"I comunisti mangiano i bambini": ecco tutta la verità

Stefano Pivato, docente di Storia contemporanea, racconta nel suo libro come è nata la più riuscita invenzione della propaganda anticomunista. Fra realtà terribili e grandi bugie storiche: tutta la verità sulla leggenda

Prime pagine di giornali dai titoli catastrofici. Un fronte anticomunista particolarmente "aspro" per l'esperienza del fascismo. Storie vere e storie ingigantite. Così è nata una delle invenzioni in assoluto più riuscite della propaganda anticomunista: la leggenda che narra dei comunisti che mangiano i bambini. 

La storia di questa "favola" è sapientemente raccontata e spiegata da Stefano Pivato, docente di Storia contemporanea all'Università di Urbino, nel libro "I comunisti mangiano i bambini". 

Una "favola" che è stata costruita ad arte sulla verità degli episodi di cannibalismo registrati in Unione Sovietica durante le terribili carestie degli anni Venti e Trenta. Da lì alla finta deportazioni di bimbi italiani in Russia e ai titoli: "Madre! Salva i tuoi figli dal bolscevismo" il passo è stato brevissimo

E' il '43, è l'Italia della propaganda di Salò, e viene pubblicata la notizia terrificante di una deportazione in Russia di bimbi italiani dai 4 ai 14 anni. Il manifesto della Repubblica di Salò "titola": "Chi salverà i vostri figli?". Tanti genitori preferiscono uccidere i figli e poi suicidarsi. Tutto è naturalmente falso. 

Ma in Italia diventa tutto "magnificamente" vero. "Da noi - scrive Pivato - finita la guerra la leggenda assume aspetti più dilatati che altrove, vuoi perché l’esperienza del fascismo enfatizza lo scontro con il comunismo e suscita timori e paure più che in altre realtà, vuoi perché dalla metà degli anni Quaranta in Italia opera il più grande Partito comunista dell’Occidente. E dunque la reazione del fronte avverso è particolarmente aspra".

Tanto aspra da fare credere che i "comunisti mangiano i bambini". 

Fonte: stefanopivato.wordpress →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • stato pubblicato un volume molto simile al Libro nero del comunismo per intenti e forma: si tratta de Il costo umano del comunismo di Robert Conquest, Richard L. Walker, Hosmer e James O. Eastland (edizioniIl Borghese). Tale libro prende in considerazione l'Unione Sovietica, la Cina e il Vietnam (esclude i regimi in Cambogia e in Corea del Nord, che hanno provocato vittime dopo il 1973) e stima il totale dei morti in circa 100 milioni, affermando che il comunismo è peggiore del nazismo per questa e altre ragioni. Gli episodi considerati sono gli stessi del Libro nero, ma per alcuni le cifre variano sensibilmente in difetto o in eccesso: per esempio sono attribuiti solo due milioni di morti alla carestia cinese del 1959, in quanto la prima diffusione delle stime più ingenti si ebbe solo nel 1978, ma sono sovrastimate le vittime della collettivizzazione cinese degli anni '50 (i dati per la Cina provengono da Human cost of communism in China di Richard L. Walker). I crimini del comunismoModi@#?*%$ Questa e l'ultima parte sono scritte direttamente da Courtois 

  • Per non parlare dei partigiani e delle Foibe capito Comunista!! Qui Nessuna memoria nessuna propaganda,niente di niente perché?Perché le tv i TG i politici e nelle scuole non viene detto e ricordato perche!?quindi diciamo che il simbolo Comunista dovrebbe essere vietato come quello nazista perché sono della stesse specie,a differenza che il nazismo ne causò 25 milioni (purtroppo)il Comunista invece ne causò 100milioni mica pochi!@

  • Ok i comunisti non mangiano i bambini.Ma gli anticomunista non si è inventato i famosi Gulag....Lo sai comunista di @#?*%$ che nei paesi dell'est sono morti 7 milioni di persone?! 7 milioni olocausto Ucraino in totale solo in Russia se ne contano 40 milioni.Per non contare quelli in Cambogia, Vietnam, Cina,America Latina del vostro Ché Guevara sono 157 mila cadaveri,poi seguono Africa.Anche questa storia è inventata dai fascisti?? Invece nessuna invenzione ma tutto certi@#?*%$to caro Comunista di @#?*%$

  • Avatar anonimo di mauro giordano
    mauro giordano

    Era sicuramente tutta un'altra storia, un altro comunismo, un altro fascismo. Stefano Pivato, grande storico saggista, ha ritenuto opportuno "rivangare" e rinverdire un argomento che per altro lascia ormai il tempo che ha trovato. Argomento che sicuramente rievoca un determinato periodo storico ma che dato in pasto "per titoli" rischia di aizzare i pro ed i contro.

  • comunisti di mierda ammazzatevi figli di tr0ia

  • E ma a quei tempi gli anticomunisti erano di "bocca buona", un pò allocchi, mentre ora si sono evoluti...basta leggere cosa scrivono

  • Cosa cosa cosa? Non è vero che i comunisti mangiano i bambini? ...Sì, e magari Babbo Natale non esiste! Ma senti che robe...che mondo!

  • ma adesso i comunisti sono tutti vegetariani percio ....pero mangiano in un'altro modo ...

  • ahahahaha è proprio vero ...... i comunisti mangiano i bambini non comunisti ..... ma questo lo si sapeva già

  • I comunisti mangiano i bambini. Con questa affermazione si tende a fare di tutta un'erba un fascio. Ma volendo dire dell'altro, si potrebbe precisare che: I comunisti mangiano i bambini, escluso i comunisti vegetariani,e a l'ora di pranzo invitano i fascisti a tavola.

Più letti della settimana

  • Grande Fratello 2018

    Grande Fratello Vip 2018: cast, puntate e tutto quello che c'è da sapere

  • Attualità

    Torna l'ora solare: quando spostare le lancette (prima del possibile addio al cambio di orario)

  • Economia

    Benzina, diesel e Gpl: sorpresa sui prezzi dal distributore

  • Tv

    "Carlo, posso dire una cosa alla De Filippi?": Milly Carlucci gela Conti in diretta a 'Tale e quale'

Torna su
Today è in caricamento