homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Chiuso in cantina per 20 anni dai fratelli: gli rubavano la pensione

Il fatto a Siviglia. L'intervento della polizia è avvenuto per puro caso: ora i due fratelli aguzzini sono stati arrestati, come racconta El Paìs

L'hanno trovato nudo su un materasso, magrissimo, con alcuni secchi e bottiglie per i suoi bisogni. Rinchiuso in cantina dai suoi stessi fratelli per 20 anni. E tutto questo per rubargli la pensione di mille euro.

La storia dell’orrore viene da Siviglia dove, come racconta El Paìs, un uomo di 58 anni è stato trovato e tratto in salvo, quasi per caso, dalla polizia nello scantinato di una casa situata nell’hinterland della città andalusa. Al piano di sopra c’erano i suoi fratelli maggiori, un uomo di 76 anni e una donna di 61, che vivevano a sue spese, mentre lui era segregato sotto chiave in quel seminterrato buio e sporco.

Non aveva neppure un bagno: gli agenti lo hanno trovato nudo, rannicchiato su un materasso e circondato da bottiglie di plastica, in cui era costretto a fare i suoi bisogni. La liberazione è avvenuta per puro caso, grazie ad una chiamata per schiamazzi in un bar nella località di Dos Hermanas. A telefonare alla polizia sono stati i gestori del locale, preoccupati per un cliente ubriaco che stava importunando gli altri avventori del bar.

La polizia interviene e una volta ottenuto l’indirizzo decide di scortare l’uomo a casa. Lo accompagnano fin dentro l’abitazione dove trovano ad attenderlo la sorella ma notano una strana porta tenuta sotto chiave con una catena. Si insospettiscono e cominciano a fare domande. “Lì vive nostro fratello piccolo, ha forti problemi mentali - spiega la sorella - lo accudisco, ha tutto quello che serve, all’igiene e alla salute ci penso io”. Ma i poliziotti allarmati decidono di scendere a dare un’occhiata. Lì la scena raccapricciante: il prigioniero era ridotto quasi a uno scheletro, magrissimo e senza vestiti, ripiegato su se stesso su di un materasso lurido. L’uomo è stato immediatamente trasportato all’ospedale di Siviglia, mentre i due fratelli aguzzini sono stati arrestati. Ora sono in libertà provvisoria in attesa di processo: dovranno rispondere di maltrattamenti e sequestro di persona. 
 



Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • che tristezza questo mondo.

  • che il mondo facesse schifo e fosse una fogna era risaputo, c'è da vergognarsi di appartenere al genere umano....

  • piu' che leggo sti articoli piu' mi rendo conto di quanto faccia schifo l'essere umano... .. nemmeno gli animali fanno queste cose.. questi sono bestie immonde.. prive di qualsiasi sentimento anima... buttate via la chiave x favore..

    • Sono d'accordo su tutto tranne di buttare via la chiave: due soggetti così sono da eliminare. Quello che han fatto è fuori di testa. Magari potrei anche capire un raptus, ma qui parliamo di 20 anni!

Più letti della settimana

  • Media

    "Bruno dei Fichi d'India non ci ha lasciato, lui non molla mai"

  • Rassegna

    Zecche, è allarme: sette persone in ospedale per l'encefalite

  • Vip

    Matrimonio Satta-Boateng, incidente stradale dopo le nozze

  • Gossip

    Eva Grimaldi, amore lesbo con Imma Battaglia

Torna su
Today è in caricamento