Mediaset e Rai, riorganizzazione e assunzioni (tra le critiche dei sindacati)

Concorso pubblico per assumere 93 giornalisti: il via libera del consiglio di amministrazione della Rai mentre in Mediaset scompaiono le testate Tgcom, Tg4, Studio Aperto e Sport Mediaset

I ripetitori sul palazzo della Rai ANSA / MATTEO BAZZI

Un nuovo concorso in Rai e una vera e propria rivoluzione in Mediaset: settimana di grandi novità per la stampa, ma anche un nuovo scontro con i sindacati del comparto media, sempre più in crisi.

Se il salvataggio di Radio Radicale è -per ora- messo nero su bianco, negli ultimi giorni è finita l'avventura del giornale L'Opinione che ha comunicato l’avvio delle procedure di licenziamento e la cessazione dell'attività. In casa del Buscione spariscono come corpo a se stante le testate Tgcom (14 giornalisti), Sport Mediaset (16 giornalisti), Studio Aperto (13 giornalisti) e Tg4 (14 giornalisti). I giornalisti, fanno sapere da Mediaset, saranno integrati in News Mediaset mentre le quattro testate diventeranno brand.

Mediaset, spariscono Tgcom, Sport Mediaset, Studio Aperto e Tg4

Come spiegano fonti sindacali la riorganizzazione delle testate di Mediaset è stata comunicata in tempi così rapidi da aver sorpreso i Cdr di alcune testate.  

Da lunedì 17 giugno 2019 le quattro testate diventeranno brand e l’intero organico, composto da 206 giornalisti, verrà assegnato alla testata News Mediaset, sotto la direzione di Andrea Pucci. Gli attuali direttori delle testate saranno responsabili delle differenziazioni dei brand, diventeranno condirettori e manterranno le attuali line e conduttori. Con l’eccezione di Paolo Liguori che, nella sua veste di consulente, mantiene la direzione del canale 51 e la direzione editoriale del sistema multimediale di Tgcom 24. Alberto Brandi resterà anche il curatore del programma Tiki Taka. 

I giornalisti di Sportmediaset -proclamando lo stato di agitazione- esprimono preoccupazione anche perché nel giro di una settimana è stato chiuso il telegiornale sportivo serale, è "tagliato" lo studio televisivo. "Tutto questo a un anno di distanza dalla trasmissione dei Mondiali di Russia 2018 sulle reti Mediaset".

Concorso giornalisti Rai

Il Consiglio di Amministrazione della Rai ha dato il proprio via libera all'indizione di un nuovo concorso pubblico per assumere 93 giornalisti per garantire il ricambio atteso soprattutto nelle sedi regionali.

Dal sindacato Stampa Romana si solleva la questione degli  idonei del concorso 2015.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un concorso nato su 400 idonei per 100 assunzioni, salite a 200, con i rimanenti 200 giornalisti che speravano in un ingresso per una norma in Finanziaria che stabiliva una opzione in loro favore. Chiediamo all’azienda se ha valutato la possibilità di riconoscere un punteggio di accesso al concorso per questi colleghi e queste colleghe, in base al giudizio di idoneità già sancito dalla vecchia graduatoria, per evitare l’innesco di un pericoloso contenzioso legale.

Fonte: stamparomana →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento