Ecco quanto è costato l'ospedale in Fiera a Milano

Fondazione Fiera ha diffuso la prima rendicontazione dei soldi spesi per realizzare la struttura

L'ospedale in Fiera a Milano

La Fondazione Fiera Milano ha diffuso una prima rendicontazione delle spese sostenute per realizzare l'ospedale in Fiera, la stuttura costruita in tempo record nel capoluogo lombardo per gestire i pazienti Covid-positivi. Stando a quanto messo nero su bianco dalla Fondazione l'investimento è stato pari a "17,257 milioni di euro, iva esclusa, per la realizzazione di 221 posti letto di terapia intensiva". Nella sua storia l'ospedale in Fiera ha ospitato però soltanto 25 pazienti tanto da finire al centro di un'indagine conoscitiva della Procura dopo l'esposto dei Cobas. 

I posti - che inizialmente dovevano essere addirittura 400 - in realtà non sono mai stati realizzati del tutto e l'ospedale non è mai stato sfruttato a pieno, come lo stesso assessore al Welfare lombardo Giulio Gallera aveva candidamente ammesso con il suo "fortunatamente non è servito". In molti, tra esponenti del mondo della sanità e avversari politici, hanno più volte fatto notare al Pirellone che quei soldi potevano essere spesi in maniera diversa, ma il presidente del Pirellone Attilio Fontana e il suo braccio destro Guido Bertolaso hanno ogni volta respinto le accuse al mittente. 

La rendicontazione della Fondazione Fiera

Giovedì la Fondazione Fiera ha fornito una prima rendicontazione in un comunicato nel quale sottolinea - non senza una vena polemica - che "la struttura è attualmente in funzione", come a voler rispondere alle polemiche sulla presunta chiusura dell'ospedale nei prossimi giorni. 

"Hanno collaborato all’opera 110 fornitori e 829 tra tecnici e maestranze, lavorando costantemente – senza sosta, 24 ore su 24 – per rispettare i tempi di realizzazione", scrive l'ente. 

E ancora, anche se a quanto risulta non tutto è stato ultimato: "L’opera, da 221 letti di terapia intensiva in atmosfera controllata negativa e filtri assoluti, si sviluppa su circa 24.000 mq" e dispone di 2 sale Tac, 2 sale Rc, 2 sale per piccoli interventi chirurgici, 6 spogliatoi personale con 33 docce e wc, una sala conferenza per 70 persone dotata di videoconferenza, infrastruttura di networking ad alta performance (...)". Nell'ospedale sono inoltre presenti "locali relax per il personale sanitario, distribuiti per ogni modulo t.i, locale mensa centrale e stanze per 64 posti anche di degenza di tipo non intensivo da 2/4 letti con 32 docce".

Quanto è costato l'ospedale in Fiera

Quanto è costato tutto ciò? Ecco la risposta. "In attesa della rendicontazione definitiva sulle spese - possibile solo dopo che sarà stato ultimato il controllo di tutte le fatture - Ffm è in grado di fornire un primo riepilogo relativo e una stima delle seguenti voci per l’intera struttura sanitaria". 

Per la "progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, assistenza direzione lavori e coordinamento sicurezza" sono stati spesi 393.342 mila euro, ai quali si sommano i 7 milioni e 910mila euro per le "opere civili". Gli "impianti Elettrici e Speciali" sono costati 4,540 milioni di euro e poco meno gli 

"Impianti termomeccanici e anti incendio", il cui capitolo di spesa dice 3,183 milioni di euro. Infine, 1,230 milioni sono stati investiti per "Impianti Gas medicali". La somma è di 17,257 milioni di euro più Iva. 

Da dove arrivano i soldi dell'ospedale

La stessa fondazione ci ha poi tenuto a far sapere che i soldi pubblici non sono stati utilizzati: "Il finanziamento dell’opera è avvenuto attraverso una raccolta fondi, che ha oggi superato i 21,6 milioni di euro, attraverso la costituzione di un Fondo da parte di Ffm presso la Fondazione di Comunità Milano che si occuperà, con il supporto di un Comitato di Garanti, della rendicontazione puntuale nei confronti dei donatori dei costi connessi alla realizzazione dell’Ospedale".

"Alla raccolta hanno contribuito più di 5.000 donatori, singoli cittadini e imprese private a cui si sono aggiunti il Fondo McDonald’s Italia e Fondazione per l’Infanzia Ronald Mc Donald per l’emergenza Covid -19, per un importo di euro 881.225, e il Fondo Nexi Insieme per la Costruzione dell’Ospedale in Fiera Milano per un importo pari a 1 milione di euro, dedicati specificatamente ai moduli di degenza che compongono il progetto, interamente recuperabili", chiariscono dall'ente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I fondi raccolti in eccedenza saranno destinati secondo le finalità previste del Fondo ad altre iniziative di utilità sociale a sostegno del sistema sanitario e della salute delle persone, tenendo conto anche del recente Decreto Legge "Rilancio" che ha apertamente indicato il riordino della rete ospedaliera in emergenza Covid-19 garantendo per le regioni italiane "l’incremento di attività in regime di ricovero in Terapia Intensiva", si conclude la nota. 
 

Fonte: MilanoToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento