Gioele Rossetti e Fabio Lombini, sui social gli attimi prima del decollo e dell'incidente aereo a Nettuno

In due Instagram Stories sul profilo di Lombini gli attimi prima del volo. Sull'incidente indagano i carabinieri di Anzio e la Procura di Velletri ha aperto un'inchiesta. Il cordoglio della Federazione Italiana Nuoto

La morte di Gioele Rossetti Fabio Lombini ha lasciato sgomento il mondo del nuoto italiano e non solo. I due giovani sportivi sono le vittime dell'incidente aereo avvenuto a Nettuno nella mattinata del 31 maggio. Facevano parte della Federazione Italiana Nuoto (Fin). Lombini, 22enne forlivese, apparteneva alla società In Sport affiliata con i vigili del fuoco, mentre Gioele Rossetti, 23enne appassionato di volo come si vede dal suo profilo social, era iscritto all'Aurelia Nuoto.

Sorridenti, sereni, poco prima della tragedia i due avevano postato su Instagram dei video nei quali mostravano l'attesa per il volo, come ricostruisce RomaToday. Con il telefonino, Fabio Lombini, nuotatore forlivese di 22 anni, aveva ripreso l'aereo a bordo del quale avrebbe viaggiato con l'amico Gioele Rossetti. In una ultima Instagram Stories, i due ragazzi sono seduti a bordo dell'ultraleggero, con Rossetti impegnato nelle operazioni prima di azionare il mezzo. "Hai detto come si accende un aeroplano?", si sente chiedere da Fabio, mentre Gioele aziona alcuni comandi di bordo. Poi l'incidente: i due sono precipitati al suolo da un'altezza di 300 metri, l'aereo ha preso fuoco e per loro non c'è stato nulla da fare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul caso indagano i carabinieri di Anzio, che hanno posto sotto sequestro e acquisito i pezzi rimanenti del velivolo. Secondo le prime risultanze investigative, l'aereo sarebbe precipitato per un guasto tecnico. Gli investigatori stanno vagliando alcune testimonianze secondo cui dall'aereo sarebbero uscite delle fiamme mentre il mezzo era ancora in volo. Dopo l'impatto con il terreno è divampato un rogo che non ha lasciato scampo ai due giovani nuotatori. La Procura di Velletri ha aperto un'inchiesta mentre le salme di Gioele Rossetti e Fabio Lombini sono state affidate all'Autorità Giudiziaria.

Anche l'agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta di sicurezza di competenza sull'incidente e ha risposto contestualmente l'invio di un proprio investigatore sul luogo dell'incidente. Le perizie serviranno a chiarire cosa è successo negli istanti che hanno preceduto lo schianto.

La Fin ha espresso il proprio cordoglio per i due giovani nuotatori, ricordando anche le loro carriere sportive. "Lombini, argento ai campionati assoluti invernali del 2017 nei 200 stile libero in 1'44"60 dietro a Filippo Megli e avanti a Filippo Magnini, già nazionale alle Universiadi di Taipei e ai campionati europei in vasca corta di Copenhagen nel 2017 (ottavo nei 200 stile libero in 1'45"05), stava svolgendo un allenamento collegiale al centro federale di Ostia seguito dal responsabile tecnico Stefano Morini ed accompagnato dal suo allenatore Alessandro Resch", si legge appena sopra una foto pubblicata sul sito della Fin che ritrae appunto Fabio Lombini sul podio con Filippo Megli e Filippo Magnini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

10_fabio-lombini-assoluti-nuoto-31-5-2020-2-2

Fonte: RomaToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento