"Sulla Aquarius i migranti giocano felici": il ragazzo che ha trollato l'Italia razzista (e non)

Un video (ironico) scambiato per vero da milioni di italiani. Chi è Gian Marco Saolini, l'autore

"Come molti già sanno, sono un trasformista e interpreto personaggi sempre diversi in base all’argomento che ho intenzione di toccare", racconta a RomaToday. Gian Marco Saolini è un giovane romano di Morena, webstar, troll, trasformista della rete, noto per alcuni filmati in cui ha interpretato personaggi assurdi (da tanti scambiati per veri).

Torna "alla ribalta" in questi giorni per un video che ha fatto indignare milioni di italiani su Facebook, mentre la nave Aquarius raggiungeva il porto di Valencia col suo carico di disperazione. "Mi chiamo Giovanni Di Tori. Sono un nostromo, ero imbarcato sulla nave Aquarius. Sono stato fatto secco, eliminato e licenziato perché volevo parlare, volevo dire la verità agli italiani". E qual è questa verità? "Sull'Aquarius non c'è crisi e disagio. La gente è felice. C'è una sala dove ci sono videogame e giochi d'azzardo. Molti di loro passavano la serata giocando alla roulette".

Una serie di assurdità tali da provocare una risata. Però, in un paese alla perenne caccia di mostri da agitare per confermare paure e pseudo emergenze, la testimonianza è stata ritenuta reale. In poco meno di 24 ore il video ha superato 2 milioni di visualizzazioni, raggiungendo 90.000 condivisioni. Mentre scriviamo, 60 ore dopo la pubblicazione, le visualizzazioni sono diventate quasi 4 milioni, 138.000 le condivisioni. Il video è una burla, creato ad arte da Gian Marco Saolini. Nonostante l'evidente falso però in tanti hanno diffuso il video pensando fosse vero. La situazione è sfuggita di mano, tanto da sorprendere lo stesso autore: "Ormai è difficile che qualcosa mi meravigli perché sto sul campo e produco contenuti da 5 anni. Devo ammettere però che a questo giro data la palese assurdità del contenuto e il facile fact checking non mi aspettavo di fare 120.000 condivisioni in due giorni".

Aquarius a Valencia, il lungo viaggio è finito: per tutti un permesso temporaneo

Così invece è stato. Una viralità talmente alta da costringere politici e partiti politici a condividere la bufala e a segnalare il fatto stesso che si trattasse di una fake news. Su tutte la Lega che sulla propria pagina per prima si è affrettata a smentire Giovanni Di Tori. Lo stesso Saolini è rimasto sorpreso: "Quello che sostengo da anni è che lo Stato e i Media non stanno lavorando bene su quel che riguarda l’approccio del Popolo ai Social Network. Gli Italiani sono lasciati in balia dei tempi e dell’evoluzione".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Fonte: RomaToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento