Criminalità, la classifica città per città: Milano maglia nera, Roma "stupefacente"

La classifica pubblicata dal 'Sole 24 Ore' analizza a suon di numeri la situazione dei reati denunciati nelle 107 province, da nord a sud passando per le isole. Il primo posto spetta a Milano, a Roma invece un altro primato negativo, quello delle denunce per droga

Classifica criminalità città italiane 2019 | Milano maglia nera, Roma "stupefacente" (Ansa, repertorio)

Omicidi, rapine, furti: qual è il livello di sicurezza di ciascuna provincia italiana? Ogni giorno in Italia vengono denunciati circa 6.500 reati, con un calo su base annuale del 2,4%. Continua l'esplosione delle truffe e frodi informatiche (518 al giorno, + 15%), dei reati connessi allo spaccio di stupefacenti (76 denunce, +2,8%) e delle estorsioni (27 al giorno, +17%). E' quello che emerge dalla classifica pubblicata dal 'Sole 24 Ore' che analizza a suon di numeri la situazione nelle 107 province da nord a sud passando per le isole.

Classifica criminalità 2019: maglia nera a Milano

Il primo posto per numero di reati denunciati nel corso del 2018 spetta a Milano, che con 7.017 denunce ogni 100mila abitanti mantiene questa leadership poco lusinghiera, registrando però un calo (-5,2%) rispetto all'anno precedente, in linea con il trend nazionale. Subito dietro: Rimini e provincia, con 6. 430 reati denunciati, e Firenze, con 6.252 denunce e, questa volta, un +9,5% rispetto a quelle depositate nel 2017.

Ci sono ovviamente anche le province meno esposte alla criminalità: ad esempio Oristano è ultima con 1.493 denunce registrate ogni 100mila abitanti, seguono Pordenone (2.125) e Benevento (2.128). Da segnalare che si tratta di province in cui il numero dei reati denunciati è basso ma soprattutto sta diminuendo progressivamente: se Pordenone e provincia hanno messo a segno un calo del 2,8%, in linea con la media nazionale, a Oristano e Benevento si è andati oltre con un -8,2% e un -10,9%.

Roma, primato negativo per reati legati alla droga

E la Capitale? A Roma spetta un primato negativo, quello delle denunce per produzione, traffico e spaccio di stupefacenti: 5.105 reati, 117,6 se rapportati alla popolazione. Un record che coincide con l'incremento del 10,9% dei reati denunciati rispetto all'anno precedente e dipende sia dalla diffusione dello spaccio sia dalle misure messe in campo per far emergere e contrastare questi fenomeni criminali.

Roma, nella classifica generale, è al sesto posto. E infatti, secondo il 'Sole 24 Ore', la mappa della criminalità nazionale continua a essere "sbilanciata verso le grandi città e le località turistiche". Tra le prime classificate, troviamo, infatti, Bologna (quarta), Torino (quinta), Roma (sesta), Genova (decima), Pisa (tredicesima), Venezia (quattordicesima) e Napoli (diciassettesima), insieme a province più piccole, ma storicamente legate al turismo internazionale. Imperia e Savona sono nona e decima, seguite da Ravenna (15esima) e Ferrara (18esima).

sole classifica criminalità 2019-2

Fonte: Sole24Ore

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vibo Valentia si ritrova in  testa alla classifica per gli omicidi volontari, Napoli per i furti con strappo (più comunemente gli scippi) e Barletta- Andria-Trani per le auto rubate. Sono altri dei record negativi delle classifiche per l'incidenza di denunce ogni 100mila abitanti relative alle principali tipologie di reato. La mappa completa dell'Italia criminale è consultabile sul sito del quotidiano di Confindustra.

Uomini che uccidono le donne: perché i femminicidi restano un'emergenza

Fonte: Il Sole 24 Ore →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento