I sondaggi verso le Europee: Lega ai massimi storici, M5s a picco

Mentre il voto di maggio si fa sempre più vicino l'unico che può sorridere è Salvini, che dalle Politiche ad oggi ha raggiunto il 35,8%. Ma se da un lato il Carroccio sale, dall'altro i 5 stelle arrancano: ecco i principali motivi

Salvini ad Afragola (FOTO ANSA)

Le prossime elezioni europee per cui si voterà tra il 23 e il 26 maggio 2019 si fanno sempre più vicine, ma quali sono le intenzioni degli elettori? Se si votasse oggi, a chi darebbero la loro preferenza? In uno scenario politico in cui dominano ancora i partiti di governo, Lega e Movimento 5 stelle, l'unico a poter sorridere è Matteo Salvini: secondo gli ultimi sondaggi il Caroccio è ai suoi massimi storici con il 35,8% delle preferenze. Un risultato senza precedenti evidenziato dal sondaggio del Corriere della Sera, in cui i pentastellati figurano in caduta libera, al 25,4%, praticamente 10 punti percentuali sotto i 'colleghi' nell'esecutivo.

I dati snocciolati sul Corsera mostrano un Partito Democratico ancora in difficoltà e alla ricerca di una nuova identità fermo al 17,3%, mentre la discesa in campo di Berlusconi non sembra abbia sortito gli effetti sperati, con Forza Italia che rimane ferma ad un 'misero' 7%. Sarebbero indecisi o astenuti più di 4 elettori su 10. 

Sondaggi, perché la Lega sale e M5s scende

I punti di difficoltà del Movimento sarebbero da ricercarsi nelle divisioni interne, nella grande trasversalità dell'elettorato e nella complessità dei temi che Di Maio si trova a gestire. Mentre la Lega con un elettorato omogeneo e una forza mediatica inedita, sembrerebbe in grado di cogliere i sentimenti forti dell'opinione pubblica. Premierebbero in particolare la linea della fermezza sui migranti e cattura di Cesare Battisti.

Elezioni europee, il grande assente potrebbe essere il simbolo del Pd

Sondaggi, cosa è cambiato dalle Politiche ad oggi

Osservando i dati registrati dopo le elezioni politiche del 4 marzo 2018 e confrontandoli con quelli attuali, non può che balzare all'occhio l'enorme salto in avanti fatto dalla Lega, 'sponsorizzata' dalla potenza mediatica di Salvini: dal 17,4% dello scorso anno siamo passati al 35% di oggi, praticamente un raddoppio di preferenze, 'rubacchiate' un po' agli altri partiti del centrodestra e un po' anche ai delusi di M5s e Pd. Già perché nonostante siano al governo, i pentastellati non hanno goduto dello stesso effetto che ha riguardato la Lega. Di Maio e compagni sono scesi da, 32,7% delle Politiche al 25,4% attuale, con una consistente perdita di circa 7 punti percentuali.

Elezioni, ecco dove e quando si vota nel 2019

La perdita del Pd, nonostante le divisioni interne, è da considerarsi minima, almeno rispetto al 4 marzo scorso. Il Partito Democratico è passato dal 18,7% al 17,3%, una perdita tutto sommato contenuta, se si confronta con quella di altri partiti come ad esempio Forza Italia, che ha dimezzato le sue preferenze dal 14 al 7%. Osservando dall'alto questi numeri si evince che, dalle Politiche ad oggi, tutti i partiti politici italiani hanno perso qualcosa tranne uno: la Lega di Salvini.

Guarda anche

In giro per Milano spuntano tanti "baby-Salvini": la nuova opera di Cristina Donati Meyer

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Ci piacerebbero dei politici che lavorano per risolvere i problemi del Paese e della povera gente, francamente di cosa mangiano e di quanto sono simpatici e sarcastici, non ce ne importa granché", scrive l'artista

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • se il studioso Di Maio voleva incentivare il ( lavoro ) doveva investire i soldi in attività imprenditoriali di vario genere ma non dare le paghette per non fare niente ….facile cosi ! Berlusconi e sapeva qualcosa sebbene ne abbia combinate di tutti i colori ….ma certo non restava sul divano ad aspettare Babbo Natale ! ciao a tutti

  • La cosa che sorprende è che il pd ha così tanti elettori. Ma chi è tanto stupido?

    • ahahahha bellaaa

  • L'astensione sarà del 50 % , il più grande VAF-FA mai inviato dal popolo a tutta la fec-cia della politica.

  • Soltanto uno sciocco potrebbe mai prendere sul serio questi sondaggi, che sono un non-senso sotto tutti i punti di vista, perché se il governo attuale gode di un alto consenso, è perchè sta realizzando il programma elettorale (cosa che gli altri governi non avevano mai fatto), lo stesso programma che in larga parte viene dal programma 5 stelle, integrato con quello della Lega. E' quindi evidente che se veramente gli italiani avessero voluto il programma della Lega, ma non quello del M5S, avrebbero fin da subito votato Lega, e non M5S. Se poi il voto della Lega si è fermato al 17%, e per questo lo si è dovuto al fatto che gli italiani non volevano una alleanza Lega-FI-Fdi, pare abbastanza ovvio che oggi premiano la Lega per essersi staccata da FI e Fdi,, ma se dovesse ritornare ad allearsi con loro, perderebbe voti... in buona sostanza questi sondaggi valgono meno dei tagliandi del superenalotto (non vintenti) dopo le estrazioni!

  • Ma che razza di sondaggi fate, su 800 persone intervistate volete dare una percentuale del genere 35 % (un botto) contro il 17% che ha preso alle elezioni scorse. Tralaltro sta a fa le solite cappellate Salvini, come fa a salire nei sondaggi di così tanto? La risposta è che i Giornalai sono dalla parte di Salvini

    • Per arrivare a dire che i "giornalai" sono dalla parte di Salvini, devi soffrire di gravi disturbi, oppure essere un bugiardo seriale ovvero elettore del PD. E da prima delle elezioni che l'intero mondo dell'informazione vomita ogni giorno insulti, attacchi, proteste, minacce, ricatti contro la Lega e Salvini, nonchè il governo.

  • idee buone per l'Italia e fatti concreti cosi vanno avanti a governare se vogliono …...bravo Salvini ciao a tutti

    • 49 milioni da dare all'Italia e lui risponde che i soldi sono partiti per honolulu non mi sembrano idee geniali.

  • Salvini, non penserai mica di rimetterti con Mr. Sorriso? Quel partito di faccendieri fa parte della politica del passato del far nulla e gli italiani ne hanno le tasche piene.

Notizie di oggi

  • Economia

    Reddito di cittadinanza e bonus per chi assume: cortocircuito nel mondo del lavoro

  • Economia

    Operai sul campanile per protesta: "Il reddito di cittadinanza per noi licenziati non c'è"

  • Politica

    Sondaggi, un elettore del Movimento 5 stelle su due non rivoterebbe Di Maio

  • Economia

    Pensione di cittadinanza, doppia beffa: cosa dice lo studio della Uil

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza, fioccano le "lamentele" per l'importo dell'assegno

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 18 aprile 2019

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 16 aprile 2019

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 13 aprile 2019

Torna su
Today è in caricamento