Barcellona, esplode la rabbia dei catalani dopo la condanna degli indipendentisti

Immediatamente dopo l'annuncio delle pesanti condanne per sedizione inflitte dal Tribunale Supremo spagnolo ai leader catalani a Barcellona ​​Girona e Tarragona sono iniziate manifestazioni e mobilitazioni di protesta

Proteste a Barcellona, la folla blocca l'aeroporto el Prat. Foto da video twitter

La Corte Suprema spagnola ha condannato a 13 anni di prigione l'ex vice presidente della Generalitat catalana Oriol Junqueras per sedizione e malversazione nell'ambito del processo per il referendum -considerato illegale da Madrid - dell'ottobre del 2017 e la successiva dichiarazione di indipendenza della Catalogna.

In tutto sono stati condannati otto dei 12 leader catalani a processo tra cui la presidente del Parlamento catalano e i due leader delle formazioni catalane Anc e Omnium, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart.

Riattivato inoltre il mandato di arresto europeo dell'ex presidente della Generalitat Carles Puigdemont, rifugiato in Belgio dopo essere stato incriminato per ribellione nel marzo del 2018. La Germania - dove l'ex presidente del governo catalano era stato arrestato - si era rifiutata di estradarlo in Spagna per rispondere al reato di ribellione, per il quale rischiava fino a 25 anni di carcere. Con Puigdemont sono sei i leader catalani rifugiati all'estero.

Puigdemont aveva definito le pene detentive un'atrocità invocando la reazione del popolo catalano. 

Immediatamente dopo l'annuncio a Barcellona sono iniziate manifestazioni e mobilitazioni di protesta. Gli studenti universitari hanno interrotto le elezioni e dai diversi atenei della città sono partiti cortei diretti a Plaza Cataluna. Sono in corso altre mobilitazioni e manifestazioni spontanee. Anche all'aeroporto internazionale del Prat, dove l'organizzazione Tsunami Democràtic ha convocato i manifestanti per bloccare al Terminal 1 per "mostrare all'Europa ed al mondo il nostro rifiuto delle sentenze".

Manifestazioni a Barcellona, ​​Girona, Tarragona e Lleida

La polizia aveva ordinato il blocco dei treni e della metro diretti all'aeroporto ma centinaia di giovani hanno cominciato ad avviarsi a piedi verso l'aeroporto. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Solidarietà è stata espressa anche dal club calcistico catalano del Barcellona.

Fonte: La Vanguardia →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento