"Quel bambino nel video dell'Isis è mio nipote, riportatelo a casa"

Si chiama Isa Dare, ha 6 anni ed è il figlio di Grace Khadija Dare, inglese di origini nigeriane, fuggita da Londra nel 2012 per la Siria per unirsi allo Stato Islamico. Appello del nonno dalle pagine del Telegraph

Ha un nome e un cognome il bimbo vestito da jihadista che appare nell’ultimo video di propaganda Isis. Si chiama Isa Dare, ha 6 anni ed è il figlio di Grace Khadija Dare, inglese di origini nigeriane, fuggita da Londra nel 2012 prima in Turchia poi in Siria per unirsi allo Stato Islamico insieme ad altre "spose della jihad". 

A raccontare tutto al Daily Telegraph è stato il nonno del piccolo, Henry Dare, tassista londinese: "E’ lui non c’è dubbio - ha detto - Certamente è il figlio della mia Grace”. Poi ha aggiunto: "Spero che qualcuno stia cercando di farli tornare a casa". Alla polizia Dare ha riferito come la figlia si sia avvicinata all’estremismo islamico.  Da devota studentessa cattolica quale era si è poi avvicinata giorno dopo giorno a una moschea intorno alla quale gravitava un gruppo fondamentalista islamico: lo stesso centro da cui sono usciti i killer del machete del 2013.

"Il bambino non c'entra nulla. Lo usano solo come scudo, per propaganda", dice il nonno. Da tempo sui social network Grace scriveva di voler essere la prima donna britannica nell'Isis a uccidere un ostaggio britannico o un americano. Lo scorso luglio aveva pubblicato su internet la foto di Isa, che la stampa britannica ha già ribattezzato "Jihadi junior".



Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • libertà religiosa che schifo!

Più letti della settimana

  • Sport

    Giro d'Italia 2017, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Media

    Amici 2017, il serale: squadre, coach, giudici, ospiti e tutto quello che c'è da sapere

  • Rassegna

    Addio a Sasha, piccolo guerriero: aveva combattuto per l'adozione e contro la malattia

  • Media

    “Erin Moran aveva un cancro, è morta tenendomi la mano”: il triste racconto del marito

Torna su
Today è in caricamento