La coppia è caucasica, ma la bimba ha i tratti asiatici: fanno causa alla clinica

Kristina Koedderich e Drew Wasilewski, adesso divorziati, hanno fatto causa alla clinica per la fertilità a cui si erano rivolti: dopo due anni dalla nascita della figlia il test del dna ha rivelato che il padre è un altro

Kristina Koedderich in una foto pubblicata sul suo profilo Facebook

Una coppia statunitense ha intentato una causa contro una clinica per la fertilità del New Jersey visto che la figlia, nonostante i due avessero dei marcati tratti caucasici, ha iniziato a sviluppare dopo la nascita dei tratti somatici asiatici. Come riporta il New York Post, Kristina Koedderich e Drew Wasilewski, adesso divorziati, hanno messo all'opera il loro legale in quanto ritengono che questo errore della clinica possa aver in qualche modo influito con la fine del loro matrimonio. I due chiedono un risarcimento danni. 

La storia è iniziata nel 2013, quando i due hanno dato alla luce la bimba, dopo  aver effettuato la fecondazione in vitro. Dopo il test del Dna effettuato nel 2015, Wasilewski ha scoperto che c'era lo 0% di probabilità di essere il padre biologico. Adesso la coppia spera di conoscere la vera identità del padre della figlia: il giudice ha ordinato alla clinica di rivelare la lista di tutti i donatori che si sono rivolti alla struttura nel momento in cui la coppia ha ricevuto il trattamento, così da restringere il campo d'indagine.

Fonte: New York Post →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento