Codice rosso, approvata la "via preferenziale" per le denunce di violenza sulle donne

Cosa prevede il provvedimento del governo contro le violenze sulle donne: tempestività, corsia preferenziale per le denunce, un fondo per le vittime di violenza e centri regionali di pronto intervento

Una corsia preferenziale per aiutare le donne vittime di violenza e azzerare i tempi di reazione della giustizia rispetto alla denuncia dei reati, che si parli di stalking, maltrattamenti o violenza sessuale. Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge denominato "Codice rosso" scritto dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, in collaborazione con la ministra della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno.

I reati considerati dal disegno di legge sono: violenza sessuale; maltrattamenti; atti persecutori (ovvero stalking); lesioni aggravate quando commesse in ambiente domestico o nell'ambito di una relazione di convivenza. Il provvedimento prevede, tra le altre cose, che entro tre giorni dalla denuncia il magistrato debba sentire la donna che ha sporto denuncia e poi procedere agli accertamenti.

Codice rosso, cosa prevede il provvedimento

codice rosso-2

Il provvedimento che vuole introdurre alcune modifiche al Codice di procedura penale prevede sotto il titolo "disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere" la volontà di assicurare una corsia preferenziale alle denunce di violenza e introducendo altresì procedure rapide per le donne che subiscono maltrattamenti e si affidano alla giustizia.

Maggiore tempestività nell`avvio del procedimento penale, per garantire strumenti più efficaci anche in termini di adozione di provvedimenti cautelari o di prevenzione. La proposta, infatti, prevede che la polizia giudiziaria dia immediata comunicazione al pm della notizia di reato e il magistrato avrà l'obbligo di ascoltare l'autrice della denuncia entro tre giorni. Le indagini partiranno immediatamente per maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate, avvenute in casa.

Il ddl sul ‘Codice rosso’ ispirato al lavoro di 'Doppia Difesa'

Sul fronte della prevenzione e del perseguimento dei reati è previsto un sistema di formazione per gli operatori delle forze dell'ordine che trattano questo tipo di procedimenti, una preparazione specifica all`interlocuzione con le vittime.

Sono stati inoltre stanziati per il 2019 33 milioni di euro per istituire un fondo speciale per le vittime di violenza. Verranno aperti centri regionali di pronto intervento per dare supporto legale e psicologico per le donne che lamentano episodi di violenza".

Codice rosso, il testo del provvedimento (PDF)

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • secondo me tale provvedimento introdurrà distorsioni nel sistema

Notizie di oggi

  • Mondo

    È falso che la presenza di Ong nel Mediterraneo spinga più migranti a partire

  • Politica

    Migranti, Di Maio e Di Battista contro la Francia: "L'Italia è sola"

  • Politica

    "Non mi candido": Di Battista se ne va in India (e attacca la Lega)

  • Economia

    Sciopero generale dei trasporti pubblici: quattro ore di stop, fermi bus e metro

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 20 al 27 gennaio 2019

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 15 gennaio 2019

  • Fabrizio Corona: "Gli psichiatri mi dissero che Carlos non è un bambino come tutti, andai da Belen"

  • Benzina e diesel, ci sono brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 17 gennaio 2019

Torna su
Today è in caricamento