Regno Unito, bimba cristiana affidata a coppie musulmane dai servizi sociali: è polemica

La vicenda raccontata in esclusiva dal Times. I genitori adottivi avrebbero tolto alla piccola una collanina con il crocifisso, le avrebbero fatto indossare il velo e vorrebbero che imparasse l'arabo

Una bambina inglese di 5 anni di religione cristiana è stata affidata a due famiglie adottive musulmana che l'avrebbero costretta a indossare il niqab e le sarebbe stato imposto di imparare l'arabo.

La piccola, dopo essere stata tolta alla famiglia d'origine e contro il loro parere, è stata affidata dai servizi sociali di Tower Hamlets, a Londra, a due differenti nuclei familiari di fede musulmana, come scrive The Times. Secondo un operatore dei servizi sociali, la bambina avrebbe supplicato di non essere rimandata dai genitori affidatari perché "non parlano inglese". Inoltre le sarebbe stata tolta una collanina con una croce che portava sempre intorno al collo e non le sarebbe stato permesso di mangiare della pasta alla carbonara, il suo piatto preferito che le era stato preparato dalla madre naturale, perché conteneva del bacon. 

Un amico della madre naturale della piccola ha raccontato al Times: "Si tratta di una bambina bianca di cinque anni. Nata in questo paese, l'inglese è la sua lingua madre, le piace il footbal, ha un passaporto britannico ed è stata battezzata in chiesa. Ha già sofferto il trauma di essere seprata con la forza dalla propria famiglia. Ha bisogno di trovarsi in un ambiente che la faccia sentire sicura ed amata. Invece è intrappolata in un mondo dove tutto le è sconsciuto ed estraneo. E' veramente spaventoso". 
Interrogate dal Times, le autorità di Tower Hamlets non hanno rilasciato alcun commento. 

Fonte: The Times →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento