Avviso fuori dalla pizzeria: "Lasciate a casa i bambini maleducati o cambiate ristorante"

Il messaggio di Gabriele Berbenni, titolare di una pizzeria a Villa di Tirano (Sondrio), per i genitori dei bambini maleducati che disturbano. Firmato: "L'Uomo Nero"

Il ristoratore Berbenni insieme alla fidanzata

"I bambini lasciati incustoditi a correre in giro per il locale che urlano, o in piedi su panche e sedie, disturbano gli altri clienti. Pertanto ci riserviamo il diritto di prenderli in cucina a lavare i piatti con tanto di nastro adesivo sulla bocca". Un messaggio tra il serio e il faceto che però colpisce nel segno e ha creato un dibattito, quello che il giovane ristoratore Gabriele Berbenni ha affisso sulla porta della sua pizzeria "Bagà" a Villa di Tirano, in provincia di Sondrio.

"I clienti che vengono nel nostro locale hanno il piacere di passare il loro pranzo/cena in assoluta tranquillità, senza sottofondi di bambini maleducati che strillano", scrive Berbenni che nel messaggio di firma 'L'Uomo Nero' e che suggerisce ai genitori: "Potete venire a Bagà senza bambini, educare i vostri figli, cambiare pizzeria o starvene a casa vostra".

Non è la prima volta che un ristorante si trova a dover esporre un cartello di questo tipo rivolto ai genitori, anche a rischio di perdere qualche cliente oppure di attirarsi critiche, ma ogni volta la questione ritorna attuale e se ne discute, segno che il problema resta sentito sia da parte dei ristoratori e di chi lavora con loro (visto che la presenza di bambini non accompagnati in giro per il locale può rappresentare un problema per la sicurezza dei piccoli e degli stessi dipendenti impegnati nel servizio con piatti bollenti o posate) sia dai genitori stessi. 

Fonte: SondrioToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento