Sigarette, aumento record: da gennaio 40 centesimi in più a pacchetto

Nel “collegato fiscale” della Legge di Stabilità c’è la sorpresa: un aumento record del costo delle sigarette. Lo scrive Libero

I fumatori sono abituati agli aumenti del costo delle sigarette. Ma quello che si prospetta da gennaio 2014 non sarà un semplice ritocco: sarà un aumento record.

Nel “collegato fiscale” della Legge di Stabilità c’è la sorpresa: un aumento record del costo delle sigarette, 40 centesimi in più a pacchetto a partire da gennaio 2014. Lo scrive Paolo Emilio Russo su Libero.

Il collegato fiscale è il "brogliaccio" cui stanno lavorando i tecnici del Tesoro e che contiene le coperture per gli interventi previsti dalla Legge di Stabilità.

Riconosce il "suo" tumore sul pacchetto di sigarette: salvato dalla foto choc

Dovrebbe essere approvato da un consiglio dei ministri domani e contiene, anche se nessuno se ne è accorto, una bella sorpresa per i fumatori. Da sempre categoria più tartassata dai governi in cerca di soldi «facili», i consumatori delle «bionde» dovranno sorbirsi a partire dal primo gennaio 2014 almeno quaranta centesimi di aumento per ciascun pacchetto.

Un aumento davvero incredibile, soprattutto perché fatto in un colpo solo: è il più alto mai disposto da un governo.

Sigarette elettroniche, la fine è vicina: "I negozi chiudono, la tassazione ci uccide"

Gli aumenti riguardano non solo le sigarette ma anche il tabacco trinciato, sempre più apprezzato dai fumatori per il costo minore.

Non è una semplice stangata sulle accise sui tabacchi, è una “ristrutturazione” del sistema delle accise sul fumo, spiega Libero:

L’ammontare delle tasse sulle «bionde» è da sempre sommatoria di due elementi: un elemento fisso, detto accisa specifica, e un elemento proporzionale al prezzo di vendita al pubblico, detta accisa ad valorem. Le disposizioni contenute nella bozza di collegato fiscale scritta dal Tesoro prevedono un aumento dell’accisa specifica sul prezzo medio ponderato dall’attuale 6% al 30% del totale e cambiano, di fatto, gli equilibri del mercato.



Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)