La Fornero e i giovani "choosy": cronaca di una polemica

Ore difficili per il ministro del lavoro dopo la frase contestata sui giovani "schizzinosi" in fatto di prime esperienze di lavoro

La frase "incriminata", le contestazioni, la spiegazione (o ritrattazione secondo alcuni), e infine la lettera aperta al Corriere della Sera. Le ultime ore di Elsa Fornero non sono state facili, dopo che in un convegno il ministro del lavoro aveva invitato i ragazzi a non essere "choosy", ovvero "esigenti", in fatto di "prime esperienze lavorative".

Tutto è iniziato a un convegno di Assolombarda dove alla ministra è partita la (forse) infelice sortita sui ragazzi troppo "choosy" per cui "è meglio prendere la prima offerta che capita e poi da dentro guardarsi intorno perché non si può aspettare il posto di lavoro ideale". Subito sono partite le critiche su Facebook e Twitter e poi, nel pomeriggio, Fornero è stata bersaglio di un'accesa contestazione a un incontro pubblico nel torinese.

"Fuori, fuori" e poi "Lavoro, Lavoro" sono state le urla arrivate da parte di un gruppo di persone con le bandiere di Rifondazione Comunista. "Questa è una giornata di democrazia," ha detto Umberto Rosati, presidente di Nichelino Bene Comune, che ha organizzato l'incontro con il ministro. Il sindaco di Nichelino, Giuseppe Catizone, ha cercato di riportare la calma, urlando dal palco: "No a cori da stadio. È' inaccettabile, la gente e venuta qui per ascoltare". Il ministro impassibile si è seduta al tavolo dei relatori, mentre il sindaco Catizone ha cercato di riportare la calma, dicendo, tra gli applausi della platea: "Se continuate così, siamo costretti a chiedervi di lasciare la sala. Altrimenti quando il ministro ha finito il suo intervento potrete porre delle domande".

Il ministro ha dato poi disponibilità a incontrare i lavoratori della Viberti, dicendosi "avvilita che si neghi la possibilità di parlare"."Avete impedito un incontro di democrazia" ha detto il ministro prima di abbandonare la sala ricordando: "Ho incontrato i lavoratori dell'Alenia, oltre mille, che non la pensavano certo come me, ma mi hanno ascoltata con rispetto".

IL VIDEO DELLA FRASE CONTESTATA AL MINISTRO FORNERO

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Passata la nottata, oggi il ministro del lavoro Elsa Fornero ha scritto una lettera aperta al Corriere della Sera per mettere i puntini sulle i "alla luce delle affermazioni che mi sono state attribuite sui ragazzi schizzinosi, e che sono l'esatto contrario di quanto da me affermato".

Nella lettera, che non tratta solo la polemica di ieri, il ministro sottolinea che "l'equità non è stata per me un concetto astratto bensì un valore da perseguirsi con coerenza e determinazione, un elemento guida nelle scelte". Così, per il ministro, l'azione del governo ha mirato a fornire "Una opportunità a chi tutelato non era, una prospettiva ai giovani e alle future generazioni". La riforma delle pensioni è stata "l'opportunità di disegnare un sistema maggiormente rispettoso dell'equità tra ed entro le generazioni".

Quanto alla riforma del mercato del lavoro, Fornero sottolinea che "il precariato è un problema grave che colpisce principalmente giovani e donne, non certo una leggenda metropolitana", rivendicando che l'azione del governo ha mirato proprio a risolverlo contrastando "gli abusi della flessibilità e favorendo al tempo stesso contratti di maggiore stabilità".

Di "strumenti utili a tale scopo" nella riforma, scrive Fornero, "ve ne sono molti. Per tutti richiamo proprio l'apprendistato" perchè "rendere l'apprendistato la naturale strada di accesso al lavoro per i giovani è certo un modo per offrire un'opportunità a chi si trova troppo spesso a dover accettare una condizione di precariato". E "la cronicizzazione del precariato, quella sì, caro direttore, è il sintomo di totale assenza di equità".

Quanto alle politiche sociali, il ministro ammette che si poteva fare di più ma sottolinea, "Rivendico di aver difeso i fondi a ciò destinati (nel complesso circa 60 miliardi di euro), di aver evitato che si riducessero rispetto all'anno passato, di aver cercato un loro utilizzo più efficace nella lotta alla povertà e nel sostegno alle fasce deboli".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di luisa
    luisa

    che vada a fan...lo

Più letti della settimana

  • Sport

    Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo

    Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Citta

    Prende reddito di cittadinanza e lavora in nero: ora è nei guai (e non solo lui)

Torna su
Today è in caricamento