Prova a contestare Salvini, travolta dagli insulti dei leghisti: "Drogata, comunista..."

Tensione alle stelle nel corso dell’incontro che Matteo Salvini ha avuto con gli elettori della Lega nella Sala Calipari di Reggio Calabria

Un fermo immagine del video

Ha provato a contestare pacificamente Salvini, entrando in un'assemblea dei sostenitori del leader della Lega a Reggio Calabria per ricordare l’esperienza di Riace e il sindaco Mimmo Lucano. La ragazza è stata insultata dai presenti che le hanno gridato: "Drogata, comunista, fatti una pera". E' stata poi accompagnata all’esterno.

La ragazza, marchigiana, "terremotata" come lei stessa si è definita, non ha fatto in tempo ad esprimere il suo dissenso che è stata immediatamente bloccata dalla sicurezza e “salvata” da alcuni esuberanti sostenitori dell'ex ministro che si sono scagliati contro la giovane apostrofandola con “epiteti” poco gentili. Sucessivamente ha spiegato che la sua contestazione riguardava un passaggio del comizio di Salvini, quando ha invitato a votare per i candidati leghisti calabresi: la giovane ha detto di aver ricordato a Salvini quanto in passato fosse ostile la linea del suo partito nei confronti delle regioni del Sud e dei suoi abitanti.

Le immagini sono di NoidiCalabria, da YouTube.

Fonte: NoidiCalabria.it →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento