A 12 anni accoltella una donna: “Volevo sapere cosa si provava”

E' accaduto a Sapporo, ne nord del Giappone. Una vicenda assurda, in cui il giovane rischia di passarla liscia: per la legge giapponese i minori di 14 anni non sono considerati punibili dalla legge penale

Foto di repertorio

“Volevo sapere cosa si provava nell'uccidere una persona”: per questo motivo ha preso un coltello e ha aggredito una donna di 20 anni che stava passeggiando per le strade di Sapporo, in Giappone. E sarebbe già di per sé una storia raccapricciante, quella raccontata dall’agenzia di stampa Kyodo, se non fosse che l’accoltellatore è un ragazzino di 12 anni.

I poliziotti sono riusciti a risalire all’identità del ragazzino guardando le telecamere di controllo nell’indagine per tentato omicidio: l’accoltellatore ha seguito la vittima da un centro commerciale fino all’angolo buio in cui è passato l’azione. Il dodicenne è stato affidato a una comunità, per il momento. In Giappone i minori di 14 anni non sono considerati punibili dalla legge penale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto hanno riferito gli inquirenti, il ragazzino avrebbe dichiarato di voler vedere “qualcuno che muore o com’è uccidere qualcuno”. La polizia ha trovato a casa del dodicenne il coltello da cucina usato nell’aggressione, avvenuta alle 18 di sabato 25 novembre. La donna non è in pericolo di vita, ha una prognosi di due mesi.

Fonte: Kyodonews.jp →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento