Cancella la striscia che gli impedisce di svoltare: "Ero stanco di fare il giro lungo per tornare a casa"

I carabinieri lo avevano beccato in strada mentre armato di vernice e pennello ridipingeva la striscia continua per farla sembrare invece tratteggiata, così da poter svoltare a sinistra e imboccare la strada che lo avrebbe portato diretto a casa

I carabinieri lo avevano notato chino a terra, mentre pitturava l'asfalto. Incuriositi, si sono avvicinati e gli hanno chiesto cosa stesse facendo e perché. Alla fine l'uomo ha dovuto confessare: stufo di dover fare un largo giro per tornare a casa, aveva deciso di ridipingere la striscia continua disegnata sulla strada che gli impediva di svoltare a sinistra. Questo accadeva nel 2014, a Perugia. Oggi l'uomo ha ricevuto una condanna a 300 euro di ammenda, comminata "per aver imbrattato la linea segnaletica orizzontale continua in via Fiorenzo di Lorenzo all’altezza di Porta Eburnea, verniciandola con pittura di colore nero a strisce, di modo da far apparire come consentita la svolta in Porta Eburnea dalla corsia di via di Lorenzo diretta a piazza Partigiani”.

Quando i carabinieri lo avevano fermato, l'uomo aveva le mani e le scarpe sporche di vernice e teneva in mano un barattolo di pittura nera, con dentro un pennello. I militari avevano notato "che la striscia bianca longitudinale continua della corsa destra di marcia in direzione della galleria Kennedy, era stato pitturata di colore nero in modo che sembrasse tratteggiata e non più continua, constatando che la vernice era ancora fresca". Messo alle strette, l'uomo, che prima aveva provato a giustificarsi inventando una scusa poco credibile, ha dovuto ammettere di aver ridipinto la striscia perché "infastidito dal fatto che ogni giorno per svoltare a sinistra e imboccare Porta Eburnea per andare a casa sua in via… doveva arrivare fino a piazza Partigiani e tornare indietro, visto il divieto di svolta a sinistra".

Fonte: PerugiaToday →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento