Consigliere M5s citofona alla sede della Lega: "Sono qui i 49 milioni?"

Dopo la discussa "visita" di Salvini a casa di un presunto spacciatore a Bologna, il consigliere regionale pentastellato Marco Degli Angeli replica il siparietto al cancello della sede del Carroccio a Milano

"Sono qui i 49 milioni?": consigliere M5s citofona alla sede della Lega a Milano

"Alcuni cittadini ci hanno segnalato che qui ci sono i 49 milioni dei rimborsi elettorali spariti. Sono molto indignati, per caso voi ne sapete qualcosa?". Il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Lombardia Marco Degli Angeli si è presentato ieri pomeriggio in via Bellerio 41 a Milano, al quartier generale della Lega, e ha suonato al citofono. Una provocazione in risposta a quella del leader del Carroccio che a Bologna è stato protagonista della discussa "visita" a casa di un presunto spacciatore in diretta davanti alle telecamere. Un video, quello che riprende Salvini al citofono, finito al centro delle polemiche.

"Sono qui i 49 milioni?": consigliere M5s citofona alla sede della Lega a Milano

Stavolta sono i pentastellati a presentarsi davanti al cancello della sede del Carroccio in via Bellerio a Milano, non lasciandosi sfuggire l'occasione di far polemica con la Lega. "Ho suonato per chiedere conto dei 49 milioni di euro che la Lega ha incassato illecitamente dal 2008 al 2010. Ovviamente è una provocazione, non si risolvono i problemi degli italiani suonando ai citofoni. Mi aspettavo però che mi aprissero: avrei sollecitato il partito a fare massima chiarezza su questa vicenda che ha danneggiato tutti i cittadini", ha detto il consigliere regionale M5s Degli Angeli.

"E' chiaro che Salvini non può permettersi di dare lezioni di morale e giustizia a nessuno e non può trasformare le piazze in tribunali - ha poi aggiunto il consigliere -. Non mi risulta che da ministro dell’Interno Salvini sia stato così proattivo nel suonare il campanello a tangentisti, camorristi o a partiti che hanno incassato illecitamente rimborsi elettorali".

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: MilanoToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento