Il sessismo anche sulle bustine di zucchero al bar: "Belle gambe, a che ora aprono?"

Polemica per la frase riportata sulle bustine di zucchero distribuite in un bar del tarantino, condivisa su Facebook dalla pagina "Donne a Sud"

Foto Facebook "Donna a Sud"

“Che belle gambe! A che ora aprono?”. Questa la frase sessista comparsa a mo’ di freddura sulle bustine dello zucchero distribuite in un bar nel tarantino e che, dopo una segnalazione su Facebook, ha iniziato a circolare sul web suscitando ancora una volta indignazione.

A condividerla la foto con la bustina incriminata è stata la pagina Fb Donna a Sud, che sta provando a risalire al locale in questione. “È impossibile risalire all’azienda sponsor, quindi per logica si può pensare a bustine appositamente personalizzate per tirare un ‘sorrisino’ all’habitué di turno, scusante di un marketing di basso profilo”, si legge nel post condiviso dalla pagina.  “Non siamo riuscite, per ora, a risalire al distributore ‘misogino’ tale da rendere un dolcificante un amaro in bocca. Gaffe, ironia, arretratezza non vanno permesse in nessun caso neanche davanti a un caffè, altrimenti si contribuisce a diffondere pregiudizi sessisti”.

Sotto al posto diversi commenti sdegnati, con molte donne che intendono boicottare il locale qualora venisse fuori il nome, mentre c’è anche chi insorge per difendere quella che definisce una “battuta scontata” e chi invece prova ad argomentare circa il fatto che la frase potrebbe non essere riferita direttamente a una donna (a riprova quindi del fatto che non sarebbe sessista ma, ancora una volta, soltanto una "semplice" battuta) e chi invece tira in ballo il solito benaltrismo, sminuendo la portata dalla vicenda.

Fonte: Donne a Sud →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento