Le dichiarazioni dei condannati a morte: "Fatemi riposare, sta cominciando a far male"

La pagina web del Dipartimento di giustizia del Texas riporta le ultime parole dei condannati alla pena capitale

USA - "Vi voglio bene, grazie per l’amore che mi avete dato. Vi rispetto tutti. Signorina Hilton. Ok. Lasciatemi riposare. Sta cominciando a fare male". Sono le ultime parole di Ricky Lynn Lewis, giustiziato ad aprile per stupro e omicidio avvenuti nel 1990. E come queste ce ne sono altre 499 sulla pagina web del "braccio della morte" del Dipartimento di giustizia del Texas.

Dichiarazioni che mettono i brividi e fanno riflettere sulla pena capitale, la giustizia e l'umanità in generale. 

"Volevo solo dire grazie a tutti coloro che mi hanno sostenuto nel corso degli anni: il reverendo Campbell, la mia guida spirituale; Aaron, il padre di Darrian, figlio mio; e Maurie, il mio avvocato. Grazie a tutti. Questa non è una perdita, questa è una vittoria. Sapete dove sto andando. Sto andando a casa per stare con Gesù. Abbiate fede. Vi amo tutti. Grazie, Cappellano". Così Kimberly McCarthy, colpevole di omicidio, ha affrontato gli ultimi istanti di vita.

Queste invece le ultime dichiarazioni di Cleve Foster, condannato per aver violentato e ucciso una donna: "Sì, lo so, seduto nella mia cella per molti giorni ho pensato a chi sarebbero state rivolte le mie ultime parole: all'amore per la mia famiglia, al nipote, agli amici. Vi amo molto. Stanotte, quando avrò chiuso i miei occhi, sarò con mio padre. Nel corso degli anni ho imparato ad amare. Dio è tutto. Dio è la mia vita. Questa sera io sarò con lui. Sono un genitore solo (...). Prego un giorno ci ritroveremo tutti in cielo. Un uomo mi ha detto che 11 anni fa la cosa più difficile da dire è: "Io ti perdono". Spero che un giorno siamo di nuovo tutti insieme. Vi amo tutti: Susan, la signora Cox, mamma, Maurie, Michael. I nipotini fanno girare il mondo. Vi amo tutti. Warden, sto cercando di lasciare questo posto sulle ali di un angelo che ha nostalgia della propria casa. Pronto a tornare a casa per incontrare il mio creatore. Che amico abbiamo in Gesù, oh mio Dio! Ti voglio bene mamma. Ti amo Susan".
 



Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (81)

  • OCCHIO AL BASTARDO LADRO TRUFFATORE GIA' PLURICONDANNATO AL CARCERE: PAOLO BARRAI DI MERCATO LIBERO... COME ANCHE .. PAOLO BARRAI LAVANTE SOLDI ASSASSINI DI COSA NOSTRA, CAMORRA, NDRANGHETA... COME PURE PAOLO BARRAI RICICLANTE SOLDI RUBATI O FRUTTO DI MEGA MAZZETTE DI LL = LEGA LADRONA, PDL = POPOLO DI LADRONI E BERLUSCONI PEDOFILO ( COME ANCHE BERLUSCONI MAFIOSO, DITTATORE NAZIFASCISTA, STRAGISTA, FALSONE, PAGLIACCIO, BANCAROTTIERE DI STATO E MEGA MANDANTE DI OMICIDI... PUR SE I SUOI.. SONO " OMICIDI CON MASCHERINA" DI CUI PRESTO SCRIVEREMO GIORNO E NOTTE.. ALIAS OMICIDI CON MASCHERINA DI FINTO SUICIDIO, FINTO MALORE, FINTO INCIDENTE)!!!! LEGGETE, PLEASE, QUESTO SCIOCCANTE COMMENTO SU TRUFFATORE, MEGA LAVA SOLDI MAFIOSI, CAMORRISTI, NDRANGHETISTI, RUBATI E/O FRUTTO DI ENORMI MAZZETTE DI LL = LEGA LADRONA E PDL = POPOLO DI LADRONI, COME PURE, VI ASSICURO, MANDANTE DI OMICIDI: PAOLO BARRAI (VARIE VOLTE IN CARCERE E NON SU WIKIPEDIA). LEGGETE, PLS, E POI, IO, PIERO BARAGETTI DI VIA HAUSSMAN 11/A PRESSI LODI, PURE TRUFFATO, DA CRIMINALE EFFERATO PAOLO BARRAI, MI SCATENERO'. SI, MI SCATENERO´. CIAO DI NUOVO, SONO PIERO BARAGETTI DI VIA HAUSSMAN 11/A IN LODI, E SONO STATO RAGGIRATO, MI HAN FATTO PERDERE PURE LE MUTANDE, VIA LADRATE, INCOMPETENZE E PRESE IN GIRO, PRESSO MALAVITOSA, MEGA LAVA SOLDI MAFIOSI, LADRONA, CRIMINALISSIMA BSI ITALIA SRL DI VIA SOCRATE 26 MILANO. IN MANO A TOPO DI FOGNA MALAVITOSO, VINCENZO BARRAI, ABITANTE IN VIA PADOVA 282 A MILANO E NATO A MILANO IL 3.5.1938. ED ANCOR PIU' IN MANO A SUO BASTARDO FIGLIO AVANZO DI GALERA, GIA' 3 VOLTE IN CARCERE: PAOLO BARRAI! Gruppo di risparmiatori truffati da criminale Paolo Barrai. Da incapace, delinquente, ladro e vigliacchissimo Paolo Barrai di Mercato Libero (malavitoso spietato, nato a Milano il 28.6.1965 e, prima di ora, scappare come un ratto vile, in Svizzera, facente sue mega delinquenze in cravatta, da Via Ippodromo 105 Milano). Ciao, sono Antonella di Milano, e faccio parte di un foltissimo gruppo di clienti truffati dall'assolutamente criminale Paolo Barrai di Mercato Libero. Costui è davvero uno spietato delinquente. A tutti noi, uniti ora in una associazione ” risparmiatori truffati dal criminalissimo Paolo Barrai di Mercato Libero ” e siamo gia’ in cinquanta, dico, cinquanta", di tutta Italia e Svizzera, ci fece andare corti ( al ribasso) sul mercato azionario italiano a inizio marzo 2009. Abbiam perso quasi tutti tra il 50 e il 90 per cento dei nostri investimenti. E quando lo telefonavamo per chiedere semplicemente che fare, mentre il mercato saliva rapidissimamente, egli, come un vile ratto, scappava, si faceva sempre negare al telefono. Mandavamo e mails, nessuna risposta. Citofanavamo agli uffici di ultra truffatrice, ultra malavitosa, ultra ladrona Bsi Italia Srl di Via Socrate 26 a Milano di suo padre Vincenzo Barrai, ci vedeva dalla telecamera e nemmeno ci rispondeva.Nemmeno ci apriva il cancello di entrata. Io non sto offendendo, sto dicendo la mera verità. E fra poco la faremo sapere a fior fior di Tribunali di mezza Italia. Che i delinquenti ti debbano fare fessa, e pure non permettano replica, no eeeee. Il neofascismo e la mafia del criminale, del delinquente, del ladro, del truffatore, del professionalmente incapacissimo Paolo Barrai di Mercato Libero alias Mer-d-ato Libero, a noi non fa nessuna paura. Una truffata dal malavitoso falso e vigliacco Paolo Barrai di Mercato Libero. Antonella di Milano. PS Mi ha bruciato 700.000 euro. Tutto quello che avevo. Ma a tanti altri ha bruciato 1,2, 3,10 milioni di euro. Facendo comprare il gas naturale a 5$ e passa, che in poche settimane crollava a 2$. Senza che lui prendesse telefonate, rispondesse ad emails. Senza dare indicazione alcuna a noi clienti terrorizzati! Come uno struzzo, che dalla paura e coscienza di essere incapacissimo a livello di fiuto per investimenti, mette la testa sotto la sabbia. Paolo Barrai, oltre ad essere il peggiore consulente per investimenti borsistici o di qualsiasi altro tipo, ove inesorabilmente sbaglia sempre, ove mai, mai e ri mai ne azzecca mezza, è un irresponsabile, codardo, ladro, truffatore, criminale, falsissimo. E mi dicono che ha pregressi, pure varie condanne al carcere. Aaa, ad averlo saputo prima e non essermi fidata della Lega Nord, di cui ero parte, e che mi ha messo in contatto con sto brucia tutti i risparmi e super truffatore. Ora mi son sfogata qui. Presto lo ri faró in fronte a polizia, carabinieri, magistrati, giudici! E con me, almeno altre 50 persone! Oooo!! Non cascateci, ne scrivo proprio per questo, via dal criminale, delinquente, ladro, truffatore, professionalmente incapacissimo Paolo Barrai di Mercato Libero!!!!! BASTA ANCHE CON STA LEGA LADRONA CAPACE SOLO DI ACCUMULARE MAZZETTE DI FINMECCANICA E GHEDDAFI, PER CENTINAIA DI MILIONI DI EURO! CAPACE SOLO DI FREGARE TONNELLATE DI SOLDI VIA QUOTE LATTE E RIMBORSI ELETTORALI! E POI METTERE TUTTO ALL'ESTERO, PRESSO CRIMINALISSIMA FINTER BANK LUGANO DI MALAVITOSI IN CRAVATTA FILIPPO CRIPPA E GIOVANNI DEI CAS (MA DI CERTO NON SOLO), PROPRIO ATTRAVERSO QUESTO COLLETTO VERMINOSO, DA RINCHIUDERE IN GALERA E SUBITO, DI PAOLO BARRAI ( CHE OLTRE A RICICLARE SOLDI DI LL, LEGA LADRONA E PDL, POPOLO DI LADRONI, PRESSO FINTER BANK LUGANO, CI RICICLA ANCHE CASH ASSASSINISSIMO DI MAFIA, CAMORRA E NDRANGHETA)! FRA L'ATRO, PURE NOTO PEDERASTA PAOLO BARRAI DI MERCATO LIBERO: CHE SODOMIZZA I FIGLI COSTANZA BARRAI E RICCARDO BARRAI DA QUANDO NATI, COME BEN SANNO TUTTI, IN VIA IPPODROMO 105 MILANO, DOVE VIVONO!!!

  • Ritengo la pena di morte una scelta sbagliata per 2 motivi, se vogliamo opposti tra loro. 1) Se ci riconosciamo in pieno nelle regole delle chiesa cattolica, e non solo quando ci fa comodo oppure per le norme "di facciata", la pena di morte è INAMMISSIBILE! 2) d'altro canto se invece privilegiamo la scelta della "giusta punizione", occorre tenere presente che molti criminali che hanno commesso delitti orrendi preferiscono la pena di morte piuttosto che trascorrere tutto il resto della vita in prigioni di un certo tipo....

  • Avatar anonimo di Flick
    Flick

    Curiosità: le ultime parole delle persone che questi "poveri condannati" hanno stuprato e ucciso, dove saranno pubblicate ? No, perchè qui sembra che i cattivi siano gli eroi, mentre i buoni (le vittime) siano solo immondizia...

  • Non essendo credente mi faccio spesso alcune domande: Il carcere avvicina molto a Dio? tutti chiedono perdono e pensano di raggiungere un caro defunto in paradiso, ma è sufficiente chiedere perdono a Dio per andare in paradiso? mentre commettevano tali reati il loro Dio dove stava? non poteva bacchettarli prima di commettere il reato? , io non condivido a pieno la pena di morte perché penso che sia solamente un appagamento momentaneo del danno subito dalle vittime , questo probabilmente perché ho avuto per il momento la fortuna di non dovermi scontrare con queste vicende, probabilmente se avessi avuto a che fare con questo anche io avrei voluto giustizia, ma uccidere una persona che ha commesso questi reati non è come darle un premio? ti uccidiamo e tu finisci la tua sofferenza, non dovrai più pensare a quanto male hai provocato, le vittime invece dopo che questi maledetti vengono uccisi hanno un appagamento momentaneo ma il loro dolore lo porteranno sempre dentro... non mi pare equo, probabilmente è perché non credo in Dio , paradiso purgatorio inferno per me non esistono, e togliere la vita a queste schifezze è solo regalargli un solievo, tenerli in vita sbattendogli in faccia tutti i giorni il male fatto per me è più punitivo, anche perché se è vero che Dio esiste non può perdonare certe cose garantendo il paradiso solo perché si è chiesto scusa o perdono!

  • Avatar anonimo di Andres
    Andres

    e le dichiarazioni della BAMBINA STUPRATA? non fanno male quelle vero? Ci dovevi pensare prima TROPPO facile fare il santo e il matire DOPO.

    • Una volta morto questa me...de di persone non avranno più problemi, i morti muoiono e basta, non pensano più, non hanno rimorsi... le vittime che sono vive invece rimarranno con un semplice appagamento momentaneo per la morte del loro carnefice ma si porteranno dentro un dolore infinito per tutta la loro vita...in poche parole le vittime vivranno purgatorio e inferno , è qui che mi viene il dubbio sulla pena di morte , alla fine è un premio, i carnefici attendendo la morte si avvicinano a Dio chiedono perdono e una volta morti ...finiti i pensieri e forse vanno anche in paradiso, non mi pare giusto!

  • Avatar anonimo di elisa
    elisa

    Magari vi fosse la pena di morte anche in Italia..... Io sono cattolica, so che sto peccando.... però non sono contro a questa pena! E' vero quando li ascolti, li vedi, quando noti la paura e la loro disperazione..... TI TOCCA.... ma se a me dovesse succedere che una persona tocchi la mia bimba togliendole quella purezza, quella serenità che io con tanti sacrifici porto avanti..... se qualcuno per soldi, potere, politica, mi fa saltare in aria un carabiniere, o un magistrato con il solo fatto di toglierlo da mezzo perchè da fastidio........ se uno mi violenta o abusa DI UNA PERSONA A ME CARA....(prendi il caso di Yara)..... BE' MI SPIACE MA IO NON HO NE' SCRUPOLI, NE' PIETA'.  

    • Avatar anonimo di nicola
      nicola

      "lo sanno a memoria il diritto divino e scordano sempre il perdono" De Andrè

    • Avatar anonimo di Danilo
      Danilo

      E' normale che questo tipo di pensiero lo faccia tu che sei la vittima Elisa, aberrannte è che lo faccia lo stato. Se invece questo tipo di azione lo porti avanti a mente fresca come principio non sei una peccatrice ma semplicemente una persona violenta, esattamente come chi vuoi condannare, non c'è nessuna differenza. Possiamo adottare anche questo sistema basta diventare come l'Iran ma ricorda che la democrazia e il benessere che in parte ancora ci rimangono te li devi dimenticare, o prendi il pacchetto "Iran" completo o niente, altrimenti è troppo comodo. Io preferisco ancora l'Italia, scusatemi e per inciso non credo in Dio ma nell'uomo :-)

  • Avatar anonimo di Caino
    Caino

    Sulla pena di morte: Credo sia giusto e pratico condannare a morte una persona che commette un crimine grave, vedi come un omicidio premeditato o uno stupro. Giusto, perchè è giusto eliminare una fonte di pericolo per la società e pratico perchè i carcerati hanno un costo ed è il caso di contenere questi costi. Sui condannati a morte che trovano Dio e chiedono perdono dico:"dovevi ammazzare una persona per trovare Dio? Beh se lo hai fatto ora è giusto che ti tieni la ricompensa e che paghi per il tuo crimine." C'e' chi dice che l'ergastolo fa molta più paura della pena di morte, io dico che finchè c'è vita c'è speranza, e non è giusto dare speranza chi l'ha tolta a altri. E poi chiedere scusa, cosa chiedi scusa a fare ? non hai rotto il vaso della marmellata, hai ucciso una persona ed è giusto che la tua vita venga trattata con la stessa leggerezza che tu hai usato per la persona che hai ucciso.  

    • Avatar anonimo di Livio
      Livio

      Caino io capisco quello che dice ed è umanamente comprensibile. Ma ti ricordo che anche San Paolo perseguitava ed uccideva i cristiani e poi è diventato l'esponente per eccellenza nella testimoniana di Dio.  Altra cosa, Gli stati Uniti  (non in tutti gli stati) addotta la pena di morte ma ci sono dei piccolissimi dettagli: Condanne di innocenti, nonostante la pena di morte la criminalità aumenta senza trovarne giovamentò. Tanto è vero che stato dopo stato la stanno abolendo il che ci indichi la inutilità di ''togliere di mezzo dalla socità gli elementi pericolosi''.

    • Avatar anonimo di vito sconvolto
      vito sconvolto

      perdonami caino premesso che se mi toccasero un figlio  o mia madre o sorella o chi  unque della mia famiglia lo staccherei le mani a morsi ma premesso questo mi togli una curiosita?se lui merita di morire x che ha tolto la speranza ad una persona chi decide che deve morire cioe i giudici stato o chi x lui non toglie la speranza anchesso ? e uindi dopo che ha preso questa decisione deve morire anche lui ?  

  • Avatar anonimo di Carlo Brancaleone
    Carlo Brancaleone

    Quando una comunita' decide di togliere la vita ad un individuo, fosse anche il peggior mostro sulla faccia della terra, di fatto diviene una comunita' di mostri. La vita e' sacra e nessuno puo' decidere di toglierla a qualcun'altro. Esistono altri modi per punire a dovere chi commette crimini atroci.

    • Avatar anonimo di Andres
      Andres

      perchè l'assassino stesso non ha deciso di suo arbitrio e senza ALCUN MOTIVO di togliere la vita a qualcuno? Quindi deve essere sacra per noi ma non per loro? Ti ricordo lo stesso OCCHIO PER OCCHIO E DENTE PER DENTE biblico. A tutto c'è un limite e anche nella Bibbia. Questo "perbenismo" del "perdono" se lo sono inventati i preti moderni, perchè è ottima pubblicità. NELLA BIBBA esiste la vendetta, esiste la giustizia divina e sommaria. E' NELLA BIBBIA la punizione, e ben più severa di questa. Se violi una cosa sacra come la vita meriti lo stesso trattamento. A questo punto sdoganiamo tutti, anche i nazisti e i loro stermini. Ci sono criminali nazisti che hanno 800.000 MORTI ULLA COSICENZA...e che gli fai a uno che ha ucciso 800.000 ANIME???Carcarre albergo a vita, ma finiscila con queste falisità li vuoi sul patibolo anche te, solo che la differenza è che noi non abbiamo paura di dire quello che pensiamo senza perbenismi inutili

      • Avatar anonimo di Carlo Brancaleone
        Carlo Brancaleone

        Proprio perché io non sono un assassino trovo sbagliato togliere la vita a qualcunaltro. Se lo faccio divento una bestia come lui, io non lo sono e tu?

        • Avatar anonimo di Andres
          Andres

          il tuo modo di vedere non ha mezzi toni, ed è dettato da una presa di posizione che non ha nulla a che vedere con la realtà. molto facile scusami questa posizione. IO non sono un assassino gli altri non sono d'accordo come me quindi sono assassini. Una visione a due canale su una problematica che per essere discussa e compresa necessiterebbe della possibilità di vedere una seconda ipotesi. PArtiamo dal presupposto che TUTTI sono assassini perchè è insito nell'animo umano, è la stessa criminologia a dirlo. Dici di NON ESSERE UN ASSASSINO e nei tuoi assolutismi non sai quanto sei lontano dalla realtà. NESSUNO è QUALCOSA, dipende da quello che la vita ti riserva, il tuo modo di comportarti. SE qualcuno ha appena ucciso la tua famiglia o magari tua figlia piccola...se hai una pistola in mano TI GARANTISCO che non ti fermi a guardarla ma uccidi la persona che ha ucciso i tuoi cari. E NON LO FAI PER AUTODIFESA. Se hai fame rubi per mangiare questa è la realtà. Ti puoi permettere certi discrosi sotto la coperta di "benessere" europeo a cui sei abituato, come sei abituato a non guardare fuori dal tuo bel circondato. Ci sono posti e momenti dove anche te uccideresti. Si io sono un assassino potezialmente!  come tutto questo genere umano POTENZIALMENTE. Se qualcuno tocca mia figlia io lo ammazzo. E lo fai anche te se ne hai. Quindi come ti dicevo prima...smettila con le cazzate, e smettila di recitare la parte del "buono" , in assoluto nessuno e buono e TUTTI sono capace di tutto.

  • Allora diciamo pure che uno che violente una bambina io lo ammazzerei sul posto! Ma io sono "uno", un civile, un uomo ed è normale che anche io possa sbagliare ed ammazzare, ma uno stato che prima ti condanna, poi ti fa scontare una pena di 30 anni come succede ogni volta in america per poi ammazzare un altro uomo(perchè dopo 30 anni quello è un altro non è più lo stesso)bè... questo no! Questo non è altro che uno stato criminale!!! Epoi ammesso che volete ammazzare qualcuno ma non gli fate scontare prima una pena di 30 anni cavolo!!!! Sempre i nostri "fratelli" americani...

  • Avatar anonimo di raffaele
    raffaele

    io per chi stupra  e dopo ammazza  non ho pietà di quella persona, merita la pena di morte il pentimento dopo non vale....Per questi reati ci vorrebbe in'Italia la pena di morte,cosa si sente nel cuore una madre che dopo che gli hanno violentata la figlia l'hanno pure ammazzata, mettiamocci per un'attimo nei panni di questa madre!!!! Noi italiani siamo bravi a fare i moralisti,e dobbiamo far vedere che siamo un popolo civile, e accogliamo tutta  la melma degli altri stati vengono qua in Italia e fanno tutto quello che vogliono ammazzano persone senza motivo per le strade e poi al governo mettono gente che li protegge, come quella ministra che voleva che dassero le case a gente rom a prezzi popolari, la rovina dell'europa  è stata lapertura delle frontiere perchè sono entrate gente che non e ancora civile per poter stare nella nostra nazione 

    • Avatar anonimo di vito sconvolto
      vito sconvolto

      e magari pero mettiamoci anche nei panni della madre del condannato a morte cm deve sentirsi? cs deve desiderare se nn che anche il boia che uccide suo figlio venga ucciso?

    • Avatar anonimo di incacchiato
      incacchiato

      mi mancava che tirassero in ballo Rom e immigrati... che popolo di poveretti che siete... ca**o da 30 anni i "ricchi" (dai politici agli imprenditori) vi stanno aprendo il c**o e l'unica cosa che sapete fare é provare livore al limite del sadismo per chi commette un crimine (per quanto orribile sia strupare o ammazzare... diobbono avete un ex-presidente del consiglio che si scopava le minorenni... e insieme con gli altri hanno portato il paese ad una media di 2 suicidi al giorno per lavoro... ma a loro la pena di morte no, nevvero?) e prendervela SEMPRE con gli immigrati. Ma andate a stendervi un pó, va!

  • Avatar anonimo di Simarille
    Simarille

    ma quanti bei commenti .... tutti esperti su cosa si provi a morire per una condanna! "Chi sbaglia deve pagare" .. "gli stati sono sovrani" ... gli unici a non dover pagare, secondo gran parte degl italiani, così favorevoli alla pena di morte, pare siano i due eroi nazionali "i due marò" quelli meritano la grazia ... forse perchè ci sono omicidi di serie A e omicidi di serie B e C a seconda di chi li commette, della razza, del colore, della casta di appartenza ... la giustizia può spesso diventare più o meno giusta ... che mistero!!! Che poi chi uccide una persona rea o meno di omicidio si macchi dello stesso reato ... non fa testo ...

    • Avatar anonimo di gangja style
      gangja style

      be a questo punto nasce spontanea uan domanda e allore x ceh nn amazzare i poliziotti o carabinieri che hanno massacrto i ragazzi del g8? o chi ha ucciso stefano cucchi? o chi ha ucciso x una stronzata altri ragazzi che anno magari solo commesso il reato di fumare uno spinello e quindi nn pensarla cm chi comanda?  

    • Avatar anonimo di Andres
      Andres

      la grazia per i marò la vuole solo lo stato perchè è cattiva pubblicità. Se si accerta la colpa, se si accerta il dolo REALE con un processo EQUO e che li condanni inequivocaabilmente, punizione ANCHE per loro

    • Classico troll che arriva, tira in ballo un argomento che non c'entra niente, giusto nel tentativo di cercare di ravvivare una fiamma su argomentazioni che sono solo del becero fumo.. Ma voglio rispondere alle tue provocazioni. Prima cosa, ti ricordo che si è colpevoli all'ultimo grado di giudizio: i due Marò ancora devono - se lo saranno - essere giudicati. Quindi sino ad allora sono innocenti. Secondo, se come sostenuto dalle ns. autorità, il fatto fosse avvenuto in acque internazionali, spettava all'Italia giudicarli non al Kerala. Ad un tribunale militare, non civile. Al diritto Italiano, non Indiano. Terzo, se come sostengono le ns. autorità (unitamente alle ricostruzioni fatte sulla base dalle dichiarazioni fornite dei ns. Marò;) le analisi balistiche provassero che i colpi sparati al barchino indiano non provenivano dalla petroliera italiana, l'India dovrebbe tante scuse oltre che la restituzione dei ns. militari ed un indennizzo economico per tutto quanto occorso (compresa la restituzione di quanto indebitamente avuto sin ora). Quarto, esistono tribunali internazioni ed organismi preposti che avrebbero dovuto intervenire e giudicare le accuse indiane. L'atteggiamento indiano è EVERSIVO ed illegale. Quinto, i pescatori indiani non si sarebbero dovuti trovare in acque internazionali, nè su quella rotta (aka, navigazione a vista in acque internazionali, violazione delle leggi marittime, pesca illegale e/o altre attività non autorizzate). Vieppiù hanno ignorato i segnali visivi, luminosi, ed il fuoco di avvertimento: che a bordo vi fossero solo pescatori, a tutt'oggi, resta ancora da dimostrare... non sarebbe la prima volta che pirati e terroristi usano imbarcazioni civili con civili a bordo (come scudo e copertura) per compiere le loro malefatte. Quindi, ricollegandomi al punto tre, finché non è provato che sono stati i ns. fucili a sparare, sono solo congetture indiane. Sesto, l'India è moralmente e politicamente responsabile di questa situazione in quanto INCAPACE di arginare e controllare il fenomeno della pirateria marittima, che ha comportato l'istituzione di una "task force" internazionale a cui l'Italia ha aderito. Le forze militari a bordo della imbarcazione civile, rientravano in questo contesto, autorizzato e riconosciuto non solo dall'India ma da tutti gli organismi internazionali sia della navigazione civile che quella militare. Questi accordi avrebbero dovuto prevalere, dinnanzi alla volontà di qualche movimento nazionalista indiano di fare del cinema aizzando i forconi contro lo straniero. Comunque, se l'India dimostrerà, oltre ogni ragionevole dubbio e senza pratiche fantasiose, di aver ragione e passati tutti i gradi di giudizio, sentiti i pareri degli organismi internazionali e gli accordi tra gli stati, se colpevoli e giusto che i due Marò scontino la loro pena. Certo che questo creerà dei precedenti nel diritto internazionale, perchè dei militari stranieri in servizio, processati da un tribunale civile non competente, non si mai visto in tempo di pace. Ci sono giusto Priebke o casi simili, che si rifanno ad eccidi avvenuti in guerra, non a 2 pescatori uccisi in uno scenario non chiaro ed al di fuori della giurisdizione dello stato che processa. Chiudo con una osservazione: noi dagli indiani, in termine di diritti, non abbiamo NIENTE da imparare. Che pensino alla situazione VERGOGNOSA dilagante nell'intero paese in cui versano ceti indigenti di loro cittadini, alla situazione di sfruttamento, segregazione e schiavitù dettata dall'appartenenza a caste o religioni diverse (roba da medioevo), dall'abuso ed oppressione delle donne e dei bambini, alle condizioni igieniche oscene in cui versa buona parte del paese. Alle quotidiane violazioni dei diritti umani che avvengono in quel paese, nell'indifferenza locale ed internazionale. Al degrado ambientale di buona parte del suo territorio e molto altro... DOPO, forse, potranno venire a farci dottrina. Sino ad allora, si ricordino sempre con chi stanno parlando prima di salire in cattedra e dispensare giudizi...

      • Avatar anonimo di gippo
        gippo

        grande,il tuo intervento,merita davvero complimenti,hai reso chiaro il tuo messaggio,senza giri di parole,ed usando parole semplici....e mi sembri anche ferrato in materia,mi piace....e sono pinamente d`accordo.....ciao...

  • E' la storia del bambino che singhiozza con le lacrime sulle guance dopo aver combinato un guaio ed essere stato sgridato. Se ci si fa intenerire, allora è finita e non lo si educherà mai. Questi individui hanno commesso reati efferati, taluni multipli o reiterati. Sono stati processati attraverso i vari livelli di giudizio ed infine giustiziati. Siamo lontani dai tempi delle teste mozzata dinnanzi alla folla, ai corpi mutilati, seviziati e smembrati. Si addormentano, con qualche lieve dolore; nulla rispetto quello che hanno inferto alle loro vittime ed ai loro famigliari. No mercy. Secondo: va rispettata la sovranità degli stati e l'ordinamento in essere in quegli stati. Gli individui e gli stati esteri possono dissociarsi da talune misure, ma boicottare o criticare presso gli organismi internazionali, è una pratica subdola ed un palese attacco alla sovranità degli stati oggetto di tale misure di disturbo. E questo vale anche per gli USA, oggetto di critiche ma spesso primi a criticare altri paesi (vedi con Iran, Siria, Cina, etc).

  • Avatar anonimo di Riposo Eterno
    Riposo Eterno

    Alla luce di queste testimonianze da brivido,si dovrebbe pensare di modi@#?*%$re  l'esecuzione capitale in maniera  che avvenga senza brividi.

  • Avatar anonimo di IL DUCE
    IL DUCE

    Vorrei rispondere a tutti i buonisti, che sicuramente sono dei comunisti, dicono nessuno tocchi caino, ma i criminali quando commettono omicidi,stuprano privano la vita ad un'altra persona, ci pensano che vanno incontro alla pena capitale? Che diritto hanno di fare del male ad un'altra persona?   NO CRIME!  

    • Avatar anonimo di Andres
      Andres

      am finiscila con sto comunisti e con sta sinistra, destra siamo nel 2013 e parli ancora di "comunisti" quando il comunismo è morto e sepolto da secoli. Ma sei un vecchio rincoglionito eh!

    • Avatar anonimo di La Memoria
      La Memoria

      Uno che si mette come nik il duce...non ce la fa!!!!l'inico neurone buttato per scrivere il nik...semoooooooo

    • Avatar anonimo di max
      max

      vai a cagare pirla!

  • Mi sta facendo orrore quello che leggo! Com’è possibile che in un paese civile ci sia ancora che sostenga la pena di morte (e per me USA, India,Giappone, le cosiddette “ grandi democrazie” sono profondamente barbare in materia).Ma come si può sostenere l’utilità di qualcosa di abominevole come un assassinio di stato pur se in risposta ad un altro assassinio?; poi la si accetterebbe o invocherebbe pure per i dissidenti. Come possono altri uomini partecipare freddamente a vario titolo all’organizzazione ed esecuzione di un altro omicidio? Come possono esserci testimoni che vi assistono? Qualcuno dice . e se fosse un tuo parente? Bene me la sono posta spesso questa domanda. E anche se fossero i miei figli, mia moglie, sorelle e se fosse successo in un qualsiasi barbaro stato che prevede la pena di morte, io il colpevole lo vorrei in galera , non assassinato. PERCHÉ IO SONO E SARÒ SEMPRE MIGLIORE DI LUI

    • Avatar anonimo di elisa
      elisa

      non so se hai figli........... immagina la tua bimba di tre-quattro anni, seviziata, violentata. Non so se hai un parente nell'arma.... pensa a lui che salta in aria con il tritolo.... non so se hai letto cio' che è capitato a Sara Scazzi o Yara Gambirasio... be' se io fossi la mamma, la sorella o il padre di una di questi sventurati, credimi non vi sarebbe la pena di morte, perche' non vivrei più IO, FINO A QUANDO AL SOGGETTO IN QUESTIONE NON LO AVRO' DISINTEGRATO!

      • Avatar anonimo di la pula nn pulisce
        la pula nn pulisce

        elisa non so se tu hai un parente carabiniere ma hai mai pensato cosa prova chi da esso viene ucciso a suon di calci pugni e manganello nell ano? 

    • Scusa ma, qual è la differenza morale tra far morire in carcere una persona ed annientare chimicamente la sua esistenza anzitempo?? C'è molta ipocrisia in gente che ragiona come te.. se lo buttano in una cella a marcire per 30 anni va bene, perchè ce ne dimentichiamo e non se ne parlerà più. Moralmente va bene, perchè si sa "occhio non vede, cuore non duole".. giusto? Se invece si toglie la vita al villano di turno, la cosa fa scalpore perchè se ne parla e quindi i bacchettoni si indignano... E poi, oddio, si commette peccato perchè solo dio dà e toglie la vita... è questo il vostro cruccio, giusto?? ...eggià...il libro fantasy colpisce ancora...

      • Avatar anonimo di incacchiato
        incacchiato

        se non capisci la differenza....

  • vi auguro di non trovarmi mai a vedere certe scene specialmente quando è un tuo familiare...allora si che ti uniresti a me a fare clik sul mix di farmaci da iniettare... fatela finita di fare i finti-buonisti...

    • Avatar anonimo di roberto78
      roberto78

      non potrei provare nessun piacere a vedere morire un essere umano neanche se fossi un parente della vittima, non e'giustizia

      • vorrei farti vedere come era ridotta mia cugina uccisa in attesa della figlia di conseguenza uccisa anche la piccola che doveva nascere entro 10 giorni, e nonostante era al sicuro dentro il pancione, vorrei passarti le foto (poichè con taglio cesareo è stata tirata fuori) le condizioni in cui era, poi cambieresti idea

      • Avatar anonimo di Giallo Rosso
        Giallo Rosso

        Forse non vi è piacere a vedere morire l'assassino di un tuo caro ma sempre meglio di vivere nel terrore di rivedere questa persona in circolazione dopo qualche anno di carcere mentre la vita di un innocente è stata spezzata per sempre!

    • Avatar anonimo di Roberto
      Roberto

      Quello che dici è un luogo comune, chi giudica non è mai la vittima (per fortuna) ma un giudice che deve tenere conto delle leggi e essere di specchiata imparzialità. Si molti secoli fa c'era la legge del taglione, ma di passi avanti se ne fatti mi sembra.....resta invece attuale un sentimento che sembra scomparso dal lessico e dall'anima di tutti noi, la pietà, pietà per le vittime prima di tutto, ma anche pietà (che non è perdono) per chi commesso un efferato crimine è condannato a passare il suo tempo privato della liberta o peggio della vita.

    • Avatar anonimo di Roberto
      Roberto

      Quello che dici è un luogo comune, chi giudica non è mai la vittima (per fortuna) ma un giudice che deve tenere conto delle leggi e essere di specchiata imparzialità. Si molti secoli fa c'era la legge del taglione, ma di passi avanti se ne fatti mi sembra.....resta invece attuale un sentimento che sembra scomparso dal lessico e dall'anima di tutti noi, la pietà, pietà per le vittime prima di tutto, ma anche pietà (che non è perdono) per chi commesso un efferato crimine è condannato a passare il suo tempo privato della liberta o peggio della vita.

    • Avatar anonimo di Roberto
      Roberto

      Quello che dici è un luogo comune, chi giudica non è mai la vittima (per fortuna) ma un giudice che deve tenere conto delle leggi e essere di specchiata imparzialità. Si molti secoli fa c'era la legge del taglione, ma di passi avanti se ne fatti mi sembra.....resta invece attuale un sentimento che sembra scomparso dal lessico e dall'anima di tutti noi, la pietà, pietà per le vittime prima di tutto, ma anche pietà (che non è perdono) per chi commesso un efferato crimine è condannato a passare il suo tempo privato della liberta o peggio della vita.

  • Avatar anonimo di gabriele
    gabriele

    In base all'art.27 Cost. " Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato". Alcuni alla luce di quest'articolo hanno motivatamente espresso dei dubbi rispetto alla costituzionalità del 41bis,per i mafiosi.Io penso che l'articolo debba essere riscritto sancendo la leggittimità del 41bis non solo per i mafiosi ma anche per coloro che commettono crimini dove il carattere della crudeltà raggiunge livelli che la società non è disposta ad accettare.Non vogliamo la pena di morte?...va bene,ma scriviamo nel codice penale che di fronte a certi reati non è prevista la rieducazione e l'ordinamento non può prevedere sconti di pena.Sono convinto che stare 35 anni senza poter vedere nessuno a marcire dentro una cella di tre metri per due è peggio della pena capitale.

  • Avatar anonimo di diego
    diego

    chi è senza peccato scagli la prima pietra. Dato che senza peccato nn c'è nessuno......lascio a voi ponderare

  • Avatar anonimo di morpe
    morpe

    nesuno è immortale, ergo, la pena capitale è una @#?*%$ta degna di un popolo irrazionale, ignorante, ipocrita, infantile, irresponsabile, bigotto, incivile, ecc... 

  • Avatar anonimo di laura
    laura

    provo orrore a leggere tutti i vostri commenti!! chi ammazza è sempre un assassino anche se si tratta dello Stato, nessuno ha diritto di togliere la vita ad alcuno, nessuno!!! Vergognatevi!!!

    • mah................ vorrei vedere se qualcuno uccide un tuo caro se rimani dello stesso pensiero .... quindi bin laden dovrebbe vivere ancora?? gheddafi dovrebbe vivere ancora ??? ......

      • Avatar anonimo di Ale
        Ale

        Primo, il crollo delle Twin Towers è stata un'evidente demolizione controllata. Secondo i "ribelli" sono bande di mercenari terroristi finanziati dalla NATO Qatar Arabia Saudita, guardati sul web le folle oceaniche pro Gheddaffi, hanno costruito anche set cinematografici come la finta presa di Tripoli.

      • Avatar anonimo di sal
        sal

        Quanto sei ignorante...e dire che hai un computer e sai anche andare online! Bin laden ad esempio non era nessuno, e non c´era di sicuro lui dietro l`attacco alle torri. Lui era una marionetta creata da Busch. Poi uccidere una persona, qualsiasi cosa abbia fatto, non da ne soddisfazione ai parenti della vittima ( anche se loro dicono di si) ne serve da lezione al colpevole. Continua a segiure il TG4, mi raccomando! Tantomeno e`da paese civile.

        • te potresti scrivere romanzi di fantascienza , ma famme er piacere.... dovrebbero violentare tua madre tua sorella e tua figlia piccola.... poi te voglio vedere ....semo tutti froci cor culo degli altri ... poi se scrive bush

      • Avatar anonimo di tusorella
        tusorella

        posso riprendere bin laden e dare te in cambio?

        • Avatar anonimo di sal
          sal

          prendi "tusorella!"

  • Avatar anonimo di max
    max

    Sempre stato,orgogliosamente, a favore della pena capitale....oggi piu' che mai! Solo Santa Romana Chiesa, che ci dice pure a che ora andare in bagno ci impedisce di introdurla......In mancanza...talvolta si puo' provare il linciaggio o l'esecuzione sommaria.............Non sto scherzando..basterebbe solo la certezza della pena....ma DOVE', ma QUANDO?............MAI.....in questo paese..ed allora .......occhio per occhio, dente per dente....non mi sembra che paesi come Francia ed Inghilterra l'hanno abolita nel corso degli anni ci abbiano guadagnato....anzi!!!

    • Avatar anonimo di tusorella
      tusorella

      si legge molto chiaramente che sei sempre stato orgogliosamente un imbecille

  • Avatar anonimo di gino
    gino

    davanti alla morte siamo tutti pecore

  • Avatar anonimo di Giallo Rosso
    Giallo Rosso

    Nessuno tocchi Abele, altro che Nessuno tocchi Caino! Dovrebbero reintrodurre la pena di morte anche in Italia e si avrebbero sicuramente meno assassini in giro per le strade che dopo pochi anni di carcere possono rifarsi una vita mentre le loro vittime non avranno mai questa opportunità!

    • Avatar anonimo di Chiara
      Chiara

      Peccato che i dati dicano il contrario: la pena di morte non diminuisce il numero dei crimini efferati! E pensare che Beccaria c'era arrivato già nel '700 e qualcuno ancora crede che la pena capitale sia giusta! Vi siete mai chiesti perchè in Europa non esiste da tempo? Perchè la ragione (qualità squisitamente umana) fin dai tempi dell'Illuminismo ci "illumina"... Per gli altri resta sempre il buio dell'ignoranza intollerante

    • Avatar anonimo di Simarille
      Simarille

      in effetti ... chi uccide dovrebbe pagare ... con eccezione er i due marò diventi eroi nazionali dopo un duplice omicidio da ergastolo

    • Avatar anonimo di Roberto
      Roberto

      Mi fa orrore il tuo cinico commento, orrore e paura che in molti italiani non ci sia un briciolo di umanità e pietà , non pensi mai che se solo ci sia un errore giudiziario su ogni 1000 casi questo tipo di pena sarebbe da considerare estremamente sbagliata. Eseguire una pena di morte è compiere un assassinio esattamente come il condannato. La vendetta non è ne giusta ne sana , ciao e ripensa a quello che dici

      • Avatar anonimo di laura
        laura

        Giustissimo!!!

    • Avatar anonimo di tusorella
      tusorella

      io la pena di morte la darei a te per le cazzate che scrivi.

      • Avatar anonimo di Giallo Rosso
        Giallo Rosso

        Quando qualche folle ammazzerà un tuo caro voglio sapere se ancora sarai tanto buona da perdonare l'assassino e non desiderare che crepi! Poi ne riparliamo!

      • Avatar anonimo di laura
        laura

        scusa non rispondevo a te!...

      • Avatar anonimo di laura
        laura

        tu parli come un potenziale assassino! torna in te finchè sei in tempo! Fai paura!!

    • Avatar anonimo di laura
      laura

      secondo te in America ci sono meno assassini che in Italia, ahahahah ma farmi ridere va!!! 

      • Avatar anonimo di tusorella
        tusorella

        in america hanno le armi in casa, dementi.

        • Avatar anonimo di conte463
          conte463

          Ho armi in casa, vado a caccia e a pesca, amo leggere, ho studiato con passione, ho il brevetto di volo, e tu ?

  • Avatar anonimo di bukowski
    bukowski

    sono sempre santi e convertiti dopo--per la paura di morire. quando hanno commesso i loro efferati reati erano le vittime a pregare. nessuna pietà.

    • Avatar anonimo di tusorella
      tusorella

      tu ti meriti il premio banalità. Efferati? Guarda meno il tg4 per favore, parli come emilio fede.

    • Avatar anonimo di laura
      laura

      ma come si fa ad essere così supeficiali e crudeli, intanto molti dei giuastiziati, vengono uccisi anche 20 anni dopo il delitto, quando certamente si sono trasformati in qualcosaltro, e secondo voi una persona passa 20 nel braccio della morte senza riflettere, senza cambiare radicalmente la sua vita, le sue convinzioni, il suo comportamento? perchè secondo voi un assassino non si può convertire, redimere, capire il male che ha fatto? non serve forse a questo la prigione? un ragazzino di 18 /20 anni che ha ucciso magari, puo essere la stessa persona a 40? poi siamo sempre lì: è normale che lo stato risponda con violenza alla violenza? con la morte alla morte? lo Stato non dovrebbe dare un esempio diverso? non ha il dovere di riabilitare, recuperare l'essere umano? l'occhio per occhio, dente per dente fa parte di una civiltà molto primitiva, non sarebbe il caso di evolvere?

      • Avatar anonimo di Giallo Rosso
        Giallo Rosso

        E se ti ammazzassero tua figlia perdoneresti l'assassino perché ha capito di aver sbagliato ed è diventata una brava persona? Io no! Basta con l'ipocrisia da quattro soldi!

      • Avatar anonimo di cristoforo
        cristoforo

        biua

      • Avatar anonimo di luca
        luca

        non me ne puo' fregar di meno, se uccidi una persona a cui voglio bene, anche se a distanza di anni sei diventano Ghandi, me ne sbatto le balle, non ti perdono e voglio che crepi, punto

      • Avatar anonimo di max
        max

        Il Carnelutti, che non era certo l/ultimo dei cretini defini' la pena di morte......ESPROPRIAZIONE DEL BENE VITA PER MOTIVI DI PUBBLICA UTILITA'.............MAMMAGARI FOSSE.......E BASTA CO' STO BUONISMO D'ACCATTO.......

        • Avatar anonimo di laura
          laura

           e del Beccaria 200 anni fa, ne vogliamo parlare? voi siete rimasti al tempo del codice di Hammurabi! 7000 anni prima di Cristo!!

    • Avatar anonimo di Daniela
      Daniela

      ben detto

      • Avatar anonimo di Giuseppe
        Giuseppe

        Giustissimo, sono d'accordo. Bisogna pensarci prima....

        • Avatar anonimo di tusorella
          tusorella

          e se poi te ne penti?

Più letti della settimana

  • Sport

    MotoGP 2017, prima tappa in Qatar: orari diretta e streaming

  • Media

    Infarto in scena per Massimo Lopez: l'attore operato d'urgenza ad Andria

  • Citta

    Morto Carlo Pace, ex sindaco di Pescara: è stato travolto da un'auto

  • Cronaca

    Massacrato dal branco fuori da un locale, morto un ragazzo di 20 anni

Torna su
Today è in caricamento