Non vuole lasciare il suo paese terremotato, arrestato l'ultimo abitante di Arquata del Tronto

E' la storia di Enzo Rendina, arrestato dai militari e portato davanti al giudice perché si è rifiutato di lasciare Pescara del Tronto, distrutta dal terremoto

Pur di non abbandonare i luoghi in cui è nato e cresciuto, Enzo Rendina è rimasto a vivere da solo nella frazione di Pescara del Tronto rasa al suolo dal terremoto. Ora però i carabinieri lo hanno fermato e portato in caserma, lui, l'ultimo reduce della frazione di Arquata, il simbolo della tragedia che aveva colpito il paese. Il provvedimento si è reso necessario perché Rendina, più volte invitato a lasciare quei luoghi, si era sempre rifiutato.

I militari lo hanno arrestato con l'accusa di interruzione di pubblico servizio per non aver ottemperato all'ordine del sindaco di evacuare il territorio comunale dopo il sisma. Rendina è accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale per fatti riferiti al 30 gennaio scorso, quando i carabinieri lo avevano avvicinato per convincerlo ad andarsene.

Già il 28 dicembre il sindaco gli aveva fatto notificare una diffida ad andarsene, ma Rendina era rimasto lì, prima sotto una tenda della protezione civile e poi in una dei vigili del fuoco. Rendina è comparso questa mattina davanti al giudice del tribunale di Ascoli Piceno per il processo per direttisima. Il magistrato ha convalidato l'arresto e rinviato l'udienza al prossimo 30 marzo. L'uomo è stato poi rimesso in libertà. "È un arresto assurdo, di un uomo che ha la sola colpa di essere innamorato della propria terra e che lì vuole vivere", ha detto il suo legale, l'avvocato Francesco Ciabattoni.

Fonte: Il Sole 24 Ore →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • non sarebbe costato meno per la società pagargli un camper, che metterlo in galera ?

  • Le forze dell'ordine hanno fatto bene a denunciarlo. Questo dimostra che la gente, anche se informata dei terremoti o delle possibili conseguenze di una calamità, rimane sempre nello stesso posto. Tipico comportamento dei parassiti e di chi ha paura di ricominciare un'altra vita, perchè è stata sempre mantenuta e viziata.

    • Le forze dell'ordine hanno fatto bene a denunciarlo. Questo dimostra che la gente, anche se informata dei terremoti o delle possibili conseguenze di una calamità, rimane sempre nello stesso posto. Tipico comportamento dei parassiti e di chi ha paura di ricominciare un'altra vita, perchè è stata sempre mantenuta e viziata.

      Si vede che passi dalla mattina alla sera a giudicare l'operato altrui con matita e righello. Guarda le macerie di casa tua, dei tuoi cari e di tutta una vita, magari lasciando pure qualche vita lì sotto, poi vediamo se fai questi commenti da opinionista della domenica pomeriggio.

      • La vita è fatta di sconfitte, solo chi ha forza, coraggio e carattere riesce a vincere. Non mi pare coraggioso continuare a vivere da parassita su ciò che non può dare un futuro o su ciò che è ormai perso. Bisogna vivere per lottare e non lottare per vivere.

        • Questa è proprio la risposta che me sarei aspettato da chi non ascolta ma parla soltanto. Hai dato una risposta piena di frasi fatte, come se stessi citando un film o chissà quale altra opera drammatica. Non ho mai vissuto un esperienza simile e mai vorrei e mai la augurerei a qualcuno, ma l' EMPATIA , si così si chiama questa strana emozione che nessuno prova quando fa tic tac sulla tastiera, mi fa riflettere . E appunto per citare qualcosa tanto per rimanere in tema direi : Pensa, prima di sparare , pensa .... Ascoltiamo il resto va...

  • Ma non si vegognano questo sindaco, questi militari e/o carabinieri, questo giudice e/o magistrato del Tribunale di Ascoli Piceno ? È ancora legittimo il diritto all'autodeterminazione della persona sancito dalla Costituzione ?

Più letti della settimana

  • Sport

    Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo

    Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Citta

    Prende reddito di cittadinanza e lavora in nero: ora è nei guai (e non solo lui)

Torna su
Today è in caricamento