Spara ai ladri, arrestato per tentato omicidio: "Per noi Bruno è un eroe"

Bruno Poeti, ex poliziotto, è stato arrestato a Grosseto per aver ferito un ladro: per il web è un "eroe" ma è accusato di tentato omicidio

Bruno Poeti

A Grosseto Bruno Poeti, ex poliziotto, è stato arrestato per aver sparato e ferito un ladro: per il web è un "eroe" ma è stato denunciato per tentato omicidio. Ha sorpreso quattro persone entrate nel suo terreno la notte dell'8 febbraio e ha sparato con la sua pistola regolarmente detenuta contro i ladri in fuga, ferendone uno. Su Facebook è stata aperta anche una pagina di solidarietà al 64enne. Dovrà spiegare di fronte al giudice perché ha esploso tre colpi. Il ferito era stato abbandonato dai complici davanti all'ospedale di Grosseto mentre gli altri tre sono stati fermati dalla polizia e trasferiti nel carcere di Sollicciano a Firenze. 

Poeti vive in una casa nelle campagne di Marina di Grosseto e in Maremma, come racconta TgCom24, è diventato un eroe: "Bravo Bruno Poeti facciamolo sindaco", scrie più di qualcuno sui social network. In tutta la zona negli ultimi tempi sono aumentati i furti e le rapine, insieme alla rabbia degli abitanti. 

"E' tranquillo e sereno, ha ricostruito tutto quello che è successo: ha sparato solo tre colpi, uno verso il basso e due in aria - ha detto l'avvocato Adriano Galli, difensore Poeti -. Ha sentito un trambusto ed è uscito dalla porta seminudo e impaurito perché stava dormendo. A quel punto i rapinatori lo hanno quasi aggredito. Uno gli ha lanciato addosso un faretto lampeggiante e un altro brandiva una spranga. E' stato a quel punto che ha sparato ma verso il basso".

L'indagine in corso farà chiarezza.