Cugini di primo grado si sposano e fanno un figlio: rischiano una multa e la galera

Angela Peang e Michael Lee aspettano il loro primo figlio ma le leggi dello stato americano dello Utah vietano nozze e relazioni sessuali tra cugini di primo grado per evitare l'alto rischio di trasmissione di malattie genetiche. Ma la coppia difende il proprio diritto a formare una famiglia

Angela Peang e Michael Lee (foto Facebook)

Due giovani coniugi americani in attesa di un bambino rischiano la galera in quanto primi cugini e la leggi del loro Stato proibiscono i rapporti sessuali tra cugini. Il padre di Angela Peang è infatti il fratello maggiore della madre di Michael Lee, che si sono innamorati e a dispetto di tutto hanno deciso di sposarsi e di avere figli. Lo Stato dello Utah vieta matrimoni e relazioni sessuali tra cugini di primo grado per evitare il rischio di malformazioni e trasmissioni di malattie ereditarie nei loro figli.

Angela Peang e Michael Lee si dicono certi che il loro bambino nascerà sano e sostengono di aver già eseguito i test necessari per escludere qualsiasi tipo di disabilità, fa sapere il New York Post, che ricorda come ricerche della Columbia University abbiano evidenziato un maggior rischio di problemi genetici per i figli di consanguinei. La coppia apparirà in un prossimo episodio della serie tv "Extreme Love" di WeTv.  Su di loro pesa il rischio una multa fino a 10mila dollari e cinque anni di prigione.

"Abbiamo dovuto fare tutte le indagini necessari perché tutti continuavano a dirci 'No, non lo fate', 'È troppo rischioso, è da irresponsabili' - racconta Angela, incinta già di cinque mesi – Così abbiamo fatto i gest genetici e abbiamo scoperto che non c'erano rischi nel diventare genitori".

I due si sono sposati in Colorado, dove invece le unioni tra cugini non sono vietate (una legislazione simile riguarda anche altri Stati), e difendono il loro diritto a sposarsi e ad avere una famiglia. "Ci siamo sposati non perché siamo religiosi, ma per tutelarci legalmente. Vogliamo inoltre legittimare la nostra unione per tranquillizzare le nostre famiglie, sperando così di farli stare più sereni". La coppia ha anche lanciato una petizione per chiedere la legalizzazione del matrimonio tra cugini nello Utah, raggiungendo per adesso 1,500 firme contro le migliaia che servirebbero.

Fonte: New York Post →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento