Altro che frutta e verdura: all'asilo si serve cibo McDonald's...

Nel giorno in cui il ministro alle Politiche alimentari sponsorizza il Decreto scuola, una mamma pubblica le immagini di cosa accoglie i bambini al primo giorno di materna: bevande (e pubblicità) di McDonald's

"Favorire il consumo consapevole dei prodotti ortofrutticoli nelle scuole di tutta Italia. Questo l'obiettivo della norma inserita all'interno del Decreto Scuola approvato dal Cdm la scorsa settimana, per rafforzare i programmi di educazione alimentare già esistenti". Belle, bellissime le parole del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Nunzia De Girolamo per "trasmettere ai ragazzil'importanza di una alimentazione equilibrata e di far assumere, fin dalla giovane età, abitudini e stili di vita sani".

Proprio negli stessi minuti in cui il ministro diramava questa nota, una madre pubblicava su facebook, twitter e sul suo blog - come riporta Roma Today - le foto di come è stato accolto il suo bambino al primo giorno di scuola materna: con le maestre che distribuivano bibite (e volantini pubblicitari) di Mc Donald's.

GUARDA LE FOTO SCATTATE NELLA SCUOLA

Ecco il suo duro commento: "Mi scuso per la qualità delle immagini, ma il primo giorno di materna di mio figlio m’ha un po’ lasciato basita e non ho avuto molta lucidità “giornalistica” e mano ferma. Due ore di inserimento e la “sorpresa” per i bimbi in una scuola del Comune di Roma è stata questa: sconti, palloncini, bibite e quant’altro dal McDonald!". Per finire, i ringraziamenti: "Grazie sindaco Ignazio Marino, questa scuola del capitalismo e delle multinazionali era proprio ciò che desideravamo: ne sentivamo il bisogno". Con buona pace delle parole del ministro De Girolamo

Pronta, via twitter, la risposta di Marino: "ci mobilitiamo subito con l'assessorato alla scuola. Ovviamente non è un'iniziativa comunale, sentiremo la dirigente".

Fonte: Roma Today →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • in questo sito non vengono moderati i commenti?

  • gli animali sn inferiori è sottomessi macinarli e masticarli e giusto w la cicciaaaa

  • La madre sembrava più preoccupata del fatto che si trattasse di un'industria multinazionale e capitalista del fatto che quel cibo è di pessima qualità nonché altamente diseducativo.

    • infatti. è anche la mia impressione

  • Onestamente ci si lamenta che i bambini non mangiano frutta e verdura ma la principale causa di questo sono i genitori, se ad un bimbo fin da piccolo gli si da qualunque frutto o verdura (previo allergie, intolleranze ecc) questo da grande mangerà tutto, chiaramente sarà attratto dal cibo meno sano e più gustoso ma anche in questo siamo noi genitori a dovergli impartire una sana educazione alimentare , non si può pensare che la scuola faccia questo , la scuola può aiutare in questo ma dalla famiglia deve partire la sana educazione alimentare, se un bambino non vede mai la mamma cucinare determinati cibi probabilmente arriverà alla mensa della scuola o dell' asilo che quei cibi non sa neppure che esistono o se sa che esistono non è attratto dall' assaggiarli.

    • La pensi come me, ai miei figli abbiamo fatto sentire tutti i sapori e ora che hanno 31 e 29 anni continuano in quella direzione: frutta e verdura quotidianamente e solo di stagione,le primizie sono abolite. Cereali,legumi,poca carne. In Italia abbiamo di tutto, perchè il nostro clima ce lo consente,che fortuna! Mia figlia che ora ha una sua famiglia sta facendo ciò che le ho insegnato

  • beh se qualcuno ha offerto i bimbi avranno gradito, credo. in ogni caso poi ogniuno può decidere, come faccio anche io, di non mettere un dito in quel posto.

Più letti della settimana

  • Attualità

    Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 15 gennaio 2019

  • Trend

    Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 14 al 20 gennaio 2019

  • Vip

    Fabrizio Corona: "Gli psichiatri mi dissero che Carlos non è un bambino come tutti, andai da Belen"

  • Economia

    Benzina e diesel, ci sono brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari

Torna su
Today è in caricamento