Gioco d'azzardo, una 'sorgente' da 100 miliardi: le città dove si gioca di più

L'Agenzia Dogane e Monopoli ha reso pubblici i dati sulla spesa per il gaming nelle diverse zone dell'Italia: sul podio Prato, Sassari e Como

Foto di repertorio

Santi, navigatori, e anche un po' giocatori. Nonostante le ripetute 'mosse' del governo per disincentivare l'utilizzo di slot e simili, nel 2017 il giro d'affari del gioco d'azzardo in Italia è stato di 101,7 miliardi di euro, tenendo conto sia delle giocate online che di quelle 'fisiche'. Un numero enorme che supera anche la cifra investita dall'esecutivo per l'ultima manovra economica. Ma quali sono le province italiane in cui si spende di più per scommesse e lotterie? Ecco la mappa 'disegnata' sulla base dei dati resi pubblici sul sito istituzionale dell'Agenzia Dogane e Monopoli.

Gioco d'azzardo, le città in cui si spende di più

Analizzando i dati dell'Agenzia, il Sole 24 Ore ha calcolato la spesa procapite nel gaming delle province italiane, ottenendo la spesa media per singolo abitante e stilando così la classifica delle città in cui si spende di più per il gioco d'azzardo. Al primo posto di questa speciale graduatoria troviamo Prato che, con una spesa pro capite di 672 euro, è la vera 'capitale del gioco' portando nelle casse dello Stato ben 74,2 milioni di euro. Il capoluogo toscano è seguito da Sassari con 516 euro, Como con 494,4 euro, Teramo con 463,4 euro e Sondrio con 460,7 euro, sempre pro capite.

Gioco d'azzardo, le spese per Regione, Provincia e Comune: il documento integrale

Maglia nera per il Centro-Nord, in cui figurano ben 10 tra le 15 aree in cui si spende di più. La prima grande città in classifica è Milano che occupa l'11esimo posto e con una spesa media pro capite di 414,6 euro e un gettito per l’Erario di 592,6 milioni. L'unica a dare di più, in termini di gettito alle casse dello Stato, è Roma con più di 700milioni provenienti dal gioco d'azzardo. Sommando gli introiti delle quattro città metropolitane, unendo quindi Torino e Napoli a Roma e Milano, si ottiene il 22% di quanto arriva all'Erario dal gioco. 

Gioco d'azzardo, le città più virtuose

In Italia non esiste un singolo Comune in cui non si giochi, ma sicuramente esistono degli esempi positivi, città virtuose in cui la spesa per l'azzardo è nettamente inferiore. Sono cinque le città in cui la spesa media pro capite per il gaming è sotto i 220 euro e si tratta di Sud Sardegna, Enna, Padova, Cagliari e Crotone. Gli italiani continuano a prediligere le slot machine, che da sole intercettano quasi il 60% dell’intero mercato dei giochi pubblici. 

Fonte: Il Sole 24 Ore →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento