Quindicenni spietati, anche un disabile vittima della baby gang

Ha appena 15 anni il capo di una baby gang sgominata dalla polizia di Pordenone: tra le accuse spaccio, tentata rapina e truffa

Tentata rapina pluriaggravata, tentata estorsione in concorso, spaccio di sostanze stupefacenti, truffa e appropriazione indebita. Questi le accuse a carico di una baby gang sgominata dalla polizia di Pordenone. I giovani si sarebbero resi responsabili di numerose violenze a danni di adolescenti coetanei e un adulto disabile. 

A capo della banda un 15enne che ora è stato affidato ad una comunità. Un altro giovanissimo, appena 16enne, è stato invece denunciato a piede libero. 

Il provvedimento restrittivo è stato richiesto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste. Disposte anche le perquisizioni a casa degli accusati.

Le indagini dei poliziotti della squadra mobile hanno infatti accertato che le violenze ai danni della vittime cui sotto minaccia di percosse veniva chiesto del denaro. 

Fonte: ilgazzettino.it →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento