Giovane mamma finge di avere il cancro per farsi pagare il matrimonio: ora rischia il carcere

La gallese Carla Louise Evans ha finto di essere malata terminale per farsi finanziare con 15mila sterline il proprio matrimonio dall’associazione benefica Wish for a Wedding: così è stata scoperta

Aveva fatto credere di avere un cancro per riuscire a farsi dare 15mila sterline (più di 16mila euro) da una associazione benefica che si occupa di finanziare matrimoni per malati terminali. La 29enne Carla Louise Evans, di Trecenydd in Galles (Regno Unito), è finita davanti al giudice e rischia il carcere dopo essersi dichiarata colpevole di frode e falsificazione di documenti.

A scoprire tutto è stata la stessa organizzazione, la Wish for a Wedding, dopo aver effettuato un controllo presso l’ospedale dove Evans, madre di due bambini, aveva detto che stava seguendo un ciclo di cure, come spiega il Wales Online. “Evans si è rivolta all’associazione benefica dicendo di avere un cancro e insufficienza epatica. In realtà non aveva nessuna delle due patologie. Ha contraffatto la firma di un primario di urologia, il dottor Adam Carter, sul modulo di iscrizione dell’associazione”, ha detto in tribunale il pubblico ministero.

carla louise evans 2-2-2

"Ho un cancro, aiutatemi": raccoglie fondi per le cure, ma un donatore scopre l'inganno

Finge di avere il cancro per farsi pagare il matrimonio: così è stata scoperta

Evans rischia una condanna da sei mesi a tre anni di carcere e per il momento è stata rilasciata su cauzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questa donna aveva aveva mandato una richiesta sostenendo di essere malata terminale. Noi facciamo sempre dei controlli per essere sicuri che chi ci scrive abbia davvero certe patologie e che non abbiano che pochi mesi di vita. Ci siamo rivolti alla polizia dopo aver controllato la domanda di Carla Evans e aver scoperto che aveva mentito”, hanno fatto sapere dall’organizzazione. Wish for a Wedding, con base a Manchester, finanzia ogni anno dai cinque ai dieci matrimoni, aiutando malati terminali a coronare il proprio sogno.

Fonte: WalesOnline →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento