Nuovi antiurto sui guardrail: "Così si salveranno più vite"

L’Anas, per evitare che a seguito di un urto la cuspide di un guardrail penetri all’interno dell’abitacolo ferendo o peggio uccidendo gli occupanti, ha iniziato a installare attenuatori d’urto

FOTO DA: LA NUOVA SARDEGNA

E' davvero una buona notizia quella che trova oggi spazio sulla Nuova Sardegna.

L’Anas, per evitare che a seguito di un urto la cuspide di un guardrail penetri all’interno dell’abitacolo ferendo o peggio uccidendo gli occupanti, ha iniziato a installare sulle proprie strade gli attenuatori d’urto.

Di che cosa si tratta? Sono guardrail telescopici dotati di ammortizzatori che deformandosi riescono a frenare un veicolo anche a 110 km orari.

La conseguenza è che si salveranno più vite. Spesso in auto l’urto contro la cuspide di un guardrail non lascia scampo agli occupanti già a 50 km orari.

L’Anas, scrive il quotidiano sardo, ha cominciato a montare il primo lotto di 49 attenuatori nella 131, nel tratto da Cagliari a Marrubiu. Si aggiungono a quelli già montati sulla Sassari- Olbia.

"E’ stato accolto il nostro suggerimento" afferma Michele Vacca, referente per la Sardegna dell’associazione motociclisti incolumi (Ami).

Fonte: La Nuova Sardegna →

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Menopausa: un approccio naturale

  • 5 motivi per cui avere piante grasse in casa fa bene alla salute

  • Tendenza trucco: come realizzare lo strobing, la nuova tecnica per illuminare il viso

Più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

  • Temptation Island 2019: quando comincia, anticipazioni e coppie

Torna su
Today è in caricamento