Giovanni Rana contro le chiusure domenicali: "Ci saranno danni per tutti"

"Attenti, la materia è delicata. L’impatto non sarà negativo solo per il mondo del commercio. Anche le aziende produttrici verranno danneggiate" dice al Corsera il re dei tortellini

Foto: Ansa

L'eventuale stretta sulle aperture domenicali risulta indigesta a Giovanni Rana: lo racconta lui stesso al Corriere della Sera, in una rara intervista. Il re dei tortellini non parla quasi mai di politica, ma stavolta fa un'eccezione. Come stanno le cose? Il testo base della legge è stato depositato in commissione Attività produttive della Camera dall’esponente della Lega Andrea Dara.

In base a questa prima versione, le chiusure domenicali saranno la metà, 26 su 52 totali e si prevede lo stop all’apertura degli esercizi commerciali nelle 12 festività nazionali, con una deroga per 4 giorni, in base alle singole regioni. Altre deroghe riguardano le aperture nei centri storici, che potranno aprire la domenica, ma non durante le festività nazionali.

Giovanni Rana: "Senza aperture domeniali, imprese danneggiate"

"Attenti, la materia è delicata. L’impatto non sarà negativo solo per il mondo del commercio. Anche le aziende produttrici verranno danneggiate" dice Giovanni Rana, e spiega il perchè: "Non è un’eventualità. Parliamo di una certezza. Obbligare a chiudere la domenica vuol dire mettere in difficoltà anche le aziende che producono ciò che si trova sugli scaffali".

Secondo il noto imprenditore infatti "non è detto che si recuperino negli altri giorni della settimana tutte le vendite che ora si fanno di domenica. E io posso permettermi di non angustiarmi troppo perché il 60 per cento del nostro fatturato ormai viene fatto all’estero". 

L'autogol delle chiusure domenicali: l'arte tutta italiana di farsi male da soli

Giovanni Rana contro le chiusure domenicali

Un passo indietro non è auspicabile, insomma. "Omai sono tantissimi gli italiani che trovano comodo fare la spesa la domenica. Non tenere conto delle loro esigenze non fa bene a nessuno. Andare incontro al consumatore: questa è la religione di chi fa impresa. E alla fine tutti ne hanno vantaggio. L’occupazione si crea in tutta la filiera. Questo è l’abc". 

Anche secondo lei le chiusure domenicali obbligate premieranno chi vende online?
«Certo! È proprio così. E questo vale anche per il fresco, in prospettiva. Negli Stati Uniti le portinerie di molti edifici sono già attrezzate con maxi frigoriferi per conservare il fresco ordinato online». 

Fonte: Corriere della Sera →

Potrebbe interessarti

  • Come fare la valigia perfetta

Più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

Torna su
Today è in caricamento