Bimbi morti in ospedale per un'infezione: lo staff si lavava male le mani

L'indagine degli ispettori sanitari nel Wanaque Center of Nursing and Rehabilitation di Haskell, in New Jersey, ha portato alla luce un comportamento scorretto che potrebbe essere tra le cause di questa epidemia

Foto di repertorio

Ci sarebbe la carenza pulizia dello staff dietro i misteriosi decessi di 10 bambini avvenuti nel centro di riabilitazione del New Jersey, il Wanaque Center of Nursing and Rehabilitation di Haskell. Dal 9 ottobre, giorno in cui è stato segnalato il primo caso di morte per adenovirus, nella struttura è iniziata una vera e propria epidemia. Oltre alle 10 vittime fin qui registrate, ci sarebbero altri 17 bambini che presentano segni dell’infezione, alcuni di questi sarebbero in gravi condizioni. L'ultimo decesso è avvenuto mercoledì 31 ottobre. Come riporta la Cbs, tutti i piccoli pazienti deceduti erano disabili e lungodegenti del centro di cura, con sistema immunitario compromesso. Di norma infatti non si muore di adenovirus, ma per i pazienti immunodepressi la situazione si complica. 

Le indagini

Nel frattempo gli ispettori sanitari hanno effettuato un'indagine all'interno della struttura scoprendo una fattore che potrebbe essere tra le principali cause di questa epidemia. L'ispezione ha fatto emergere che quattro membri dello staff su sei non si lavavano le mani i maniera adeguata. Proprio la scarsa igiene favorisce la diffusione di virus e batteri, che possono diventare fatali se l'epidemia si propaga in una struttura riabilitativa, in cui sono presenti pazienti con sistemi immunitari deboli. Dopo i primi decessi, il centro ha preso nuove forme di precauzioni per proteggere i bambini da nuove infezioni.

Fonte: Cbs News →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento