Il dramma di Guzzanti: "Truffato da un amico, avevo difficoltà anche a fare la spesa"

Il comico ha raccontato del terribile periodo vissuto in seguito alla vicenda, degli incubi e delle lacrime nel sonno: "Il trauma emotivo è stato più forte di quello economico"

Corrado Guzzanti durante il photocall del film 'La prima pietra', Roma, 3 dicembre 2018. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Raggirato e frodato da quello che non era solo il suo manager, ma anche un suo amico. Corrado Guzzanti sarebbe rimasto vittima di una presunta truffa andata avanti per dieci anni. Questa almeno è la versione del comico che si è sfogato al Corriere della Sera. Non una cifra da nulla: si parla di ben 400mila euro ma potrebbe essere molto più alta. Tanto che il debito che il comico e attore si è ritrovato sulle spalle a un certo punto avrebbe toccato anche i 900mila euro. Guzzanti si sarebbe visto anche pignorare dalla banca la casa di proprietà.  

In tribunale il comico e attore ha raccontato del terribile periodo vissuto in seguito a questa vicenda, degli incubi e delle lacrime nel sonno. "Ero in difficoltà anche a fare la spesa", ha affermato Guzzanti come si legge sul 'Corriere della Sera.

Guzzanti: "Ogni volta che sento il suo nome è una pugnalata al cuore"

"Ogni volta che viene pronunciato il suo nome (quello del manager, ndr) è una pugnalata al cuore. Il trauma emotivo, posso dire ora a cinque o sei anni di distanza, è stato più forte di quello economico e finanziario", ha sottolineato. Il socio di Guzzanti avrebbe agito insieme ad uno suo dipendente. Entrambi ora sono sotto processo. 

Guzzanti e la presunta truffa del suo socio e amico

La maxi-truffa, iniziata nel 2004, si è protratta fino al 2013. Guzzanti avrebbe affidato al manager una parte cospicua dei suoi guadagni per investirli in titoli tedeschi dai rendimenti elevati e certi. Ma il socio del comico si sarebbe sistematicamente  approfittato della fiducia dell'attore che gli lasciava gestire le sue finanze. I due inoltre avrebbero fatto falsi bonifici dai conti personali di Guzzanti verso diverse società riconducibili al manager e al suo braccio destro. 

Fonte: Corriere della Sera →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento