Coronavirus, Provenzano: "Aiuti anche a chi lavora in nero". Sdegno social contro il ministro

L'intervista al 'Corriere della Sera': "Dobbiamo prendere misure per raggiungere anche le fasce sociali più vulnerabili"

Giuseppe Provenzano, ministro per il sud

Le misure messe in campo dal governo "fin qui hanno privilegiato l’emerso, com’era inevitabile. Ma se la crisi si prolunga dobbiamo prendere misure universalistiche per raggiungere anche le fasce sociali più vulnerabili: le famiglie numerose, oltre a chi lavorava in nero. Non basta la cassa integrazione in deroga per gli artigiani". E' quanto ha affermato al 'Corriere della Sera' il ministro per il Sud Peppe Provenzano.

Parole, quelle del ministro, che hanno scatenato un vespaio sui social: "Da oggi l’economia sommersa è legale. Mah..." commenta un utente su Twitter. E ancora: "Il Ministro Provenzano, precedentemente distintosi per aver affermato che Milano non restituisce soldi al Sud, qui celebra i lavoratori in nero. Una narrazione fantasiosa della realtà il cui unico risultato sarà quello di accelerare il declino del paese". "L’ultima follia di Provenzano, ministro Pd amato dalle sardine (…). Ma per le partite IVA e chi si fa il mazzo in regola? 600 euro, forse e non per tutti". Così invece si legge in un tweet pubblicato dall’account ufficiale della Lega.

tweet lega-2

Tanti i tweet di biasimo, ma c’è anche chi apprezza l’idea del ministro: "Io capisco le critiche - scrive un altro utente - e anche lo sdegno che può esser provocato da una dichiarazione simile. Però, non la facciamo troppo facile: l’essere ‘assunti in nero’ spesso non è una scelta. In questi casi, è ladro il datore, non evasore il lavoratore". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi anche Virginia Raggi si era esposta alle stesse critiche, dicendosi vicina "a tutte le persone che stanno perdendo un lavoro, e anche quelli che sì, sembra brutto dirlo, stanno facendo un lavoro nero e improvvisamente si sono ritrovate senza". Anche in quel caso in tanti avevano parlato di gaffe. 

Fonte: Corriere della Sera →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento