Bimbo di 9 anni raccoglie 90mila dollari per donare giubbotti antiproiettile ai cani poliziotto

L'impresa di Brandy, un bambino statunitense, che attraverso la piattaforma GoFundMe è riuscito a raccogliere le donazioni per fornire protezione agli agenti a quattro zampre

Brandy Snakovsky in una delle foto presenti nella pagina della raccolta fondi su GoFundMe

Ci sono domande che soltanto i bambini, grazie alla loro innocenza, riescono a porsi. Quesiti come: perché i cani poliziotto non hanno il giubbotto antiproiettile e i loro colleghi umani sì? A domandarselo è Brandy Snakovsky è un bambino di 9 anni dell'Ohio, negli Stati Uniti, grande appassionati delle serie tv poliziesche. Brandy si è accorto che i cani venivano mai 'protetti' come i loro colleghi umani e così ha deciso di organizzare una raccolta fondi per proteggere gli agenti a quattro zampe. Il piccolo ha creato insieme alla mamma una organizzazione no profit chiamata "Brandy's K9 Fund", riuscendo a raccogliere quasi 90mila dollari di donazioni.

La battaglia del piccolo Brandy in difesa dei cani era iniziata già nel 2017, quando il bimbo aveva iniziato a vendere caramelle per raccogliere fondi da solo. Poi nel 2018 la nascita dell'organizzazione mo profit e la creazione della raccolta sulla piattaforma GoFundMe. Brandy è riuscito in questo modo a donare ai cani poliziotto 90 giubbotti antiproiettili, mentre ci sono in lista d'attesa ben 59 agenti che vogliono donare il loro giubbotto ai K-9, sigla con cui la polizia identifica i cani 'in divisa'.
 

Fonte: GoFundMe →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento