La bimba nasce prematura e viene abbandonata: l'infermiera la cura e poi l'adotta

Liz Smith, una infermiera 45enne di Boston, ha accudito per mesi quella bambina che nessuno aveva reclamato. Poi, dopo aver scoperto di non poter avere figli, ha deciso di adottarla

Foto di repertorio

Il suo sogno era sempre stato quello di avere un figlio, ma per lei non c'era alcuna possibilità. Poi, è stato proprio il destino, in maniera inaspettata, ad esaudire quel desiderio. Liz Smith, un'infermiera di 45 anni del Franciscan Children's Hospital di Boston, adesso ha una figlia.

Come ha fatto? A raccontare la storia è Cbs News: nel 2016 la bimba era nata prematura a 29 settimane, con la madre tossicodipendente che aveva deciso di abbandonarla. Così nei successivi due anni la piccola è riuscita a sopravvivere grazie alle cure di Liz, fino a quando una notizia le ha sconvolto la vita: la donna non era fertile e non poteva rimanere incinta. In quel momento l'infermiera ha pensato alla possibilità di adottare la piccola Gisele, che nessuno aveva reclamato negli anni successivi alla nascita.

L'infermiera era solita andare a trovare la piccola anche a fine giornata mentre si trovava nel reparto di terapia intensiva, poi nel giugno 2018 lo stato Stato del Massachusetts ha tolto la potestà genitoriale alla mamma e al papà naturali, così Liz ha potuto procedere con l'adozione. Ad ottobre Liz e Gisele sono diventate ufficialmente mamma e figlia.

Fonte: Cbs News →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento