenti pubblici. Tradotte in Italia: invertire la strada imboccata con il Jobs Act e con il decreto Poletti sui contratti a tempo determinato".

  • Professore Ordinario in Politica Economica, Dipartimento di Economia, Università Roma Tre (abilitazione dal 2013)
  • Professore Associato in Politica Economica (2015-2018), Dipartimento di Economia, Università Roma Tre
  • Ricercatore in Economia Politica (2009-2014), Dipartimento di Economia, Università Roma Tre
  • Dal 2018: Direttore del Centro di Ricerca di Eccellenza Jean Monnet "Labour, Welfare and Social Rights" 
  • Dal 2016: Coordinatore della Laurea Magistrale Mercato del lavoro, relazioni industriali e sistemi di welfare
  • Direttore (2013-2018) del Master "Human Development and Food Security"
  • Dal 2013: Jean Monnet Chair in European Economic Studies
  • Dal 2012: Segretario Generale dell'Associazione accademica europea EAEPE (eletto)
  • Fulbright Scholar, New York University, 2010-11
  • Dottorato di ricerca in Economia Politica (2004), Università Roma Tre, Dipartimento di Economia
  • Marie Curie Fellow, Sussex University, 2002-2003
  • Insegnamenti: Economia del lavoroPolitica EconomicaEconomic Growth and Welfare Systems, Development Economics (Master HDFS)

Tito Boeri, il bilancio di un mandato

Tito Boeri, 60 anni, era stato nominato alla guida dell’INPS dal governo Renzi alla fine del 2014 quando scelse uno dei più celebri economisti italiani. Professore di Economia del lavoro, ha svolto ricerca all’Università Bocconi, è stato presidente della fondazione Rodolfo Debenedetti e ha svolto incarichi di ricerca o consulenza al Fondo Monetario Internazionale, alla Banca Mondiale, alla Commissione europea e all’OCSE.

tito boeri busta arancione-2

Nei cinque anni della sua presidenza, non sonon mancati scontri energici tra Boeri e i governi in carica.  Come ha raccontato nella sua ultima intervista concessa a Repubblica, Boeri ha agito avendo come punto focale la difesa del bilancio dell'Inps opponendosi alla richiesta di maggiori spese senza coperture. Negli ultimi mesi, Boeri è stato particolarmente attivo nel mettere in guarda dai rischi che avrebbe comportato la cosiddetta "quota 100", una riforma troppo costosa e discriminatoria per i più giovani.

Inps e Inail, perché il governo vorrebbe commissariare gli enti di previdenza 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento