"Noi non stiamo con Salvini": perché tanti vip si schierano contro il ministro

La rivista Rolling Stone ha chiamato a rapporto cantanti e personaggi della tv e della cultura per dire "no" alle severe politiche che sta portando avanti il ministro dell'Interno. Lui replica: "Multimiliardari, se vogliono possono spalancare le porte delle loro ville"

Matteo Salvini

La chiusura dei porti, l'intransigenza sul problema immigrazione, la proposta del censimento dei rom. Sono solo alcune delle "salvinate" che stanno spaccando a metà l'opinione pubblica, un terremoto che scuote l'Italia da nord a sud risvegliando le coscienze assopite dagli ultimi anni di un governo sottotono.

Bisogna riconoscere al nuovo governo giallo-verde, infatti, quantomeno il merito di aver dato uno scossone in grado di risvegliare il Paese intero, e l'onda sismica ha un nome preciso: Matteo Salvini.

A destarsi per primi sono gli artisti, complice quella responsabilità civica di cui si investono in nome della popolarità. Il mondo della musica, dello spettacolo e della cultura non resta in silenzio davanti alle severe politiche sull'immigrazione che sta portando avanti il ministro dell'Interno. E' lungo l'elenco dei personaggi che attraverso la rivista musicale Rolling Stone si schierano contro il pugno duro del Ministro dell'Interno.

Claudio Amendola su Salvini: "Non voglio far parte di un Paese che chiude i porti"

"Noi non stiamo con Salvini", si legge sulla copertina del mensile in edicola oggi. Una copertina con i colori dell'arcobaleno e con cui la rivista prende una posizione netta. "Noi non stiamo con @matteosalvinimi. Rolling Stone si schiera - si legge in un tweet - e insieme a noi musicisti, attori, registi, scrittori e da oggi tutti voi". 

rolling stones salvini-3

L'editoriale firmato Rolling Stone, che si può leggere anche online, usa toni fermi: 

"Fa male vedere, giorno dopo giorno, un'Italia sempre più cattiva, lacerata, incapace di sperare e di avere fiducia negli altri e nel futuro. Un'Italia rabbiosa e infelice. Fa ancora più male prendere atto che questa rabbia si è fatta potere. Non vogliamo che il nostro Paese debba trovare un nemico per sentirsi forte e unito. Per questo non possiamo tacere. I valori sui quali abbiamo costruito la civiltà, la convivenza, sono messi in discussione. Ci troviamo costretti a battaglie di retroguardia, su temi che consideravamo ormai patrimonio condiviso e indiscutibile. I sedicenti 'nuovi' sono in realtà antichi e pericolosi, cinicamente pronti a sfruttare paure ancestrali e spinte irrazionali". 

E poi ancora:

"Crediamo che oggi in Italia sia fondamentale prendere una posizione chiara, crediamo che volgere lo sguardo dall'altra parte e aspettare che passi la bufera equivalga a essere complici, crediamo, una volta di più, nel soft power della cultura pop, nella sua capacità di unire, condividere, accogliere. Perciò abbiamo chiesto ad artisti e protagonisti della vita culturale italiana, che tante volte in questi anni abbiamo incrociato e raccontato". 

Ecco l'elenco dei personaggi che hanno aderito alla battaglia di Rolling Stone: Daria Bignardi (scrittrice), Vasco Brondi (cantante), Caparezza (cantante), Ennio Capasa (stilista), Pierpaolo Capovilla (cantante), Chef Rubio (conduttore tv), Max Collini (cantante), Carolina Crescentini (attrice), Marco D'Amore (attore), Costantino della Gherardesca (conduttore tv), Erri de Luca (scrittore), Diodato (cantante), Elisa (cantante), Ernia (rapper), Fandango di Domenico Procacci (casa di produzione), Fabio Fazio (conduttore tv), Anna Foglietta (attrice), Marcello Fonte (attore), Gazzelle (cantante), Gemitaiz (rapper), Gipi (fumettista), Linus (Radio Deejay), Lo Stato Sociale (band), Makkox (illustratore), Fiorella Mannoia (cantante), Vinicio Marchioni (attore), Emma Marrone (cantante), Ermal Meta (cantante), Francesca Michielin (cantante), Motta (cantante), Gabriele Muccino (regista), Negramaro (band), Andrea Occhipinti (produttore e distributore cinematografico), Roy Paci (cantante), Mauro Pagani (musicista), Tommaso Paradiso (cantante), Valentina Petrini (giornalista), Alessandro Robecchi (scrittore), Lele Sacchi (dj), Selton (band), Barbara Serra (giornalista), Michele Serra (giornalista), Shablo (produttore musicale), Subsonica (band), Tedua (rapper), Tre Allegri Ragazzi Morti (band), Sandro Veronesi (scrittore), Daniele Vicari (regista), Zerocalcare (fumettista).

Puntuale la replica di Matteo Salvini, che ha liquidato la crociata vip con poche parole durante una conferenza stampa: "Se qualcuno di questi multimiliardari firmatari di appelli 'radical chic' vuole spalancare le porte delle proprie ville e accogliere chi ritiene opportuno accogliere, lo faccia. Io tiro dritto in nome della sicurezza".

Nella lunga lista Rolling Stone compare anche il nome di Enrico Mentana, che subito dopo si è dissociato sui social: "Il suo direttore mi aveva chiesto l'adesione, e la risposta è stata chiara... 'No'".

Uno in meno contro Salvini, troppo "rock" anche per una rivista "rock". 

Guarda anche

Il video su Salvini e Mussolini realizzato dagli studenti di Palermo in occasione della Giornata della Memoria

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Perché la Professoressa di Palermo Rosa Maria Dell'Aria è stata sospesa? Ecco il video realizzato dagli studenti dell'Istituto Tecnico Industriale di Palermo in occasione della Giornata della Memoria

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (29)

  • L'unico errore di Salvini è stato dire di aprire le loro ville... Le devono vendere, e con i soldi andare nei paesi della gente che vogliono aiutare!

  • Da notare poi che in calce a tutti gli articoli che riguardano Salvini, casualmente l'unico video "GUARDA ANCHE" è sempre quella ridicola pagliacciata di un gruppetto di sfigati che intonano il loro attualissimo e pertinente "bella ciao" come provocazione al neoministro Salvini ("bella ciao" che da Marzo è ormai un leit motiv fisso per i kompagni, per motivarsi e ricompattarsi... del resto hanno solo queste ѕtrоnzate su cui "ritrovarsi"). Che dire: voi di Today siete scaduti ad un livello infimo, come lo è la vostra attitudine censuratoria che vi porta a disabilitare i commenti negli articoli più controversi o da parte degli autori schierati (come il Kompagno Alberto Berlini, aka A.B. o spesso "Redazione"). Stessa attitudine con cui, in meno di un anno, avete sospeso per mesi il mio account per 2 volte. Censura di stampo fascista, direste voi. Siniѕtrоnzа, dico io.

  • Eccoli che risfoderano "lo straccio" multicolore e multipurpose, come si direbbe in inglese, ovvero multiuso. Un tempo era per "la pace", qualche anno fa era per "le coppie di fatto", recentemente per la lotta "contro le discriminazione di genere", di sovente per i "diritti degli omosessuali"; ora è "contro il razzismo". Insomma un po' come la carta igienica: chi ci si pulisce il сulо, chi ci soffia il naso, chi ci si pulisce dopo che ha "smanettato". La minoranza siniѕtrоnzа avverte in modo insopportabile che, ora più che mai, è evidente a tutti che essi rappresentano (con il loro pensiero ed il loro concetto di società e politica) la stragrande MINORANZA del paese. Come è sempre stato, del resto. Ma, ed è palese in questi mesi, controllando in modo capillare e viscerale tutti quei sistemi di "influenzamento" dell'opinione pubblica che comprende la carta stampata e dei media (ovvero la maggioranza delle redazioni giornalistiche e suoi organi di controllo), come il mondo dello spettacolo (ovvero del cinema e della musica, come pure del teatro e le arti in genere), come dello sport e del mondo universitario e dell'istruzione (ovvero docenti, rettori, presidi, psudo-ricercatori/pseudo-assistenti e "kompagnia" varia), nonchè tutto quel nuvolo di istituzioni (o pseudotali) e dell'associazionismo (di parte), hanno e cercano ancora di dar da intendere all'Italia e agli italiani che il pensiero GIUSTO e PREVALENTE è solo IL LORO. Quella forma di malattia mentale egocentrica e dissociativa che si chiama sovversione e predominazione di sinistra, che negli anni ha finanche armato i gruppi rivoluzionari del terrorismo rosso e nei lustri più di recenti ha portato all'antiberlusconismo e ora all'antisalvinismo "senza se e senza ma". Ce li vedo a breve tutti in piazza con una rivisitazione dei girotondi (LOL). Già hanno risfoderato la moda delle magliette; ai tempi d'oro indossarono quella del "IO SONO UN СΟGLIΟΝΕ" (citando la frase di Berlusconi che, in vista delle elezioni disse: «Ho troppa stima nell'intelligenza degli italiani per pensare che ci siano così tanti соɡlіоnі che possano votare contro il proprio interesse»); oggi ci propongono le "magliette rosse" per dirci che, oltre che соɡlіоnі, sono pure masochisti. Ma del resto loro sono "gay friendly" ed evidentemente (a parole) gli piace prenderla nel сulо. Il problema è che quando giunge il momento si scansano sempre e lasciano che a prenderla in quel posto siano il resto degli italiani. Il famoso "comunismo del benessere", oggi anche meglio noto come "radicalchicchismo siniѕtrоnzo", spesso - per non dir prevalentemente - avvezzo a gente che "di sinistra" e "dalla parte del popolo" ha solo la bocca!

  • Spocchiosissimi privilegliati che sputano sentenze e sostengono la parte politica che sempre li ha favoriti nelle loro carriere (spesso fondate su talenti men che mediocri, ma artatamente pilotate per ragioni di opportunità propagandistica). Decisamente il volto più odioso - insieme alla magistratura politicizzata - di un'oligarchia politica che odia il popolo italiano, e che percependo l'imminenza della propria fine esprime il suo disprezzo senza più veli, per bocca di questi suoi rappresentanti. Nessuna paura: non appena il mutamento sarà compiuto, delle velleità di questi "signori" non resterà manco il ricordo, e faranno a gara per ripulirsi e dar prova di obbedienza al nuovo ordine (come già avvenne dopo la fine della seconda guerra mondiale).

  • Ora abbiamo l elenco tutti a lavorare nei centri di raccolta

  • Gentaglia ricca che si lava la coscienza facendo i buonisti Andate a lavorare

  • ... maledetti comunisti col rolex ...!! Forza Salvini estirpa questi maledetti...!!

  • Noi popolo gente normale che lavora che produce che non dwlunque e che paga le tasse invece si,stiamo con Salvini.

  • Avatar anonimo di Miqui
    Miqui

    Che bravi vip buonisti di facciata poi si barricano nel loro lusso lontani da tutto e tutti! Date il buon esempio, siete cosi altruisti e ricchi di consigli che dare il buon esempio per voi è il minimo! Aprite le vostre numerose ville e date i vosti soldi per mantenerli! Fa bello. Pensate che nn fate lo stesso per i milioni di italiani in difficoltà che nessuno aiuta... voi in primis

  • me ne frego dei radical chic..contro Salvini a prescindere

    • A prescindere cosa zecca rossa

  • Non appartenendo al mondo reale , non posso condividere le idee di chi nel mondo reale ci vive ... ridicoli

    • falsi

  • Bello fare ..........con il fondo schiena degli altri provate a metterci il Vs. e vedrete che goduria

  • Chi vi trattiene fuori dalle palle annatevene siete miliardari e ve lo potete permette .....altrimenti ha ragione Salvini aprite i vostri castelli ed ospitateli inieme tutte le chiese d'italia

    • perché sono ipocriti

  • Questo si chiama democrazia e libertà di pensiero e di opinione in un paese fintamente libero... grazie.... senza controlli, e senza censura ovviamente... fate schifo

  • ... Ma si appunto da qualche pulp- ito, pulp- finction viene la loro paternale? Con i loro conti in banca, credo possano accogliere (olte che permettersi colf, servitù. ecc...) anche qualche migrante... quanta ipocrisia...

  • Tutti quelli che hanno aderito se guardate sono tutte zecche rosse finte perbenista e gente che sta coi centri sociali! Fate due conti!

  • Io non sto con Rolling Stone e non comprerò mai più quella rivistuccola!

  • Chi si credono di essere questi personaggi ? Sarebbe il caso di boiccottarli infischiandosene dei loro programmi, canzoni, film ecc. Se gli piacciono tanto i clandestini, ne accolgano qualcuno nelle loro ville e se ne prendano la responsabilità civile e penale per quello che potrebbero combinare. Gli italiani normali sono stufi dei delinquenti con il permesso di soggiorno per motivi umanitari.

  • più che personaggi stiamo parlando di personaggetti in cerca di visibilità. E' come al solito l'ipocrisia di gente che vive ai parioli circondata da "bella gente", fa gli apericena e torna a casa con l'autista.

  • fatela con gli italiani la stessa indagine....

  • Con il soft power pop dei suddetti personaggi non ci faccio nulla. Devono capire che il Salvini è solo uno dei portavoce del nostro malcontento verso chi ha rovinato l'Italia in tutti i sensi e creando, con il suo falso buonismo, tra la popolazione. Noi, cari vips, non siamo privilegiati come voi, viviamo nelle nostre semplici case, facendo anche lavori umili e uno dei pochi diritti che abbiamo lo abbiamo esercitato con il voto schierandoci non con chi ci ha illusi per anni ma con chi speriamo risolva alcuni dei problemi di cui voi, cari signori, ignorate l'esistenza. Non è paura dello straniero, non è xenofobia, è aprire gli occhi e vivere nella realtà di tutti i giorni. Se avete la fortuna di vivere nel mondo dei puffi, beati voi! Ma non venite a farci lezioni di perbenismo o di moralità, non dopo aver contribuito allo sfacelo dell'Italia. Quando scenderete dai vostri piedistalli vedrete che la realtà è quella che viviamo noi tutti i giorni e non la vostra con i privilegi che ne conseguono. Non c'è niente di male ad averne ma bisogna anche essere onesti ad ammettere di non conoscere certe realtà.

    • Avatar anonimo di Stanco stanco
      Stanco stanco

      concordo pienamente il voto dato è messaggio che la gente non ce la fa più. il colore della pelle, la religione professata, non è il motivo di discussione, il motivo è la fame, la mancanza di soldi per arrivare a fine mese dignitosamente.

      • Esattamente ma pare che solo chi arriva con i barconi dal mare sia degno di pietà e ascolto.

    • standing ovation

      • Non sono mica la Caracciolo, io... :D

      • Grassie grassie!

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Una settimana al voto: cosa succede nell'Europarlamento in caso di Brexit

  • Politica

    Decreto sicurezza bis e diritti umani, Salvini all'Onu: "Fa ridere, è da scherzi a parte"

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

  • Attualità

    Meloni contro Saviano: "Ha sputtanato la città di Napoli e se ne è andato"

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

Torna su
Today è in caricamento